Gavirate, obiettivo conferma. Fumagalli: “Umiltà e fame di vittorie”

0
16

Parla molto schiettamente il d.g. del Gavirate, Fabio Fumagalli. Il girone di ritorno del campionato di Promozione, che scatta domenica 15 gennaio, potrebbe aprire scenari innovativi in qualunque parte della classifica, ma potrebbe anche confermare nei primissimi posti il sodalizio gaviratese che ha chiuso l’andata al terzo posto con 27 punti (pari merito con la Vergiatese). “Tutto può cambiare perché gli equilibri nel calcio sono molto sottili. La pausa natalizia in questi tornei, poi, rappresenta da sempre un momento dove si possono modificare tantissimi aspetti. In più, la finestra del calciomercato invernale ha permesso a tutte le squadre di rinforzarsi; questo rende ancora più difficile fare qualunque tipo di pronostico“.

Nota sicuramente veritiera quella di Fumagalli che, però, durante il mercato di dicembre, ha portato a Gavirate niente meno che Martignoni (dall’Union Villa Cassano) e i due bomber La Iacona (dal Morazzone) e Fiumicelli (dalla Castellanzese), tutti pezzi da novanta. “Abbiamo fatto degli aggiustamenti che reputo molto importanti, anche se dobbiamo continuare a lavorare con impegno e sacrificio come abbiamo fatto durante il girone di andata. Umiltà e fame di vittorie, quindi, non ci devono mai mancare. Il nostro obiettivo deve essere quello di fare bene partita dopo partita, non siamo una squadra da tabelle da rispettare, la società è nuova e ha messo i ragazzi in condizione di lavorare serenamente: l’entusiasmo e la voglia di fare sono tangibili“.

Qualche rimpianto per il girone d’andata inevitabilmente c’è: “Come altre squadre, anche noi ne abbiamo e penso soprattutto ai tanti infortuni che, di certo, non ci hanno agevolato. Entrando nello specifico, cancellerei la prestazione di Tradate dove l’atteggiamento generale non mi è piaciuto affatto. Contro la Castellanzese, invece, nonostante la sconfitta, abbiamo giocato bene. Da qui in avanti dobbiamo sempre mettere determinazione in tutte le gare. Si preannunciano 15 partite toste e impegnative, a cominciare da quella di domenica quando affronteremo in casa il Morazzone. E’ un match da non sottovalutare perché loro si sono notevolmente rinforzati. Gli episodi saranno decisivi e noi dovremo essere bravi a farli girare dalla nostra parte“.

Potrebbero esserci sorprese, infine, nella seconda metà del campionato? “Sono sicuro che la Castellanzese si confermerà; ora è prima con merito e ha tutte le risorse per vincere il campionato, beneficiando anche dei punti messi in cascina fino ad ora. Direi – conclude Fumagallidi prestare attenzione alla Vergiatese e anche a Mariano, Uboldese e Ponte Tresa che alla lunga potrebbero emergere“.

Andrea Paleari