Il Memorial “Giulio Soprani” di equitazione corona un sogno: l’integrazione diventa realtà, a tutti gli effetti. L’ottava edizione del Meeting tradizionalmente rivolto ai cavalieri con disabilità intellettivo relazionale (FISDIR) e a quelli con disabilità fisica (FISE) apre le sue porte agli atleti normodotati e fa così l’en plein.
La storica ottava edizione andrà in scena domenica al Garden Sporting Club di Cislago. “Il Memorial è nato per abbattere ogni ostacolo all’inclusione – spiega la responsabile Alessandra Cova -. Quest’anno il nostro ideale troverà piena applicazione. Speriamo di diventare un modello per altre manifestazioni e per altre società”.

Saranno 40 i partecipanti ai concorsi, in rappresentanza di 5 società. Ci saranno Ronco di Diana, Riding Club Casorate, Equiria e Lo Stradello, oltre ai padroni di casa dell’AGRES. Quest’ultimo team sarà composto da 12 cavalieri, cinque dei quali con disabilità intellettivo relazionale, tutti “medagliati” ai recenti Campionati italiani disputati a Bernalda, in provincia di Matera. Il Trofeo Soprani verrà assegnato alla miglior prestazione in assoluto nel dressage.

Tra gli obiettivi del Meeting c’è anche quello di allargare la base del movimento. Per questo è previsto un circuito preparatorio di avviamento, che vivrà di più fasi. Particolarmente attesa è la gimkana a squadre, in cui uniranno le forze atleti Fisdir, disabili fisici e normodotati.

Il sipario si alzerà alle ore 10 con la cerimonia d’apertura, che sarà caratterizzata dal tradizionale lancio di palloncini in ricordo di Giulio Soprani, persona cara all’Agres. Poi si comincerà con il dressage paralimpico e si proseguirà con gli altri concorsi. Le premiazioni, alle 17.30, chiuderanno una giornata che s’annuncia memorabile.

[email protected]