Fine del silenzio, Basile e Taddeo rispondono alle accuse

0
15

LA RISPOSTA – Un’altra puntata della diatriba Varese Calcio è pronta ad andare in onda. A piazzale De Gasperi non si placa il marasma societario e, dopo le tre conferenze stampa nel giro di un mese del presidente Gabriele Ciavarrella, domani ci sarà la risposta pubblica della controparte, quella del direttore generale Paolo Basile e del vicepresidente Aldo Taddeo, dimissionari solo in teoria. “Un atto sentito e necessario per fare chiarezza su alcuni punti in seguito alle dichiarazioni rilasciate dai soci di minoranza del Varese Calcio in una recente conferenza” si legge nella mail di convocazione riservata alla stampa. Appuntamento domani mattina alle 11 in un luogo che, per questioni inerenti l’ordine pubblico, non sarà divulgato. Noi di Varese Sport ve la racconteremo in diretta.

LA DIVISIONE – Nella pratica i due detengono ancora l’80 per cento delle quote e tra meno di 24ore romperanno il silenzio dopo 19 giorni; tanti, infatti, ne sono passati dal loro comunicato stampa in cui avevano annunciato il disimpegno dal club biancorosso. Assistiti dall’avvocato Di Cintio chiariranno la situazione e risponderanno alle accuse rivolte loro da parte di Ciavarrella e Rosa che li hanno definiti “latitanti e millantatori”.

INCONTRO TRA LE PARTI – Non solo. Mercoledì sarebbe invece in programma un incontro tra gli avvocati delle due sponde, il già citato Cesare Di Cintio e Giuseppe Armocida, che invece assiste il duo Rosa-Ciavarrella. Più il tempo passa e più aumenta il rischio fallimento per il Varese che ha bisogno di circa mezzo milione di euro per poter concludere la stagione; dunque è necessario trovare una soluzione. Quali sono le ipotesi? O Basile e Taddeo “restituiranno” le quote a Ciavarrella e Rosa, che si sono detti pronti a coinvolgere imprenditori già contattati; oppure potrebbero anche acquisire il 20 per cento rimanente e tornare in sella.

TIFOSI – In attesa di sbrogliare la matassa, i tifosi della Curva si schierano dalla parte di “nessuno”, precisamente di quei nessuno che sono creditori del Varese, uno su tutti il signor Vanoni che da lunghi anni si occupa del manto erboso del “Franco Ossola” e che risulta in cima alla lista.

SQUADRA – Nel frattempo la squadra tornerà al lavoro domani pomeriggio allo stadio dove si allenerà tutta la settimana. Ieri ha sprecato una chance importante di dare una sterzata al campionato e a 9 giornate dalla fine si ritrova a tre punti dalla capolista Cuneo, in compagnia della Caronnese, avversaria che si è risollevata proprio nello scontro diretto.
Il prossimo appuntamento dei biancorossi è in trasferta a Casale domenica prossima, mentre il Cuneo andrà a far visita alla Varesina; la Caronnese invece sarà ancora impegnata lontano da casa, stavolta a Pinerolo.

 

Elisa Cascioli