Home Rubriche Collabora con Noi Il Club Italia CRAI si inchina al fotofinish contro Modena

Il Club Italia CRAI si inchina al fotofinish contro Modena

0
Il Club Italia CRAI si inchina al fotofinish contro Modena

Resta senza punti ma torna a raccogliere applausi il Club Italia CRAI, che dopo una prestazione positiva si arrende con un pizzico di sfortuna alla Liu Jo Nordmeccanica Modena nella seconda giornata di ritorno della Samsung Gear Volley Cup. Al PalaYamamay di Busto Arsizio le azzurre sfiorano la clamorosa rimonta dallo 0-2: dopo un brutto avvio, con un primo set giocato sotto ritmo, la squadra della Federazione Italiana Pallavolo mostra segni di risveglio già nel secondo parziale (restando in scia fino al 20-22) e nel terzo piazza subito un break di 7-1 che riesce, pur soffrendo, a gestire fino al 25-20. Il quarto set si gioca tutto punto a punto: il Club Italia riaggancia le avversarie sul 20-20, ma nel concitato finale concede il match point a Modena che lo sfrutta subito per il definitivo 1-3.

Le azzurre mostrano comunque di aver assimilato il nuovo assetto reso indispensabile dall’assenza di Perinelli: molto bene Alessia Arciprete, che chiude con 9 punti e il 72% di ricezione positiva, e in crescita anche Vittoria Piani (8 punti ma con il 60% in attacco). Tra le migliori in campo anche Giulia Mancini (3 muri) e Paola Egonu, autrice di 26 punti e solida anche in seconda linea; ma è tutta la squadra ad apparire più viva e determinata, da Orro a De Bortoli passando per Ferrara e Lubian (subentrata a Botezat dal terzo set). Nella squadra ospite a tratti inarrestabile Jovana Brakocevic, top scorer con 27 punti e uno stratosferico 63% in attacco; bene pure Yvon Belien, a segno per 6 volte a muro.

Il Club Italia CRAI resta all’ultimo posto della classifica e tornerà in campo domenica 29 gennaio in casa de Il Bisonte Firenze.

 

La cronaca:
Il Club Italia CRAI, sempre privo di Perinelli, ripresenta il sestetto schierato in settimana a Cremona, con Piani opposto, Egonu e Arciprete schiacciatrici e la coppia Botezat-Mancini al centro. Due le novità nella formazione di Modena: Belien insieme a Heyrman al centro e Caterina Bosetti in posto 4 insieme a Ozsoy. Assente, oltre all’infortunata Petrucci, anche Bianchini, ko per l’influenza.

Vittoria Piani si presenta con un attacco e un ace per il 3-2, ma il primo break è opera di Brakocevic (5-7), che concede il bis per il 6-9 costringendo Lucchi al time out. Al rientro in campo Ozsoy regala il più 4 a Modena, ma il Club Italia alza il ritmo in difesa e accorcia le distanze fino all’11-12. Le azzurre non completano però la rimonta e la Liu Jo si riporta avanti 12-15, allungando poi fino al 14-19 con Brakocevic e Belien. Entra Enweonwu al posto di Piani, ma il parziale per Modena resta aperto (14-21) fino all’agevole chiusura di Heyrman per il 17-25.

Nel secondo set Lubian subentra a Botezat; il Club Italia prova a staccarsi con Mancini (4-2) ma viene raggiunto dalla solita Brakocevic sull’8-8. Nuovo tentativo di allungo azzurro per l’11-9, sempre con Mancini, e nuova rimonta ospite per il 12-13; il lungo punto a punto si spezza solo con l’attacco vincente di Ozsoy per il 14-16. Brakocevic firma la fuga del 15-18 e Ozsoy, dopo una serie di spettacolari recuperi difensivi, mette a segno il 17-21; le azzurre non mollano e accorciano le distanze con Egonu(20-22), ma Bosetti si procura 4 set point e Brakocevic trasforma il primo con l’ace del 20-25.

Il terzo set si apre con due servizi vincenti di Lubian per il 2-0 e il turno di servizio di Piani, con la collaborazione di Egonu e Mancini, fa volare le azzurre addirittura sul 7-1. Gaspari inserisce Marcon per Bosetti, ma Egonu firma l’8-2 e Arciprete tiene saldamente avanti il Club Italia (12-6); il servizio di Belien riporta sotto Modena (13-10) ma ci pensa Egonu, con attacco e battuta, a scavare di nuovo il break per il 16-11. Il Video Check assegna ad Arciprete il punto del 18-14 mentre sul 20-16 Ferretti accusa un malore e deve uscire: al suo posto la nuova arrivata Caracuta. La Liu Jo torna in scia grazie a due errori azzurri (20-18) ma uno spettacolare salvataggio di De Bortoli e gli attacchi di Egonu propiziano il nuovo break del 24-19; al secondo set point è Mancini a firmare il 25-20.

Rientra in campo Ferretti per il quarto set, confermata anche Marcon. Il Club Italia parte ancora bene con Egonu (3-1), ma la Liu Jo, trascinata da Ozsoy, ribalta il punteggio sul 3-6 e costringe Lucchi all’immediato time out. Mancini sigla due muri di fila per il 6-6, ma una serie di imprecisioni rimanda avanti Modena sul 7-10; Egonu tiene comunque in scia le azzurre (11-12) e anche il tentativo di fuga firmato dalla solita Brakocevic sul 13-16 viene annullato. Il lungo inseguimento del Club Italia (17-18) si completa con il muro e l’attacco di Egonu per il 21-20; nel punto a punto finale ancora il Video Check dà ragione alle azzurre e Arciprete firma il mani-out del 23-22, ma l’attacco out di Egonu concede il match point a Modena sul 23-24. Dopo il time out chiamato da Lucchi, è Brakocevic a chiudere l’incontro con una palla piazzata.

 

I commenti:
Cristiano Lucchi (all. Club Italia CRAI): “Sono contento della prestazione della squadra, e penso che un po’ come all’andata ci saremmo meritati di portare a casa anche qualche punto. Purtroppo nei momenti chiave commettiamo ancora degli errori di troppo, e non parlo dei rischi in attacco e in battuta – che siamo consapevoli di doverci prendere – ma di distrazioni su free ball e palle facili. La squadra però sta reagendo bene al nuovo assetto, su cui comunque ci sarà ancora da lavorare con pazienza”.

Alessia Arciprete (Club Italia CRAI): “Peccato per il quarto set, ma penso che qualcosa di buono l’abbiamo fatto vedere. Dopo i primi due set persi non ci siamo perse d’animo e abbiamo ricominciato da capo, entrando a testa alta e provando a fare il nostro gioco: ha funzionato. Sicuramente ci serve tempo per abituarci al nuovo sestetto, è da poco che lo proviamo, ma siamo molto fiduciose”.

Jovana Brakocevic-Canzian (Liu Jo Nordmeccanica Modena): “Non è stata una partita di altissimo livello, c’è stata poca continuità e ritmo lento da entrambe le parti. Per noi però era importante soprattutto tornare a vincere in campionato. La cosa fondamentale è che anche quando siamo sotto non molliamo mai e continuiamo a lottare, cosa che all’inizio della stagione non sempre avveniva”.

 

Club Italia CRAI-Liu Jo Nordmeccanica Modena 1-3 (17-25, 20-25, 25-20, 23-25)
Club Italia CRAI: Enweonwu 1, Morello, Lubian 4, Ferrara, Orro 3, Piani 8, De Bortoli (L), Mancini 8, Arciprete 9, Melli ne, Botezat 2, Cortella ne, Bulovic (L) ne, Egonu 26. All. Lucchi.
Liu Jo Nordmeccanica Modena: Caracuta, Brakocevic 27, Belien 15, Valeriano, Heyrman 6, Leonardi (L), Marcon 3, C.Bosetti 6, Ferretti 2, Ozsoy 13, Garzaro ne. All. Gaspari.
Arbitri: Lot e Bellini. Addetto Video Check: Buonaccino.
Note: Spettatori 900 circa. Club Italia: battute vincenti 8, battute sbagliate 6, attacco 39%, ricezione 71%-41, muri 5, errori 23. Modena: battute vincenti 5, battute sbagliate 11, attacco 48%, ricezione 65%-38%, muri 7, errori 24.

Ufficio Stampa Club Italia femminile
(foto di Loris Marini)