Home Calcio Eccellenza 26^ – Busto 81 stop. Verbano e Sestese calano il tris, Saronno ancora ko

Eccellenza 26^ – Busto 81 stop. Verbano e Sestese calano il tris, Saronno ancora ko

0
Eccellenza 26^ – Busto 81 stop. Verbano e Sestese calano il tris, Saronno ancora ko

OLGIATE OLONA – Lomellina corsara a Busto. Gli uomini di Civeriati raccolgono un successo fondamentale ad Olgiate contro una delle formazioni più temibili, confermandosi la mina vagante del campionato. Decidono il match le reti in avvio di Buscaglia, autore di una grandissima prestazione, e il colpo di tacco di bomber Berberi che mette la sua firma anche sulla vittoria odierna. I bustocchi invece dicono addio alla lotta per la vetta della classifica, ormai troppo lontana.

busto 81PRIMO TEMPO – Partita scoppiettante fin dalle prime battute. A rompere gli indugi sono gli ospiti che trovano il vantaggio al 5’: il numero 11 Buscaglia sguscia tra le maglie della difesa avversaria e insacca sul pasticcio del portiere avversario. Una vera doccia fredda per Busto 81 che non ci sta e risponde con Cannizzaro. Saltato il portiere per il numero 6 biancorosso è un gioco da ragazzi spedire la palla in rete per il gol che vale l’1-1 al 9’. Si ristabilisce dunque la parità, ma il confronto viaggia su ritmi forsennati e le palle gol fioccano da una parte e dall’altra. Al 22’ Moro entra in area, prende la mira e prova a piazzarla con un destro a giro che sorvola di poco la traversa. Il Busto 81 però soffre maledettamente le ripartenze del Lomellina, che dal canto suo non fatica a contenere le sortite offensive avversarie. Il pericolo maggiore per la difesa bustocca porta il nome di Oltjan Berberi, punta di diamante dello 4-4-2 di Civeriati. Ed è proprio lui a regalare la seconda gioia di giornata agli ospiti, finalizzando, con un colpo di tacco da distanza ravvicinata, l’azione in solitaria di un dinamicissimo Buscaglia. Due tiri e due gol dunque per gli ospiti, tremendamente efficaci, che sembrano aver preso le misure ai biancorossi di Tricarico. Solo in chiusura di primo tempo si rifanno vedere i padroni di casa dalle parti di Basso, che con un colpo di reni pregevole disinnesca il fendente rasoterra di Urso. L’ultimo sussulto della prima frazione è il sinistro non sufficientemente preciso di Casorati che sfiora l’angolino basso alla sinistra del portiere, spegnendosi sul fondo.

lomellinaSECONDO TEMPO – Non c’è un attimo di respiro neanche nella ripresa in cui si suona lo stesso spartito dei primi quarantacinque minuti. Subito due occasionissime nei primi 5’ per i padroni di casa, sprecate malamente. Ma il Busto ci crede e attacca con tutti gli effettivi al di là della linea di metà campo.Dopo la tempesta di occasioni del primo spezzone della ripresa, l’intensità del match cala visibilmente con il Lomellina che non rinuncia assolutamente alla fase offensiva, cercando di schiacciare nella propria metà campo i padroni di casa. La prima vera occasione della ripresa per gli ospiti arriva alla mezz’ora con il terzino destro Amello che sfreccia sulla fascia ma arriva stanco all’impatto col pallone e svirgola sul fondo un potenziale traversone pericoloso.
Si accendono gli animi e il Lomellina resta in inferiorità numerica per l’espulsione di Cartasegna.
Civeriati spende l’ultimo cambio a disposizione, inserendo Bamba al posto di uno stremato Buscaglia. Anche Tricarico opta per una soluzione offensiva e butta nella mischia Senesi nel tentativo di alzare il baricentro. Al 46’ il Busto 81 ha l’occasione per riportare in equilibrio il match, ma la punizione di Casorati fa la barba al palo e si spegne sul fondo per soffio. E’ il preludio all’arrembaggio finale dei padroni di casa che vanno vicinissimi al gol anche un minuto dopo con il tiro di Moro deviato in angolo da Basso. Il finale di partita è rovente e porta in seno altri due cartellini rossi: quelli per Lombardi e Plado, che lasciano rispettivamente in 10 e in 9 le proprie squadre. Niente da fare però per Busto 81 che non sfrutta nemmeno la mischia in area finale e resta a bocca asciutta.

I MIGLIORI IN CAMPO
Cannizzaro (Busto 81) voto 6,5:
trova il gol che ristabilisce la parità dopo il vantaggio degli ospiti.
Buscaglia (Lomellina) voto 7: fa gol e lotta come un forsennato per recuperare palla. Fornisce assist e fa impazzire gli avversari con i suoi dribbling.

I COMMENTI
Tricarico, allenatore Busto 81:Non siamo riusciti a giocare come volevamo, ma in realtà nemmeno loro hanno fatto molti tiri in porta. Abbiamo sofferto molto la forza fisica di Berberi che è un grande giocatore e anche la dinamicità di Buscaglia. Loro hanno un grande attacco. Questa sconfitta non ci voleva proprio perchè con una vittoria oggi avremmo potuto almeno mantenere il passo del Verbano e delle altre sopra di noi. Per ora dovremo accantonare i sogni legati alla ricorsa del primo posto, però non dobbiamo accontentarci della quinta posizione che già ci garantisce l’accesso ai playoff. Dobbiamo lottare ogni partita per raccogliere più punti possibili e cercare di ottenere il meglio dalle prossime partite. A cominciare dal prossimo turno che ci vedrà impegnati con l’Arconatese. Sarà un confronto difficile, ma abbiamo l’obbligo di provarci“.
Civeriati, allenatore Lomellina:Non abbiamo giocato bene a dire la verità. E’ stata davvero una brutta partita, ma è andata bene per fortuna. Abbiamo fatto due tiri in porta e abbiamo segnato due gol. Certo c’è da dire che eravamo decimati dagli infortunii ed il reparto che ha giocato meglio è stato l’attacco proprio perchè solo lì avevo due giocatori di ruolo. Sono contento per questa vittoria, soprattutto perchè è arrivata contro una grande squadra come il Busto 81. Eravamo partiti con l’obiettivo di salvarci ed ora ci troviamo al sesto posto in classifica. Cosa potremmo volere di più dalla classifica? La salvezza è ormai consolidata ed ora possiamo affrontare con più tranquillità, pensando a giocare bene a calcio e magari a toglierci qualche soddisfazione“.

IL TABELLINO
BUSTO 81 – LOMELLINA 1-2 (1-2)
Busto 81:
Mantovani (23’ st Heinzl), Soldi (23’ stManuzzato), Baglio, Martegani, Lombardi, Cannizzaro, Caon (15’ st Senesi), Moroni, Urso, Casorati, Moro. A disposizione: Di Simone, Cimino, Rappa, Passafiume. All: Tricarico.
Lomellina: Basso, Kolaj, Versauro (1’ st Dodaj), Cartasegna, Plado, Morabito, Amello (44’ st Urso), Giordano, Berberi, Pellicani, Buscaglia (32’ st Bamba). A disposizione: Lorenzon, Sala, Rabaioli, Traga. All: Civeriati.
Arbitro: Bruno di Bergamo (Perali – Peschiera).
Marcatori: pt:5’Buscaglia (L), 9’ Cannizzaro (B); 30’ Berberi (L).
Note – Espulso: Cartasegna, Lombardi, Plado

Inviato Alessio Colombo

Le altre partite

ARDOR LAZZATE-SANCOLOMBANO 3-1 (1-1)
Ardor Lazzate: Mauri, Pozzobon, Carrafiello, Galli N. (24′ st Cicola) Borlina, Bernello, Giglio, Proserpio, Iacovelli (40′ pt Marzorati) Tremolada, Galli S. (20′ st Cassina). A disposizione: Del Gaudio, Sala, Grassi, Buccini. All.: Campi.
Sancolomabo: Ziglioli, Salvini, Ioance (15′ st Albertini), Tacchinardi, Dorigo, Giavardi (1′ st Cirillo) Azzaro, Milani, Squintani, Ingribelli, Fogu (20′ st Geamanu). A disposizione: Lacchini, Goretti, Ricotti, Pernatsch. All.: Tassi.
Arbitro: Volta di Brescia (Cassano di Saronno, Arizzi di Bergamo)
Marcatori: pt: 6′ Tremolada (A), 45′ Squintani (S); st: 13′ Giglio (A), 45′ Carrafiello (A).
La prima mezz’ora vede la squadra di Campi dominare in lungo e in largo, con Ziglioli chiamato più volte a dire di no agli attaccanti locali, che però passano al 6’ con un’incornata di Tremolada sugli sviluppi di un calcio d’angolo.
Ziglioli salva ancora su Tremolada, Pozzobon e Iacovelli, mentre Proserpio manda alto di poco dall’area piccola.
Il Bano si vede timidamente con Azzaro e Squintani e al 45’ è proprio quest’ultimo ad insaccare il pareggio con bella girata di testa in anticipo su tutti.
I padroni di casa tornano in vantaggio al 13’ della ripresa con Giglio che recupera palla giunta da sinistra, dove non c’era arrivato d’un soffio Marzorati, si accentra saltando un avversario e insacca in diagonale. Nel finale in contropiede l’Ardor Lazzate triplica con Carrafiello che salta un avversario e insacca il definitivo 3-1.

VERBANO-ACCADEMIA PAVESE 3-2 (2-0)
Verbano
: Spadavecchia,Scarcella, Napoli (23′ st Bensch), Dal Santo, Bratto, Scurati, Verde F (44′ st Lunardon). Malvestio, Licciardello, Amelotti (8′ st Talarita), Caputo. A disposizione: Papaluca, La Gioia, Beghi, Caliman. All. Celestini.
Accademia Pavese: Flommi (1′ st Migliari), Monopoli, Dragoni, Bigioni, Bottini, Serao, Mezzadri (1′ stVernocchi), Maggi, Silva, Troiano (8’ st Carbone), Doria. A disposizione: Samba, Fugazza, Casorati, Comincino. All. D’Amico.
Arbitro: Valsecchi di Lecco.
Marcatori: pt: 23’  Licciardello (V), 45′ Verde (V); 30’ st Doria (A), 37’ st Maggi su rig (A), 43′ Talarita (V).
Note– Espulsi:.7’ pt. Bottini (A), 15’st. Licciardello (V).
La gara inizia subito con l’espulsione di un giocatore ospite, Bottini, punito dall’arbitro per il  fallo a gioco fermo su Licciardello che al 23’ ruba palla, salta il portiere e realizza a porta vuota l’1-0. Al 45′ arriva il raddoppio di Verde che anticipa la difesa su cross di Napoli. Al 15′ della ripresa si ristabilisce la parità numerica con l’espulsione del rossonero Licciardiello. Gli ospiti ne approfittano un quarto d’ora dopo accorciando le distanze con Doria che batte Spadavecchia in uscita. Al 37’ ecco il pareggio: Silva viene atterrato appena dentro l’area, calcio di rigore che realizza Maggi. C’è ancora tempo 43’ st punizione da fuori area Talarita pesca l’angolino alla sinistra del portiere e realizza il gol della vittoria.

ATLETICO SAN GIULIANO-SARONNO 2-1 (2-0)
Atletico San Giuliano: Boscolo, Fondrini, Pignatiello, Brandi, Dragoni, Fonfrini, Merafina, Cannistrà, Volpi, De Filippis, Tazzi (29’ st Marchetti). A disposizione: Galli, Caimi, Tandulo, Raimondi, Tirrito, Mastrototaro. All. El Sheik.
Saronno: Cortese, Panzeri, Della Volpe, Pacifico, Sposito, Pisoni, Greco, Niesi, Surace, Scavo, Ceci (21’ st Puricelli). A disposizione: Giorgetti, Giudici, Massironi, Deservi, Raiola, Mangione. All. Antonelli.
Arbitro: Pasculli di Como.
Marcatori: pt: 13’ e 35’ Volpi (A); st: 44’ Pacifico (S).
All’11 i padroni di casa, ultimi in classifica, passano in vantaggio su rigore fischiato per il fallo di Pacifico su Dragoni. Sul dischetto si presenta Volpi che va a segno. Al 35’ ecco il raddoppio: pasticcio del Saronno, ne approfitta nuovamente Volpi. Il secondo tempo regala ben poche emozioni e il gol di testa sul finale di Pacifico, che approfitta di un corner, serve a poco al Saronno. Finisce 2-1.

PAVIA-TREZZANO 2-0 (1-1)
Pavia: Pantaleo, Coviello, Russo, Troiano, Severino, Fogacci, Serafini (74’ Losi), Rescio, Chiaria (64’ Simoncini), Mangiarotti, Bertocchi (70’ Franchini). A disposizione: Scaffia, Capobianco, Pierini, Berretta. All. Buglio
Trezzano: Bunt, Allegretti, Dolce, Monetti, Contini, Di Maggio (64’ Genovese), Filadelfia, Cozzi (85’ De Feudis), Cataldo, Checchi, Puggioni (60’ Maragno). A disposizione: Moro, Nappi, Romano, Ruberto. All. Rossi.
Arbitro: Longoni di Seregno.
Marcatori: pt: 3’ Mangiarotti (P); st: 10’ Bertocchi (P).
Il Pavia si sbarazza del Trezzano con un gol per tempo. Al 3’ arriva l’eurogol dal limite di Mangiarotti; il raddoppio avviene al 10’ della ripresa con Bertocchi che riceve il cross basso di Chiaria e scaraventa in porta il 2-0. Rescio sfiora il 3-0 all’80 con un sinistro al volo, pallone sulla traversa.

CALVAIRATE-BRERA 1-1 (0-1)
Calvairate: Casanova, Paloschi, Resmini, Zanettini, Barazzetta, Manzoni, Zappettini, Stefania, Gentile, Cecere, Cangelosi. A disposizione: Ciaralli, Sarina, Corti, Visigalli, Corona, Montanari, Cutolo. All. Nichetti.
Brera: Cavioni, Fronda, Muscarella, Balogou, Audino, Borromeo, Khomeri, Cosmai, Cataldi, Daghetti, Necchi. A disposizione: Kone, Bonfieni, Bertola, Lossani, Sokol, De Nguidjol, Ramadan. All. Mazza.
Marcatori: pt: 30’ Daghetti (B); st: 30’ Montanari (C).
Partita ricca di emozioni con n goal per parte, vantaggio neroverde a metà primo tempo con Daghetti e pareggio avversario a un quarto d’ora della fine (goal del numero 17). Anche due rigori sbagliati: a pochi minuti dall’intervallo è il Calvairate a fallire il possibile pareggio (solo rimandato), mentre all’88’, dopo numerose occasioni sprecate, è bravo il portiere avversario a neutralizzare il tiro dal dischetto di Mehdi.

union cassano-sesteseUNION VILLA CASSANO-SESTESE 1-3 (0-1)
Union Villa Cassano: Migliorin, Lombardo, Brivio, De Dionigi, Barni (20’ st Moretti), Di Dio , Colombo M., Bianchi, Fusco (dall’11 st Shala), Comani, Kate (20’ st Di Lauro). A disposizione: Seitaj, Leone, Cobianchi, Colombo E. All.: Barban.
Sestese: De Bernardi, Del Vitto, Gibelli, Leontini, Folcia, Roncari M., Blanda, Nalesso, Travaini (42’ st Scalamandrei), Salvatore (14’ st Fronte), Morelli (14’ st Binda). A disposizione: Didoni, Bottone, Cantarella, Imperioso. All.: Roncari.
Arbitro: Cendamo di Sesto San Giovanni.
Marcatori: pt: 24’ Blanda (S),; st: 4’ Blanda (S), 12’ Travaini su rig. (S), 35’ De Dionigi (U).
L’Union Villa Cassano continua la sua striscia negativa e subisce la Sestese per quasi tutta la gara e ora vede, nell’anticipo di sabato a Melzo, alle 20.30, contro il Brera, una gara salvezza.
Passa la Sestese al 24’ con un bel colpo di testa di Blanda che sorprende Migliorin. Al 30’ sbaglia il raddoppio da buona posizione Travaini. 31’: su corner colpo di testa di Nalesso, ma Migliorin blocca.
Nel secondo tempo raddoppia la Sestese al 4’ con Blanda che fugge in contropiede e calcia, prima respinta di Migliorin ma sui piedi di Blanda che controlla e insacca agevolmente. Annullato un gol all’Union all’11. Sul ribaltamento l’arbitro punisce con un rigore un intervento di Blanda su Barni. Rigore che Travaini, al 12’ trasforma nonostante la deviazione di Migliorin. De Dionigi al 35’ di testa  fulmina De Bernardi; al 43′ arriva la traversa di Bianchi al 43’ con De Bernardi in ritardo. Finisce 3-1 e la Sestese adesso vede la salvezza.

LA FOTOGALLERY

FENEGRO’-VITTUONE 5-2 (4-2)
Fenegrò
: Boari, Di Stefano, Castroflorio, Lo Jacono, Evola, Bello, Scavone (76′ Marrapodi), Frigerio, Fioroni (90′ Giambrone), Schiavano, Sow. A disposizione: Bianchi, Favero, Bressi, Menga, Ferrario. All. Stincone.
Vittuone: Rossi, Innamorato, Muminovic (39′ Corda), Bongiasca, Picone, Turconi, Fulciniti, Granata, Gibellini (73′ Orlandi), Pepe (80′ Castiglioni), Parrello. A disposizione: Bollini, Abate, Zambon, Grandesso. All. Villa.
Arbitro: Ferretti di Brescia.
Marcatori: pt: 13′ Granata (V), 15′ Bello (F), 17′ Schiavano (F), 21′ Fioroni (F), 33′ Schiavano (F), 42′ Gibellini (V); st: 42′ Sow (F).
Pioggia di gol a Fenegrò dove sono gli ospiti a passare in vantaggio con Granata che sfrutta un batti e ribatti. Bello pareggia i conti dopo due minuti con un colpo di testa su punizione. Nel giro di sei minuti il Fenegrò piazza altre due reti con Schiavano e Fioroni; al 33′ arriva il 4-1 con Schiavano che anticipa il difensore su cross di Sow. Il Vittuone accorcia prima dell’intervallo con Gibellini; nella ripresa i padroni di casa controllano e piazzano il 5-2 nel finale con Sow, di testa su assist di Castroflorio.

RISULTATI E CLASSIFICA

in redazione Elisa Cascioli