Eccellenza 21^ – Arconatese e Verbano a reti bianche, Cassano ko. Bene il Saronno, male il Busto 81

0
42

CESATE – Con gli occhi della tigre, il Saronno sbrana la Sestese. Seconda vittoria consecutiva per 3-1 per la formazione di Antonelli che ripete la goleada di Vittuone, disputando una partita ai limiti della perfezione. Successo confezionata nel primo tempo in cui gli amaretti mettono subito in chiaro le cose, facendo centro prima con Sposito e poi con Greco tenendo a distanza di sicurezza gli avversari. Finiti poi nella ripresa da Surace che mette il punto esclamativo sul successo biancoceleste con un gol da vero rapace d’area. Per l’Fbc la salvezza è sempre più vicina.

SaronnoPRIMO TEMPO – Vincere è difficile, riconfermarsi di più. L’Fbc torna tra le mura amiche, reduce dal pokerissimo di Vittuone, per dare continuità ai propri risultati. E’ il primo vero snodo cruciale per la stagione biancoceleste. Gli ultrà del Fronte lo sanno ed infatti l’atmosfera al Comunale di via Dante è quella della grandi occasioni, come all’esordio con l’Arconatese. Cori e fumogeni trascinano il Saronno subito al gol con Sposito che svetta più in alto di tutti sul cross di Pacifico e spinge in rete la palla dell’1-0, al 7’. Il 4-3-1-2 esalta le qualità degli amaretti in fase offensiva e mette in seria difficoltà la difesa ospite. Che poco dopo si dimentica di Greco, lasciato libero di prendere la mira e fulminare per la seconda volta Martignoni con un destro preciso che si insacca nell’angolino basso, al 13’. Un avvio impressionante dell’undici casalingo che dopo nemmeno un quarto d’ora di gioco può già festeggiare un vantaggio rassicurante sulla formazione ospite, nonché diretta inseguitrice in campionato. Compattezza ed equilibrio: sono queste le parole chiave del primo tempo del Saronno che con ordine elude ogni tentativo di reazione da parte della Sestese, finora non pervenuta. Non è finita, i padroni di casa hanno ancora fame e si buttano in avanti alla ricerca del tris, sfruttando anche l’effetto sorpresa: al 27’ Greco impegna i guantoni dell’estremo difensore della Sestese con un traversone dalla destra, simile ad un tiro, che per poco non pesca l’incrocio dei pali. Come direbbero i grandi intenditori, la squadra di Antonelli si difende attaccando, senza correre mai un rischio.

SesteseSECONDO TEMPO – Pronti, via ed ecco il tris: Martignoni è troppo indeciso e si lascia bruciare Da Surace che gli ruba palla e fa 3-0. Gol a freddo, in tutti i sensi, che mette ko, forse definitivamente, la Sestese. Che prova ad alzare il baricentro, ma non riesce mai ad essere effettivamente pericolosa dalla parti di Cortese. Bertelli, il mister degli ospiti, usa due delle sostituzioni a sua disposizione per aumentare il peso offensivo dei suoi, ma la sinfonia non cambia. Si continua a suonare sempre e solo lo spartito dell’Fbc che erige un muro di fronte alla propria area di rigore. La strategia funziona anche perché con dei mastini come Fall, Sposito e Greco in mediana non è permesso il passaggio. Solo al 26’ della ripresa si riapre uno spiraglio di rimonta per gli ospiti: tocco di mano in area di un difensore biancoceleste e calcio di rigore per la Sestese, trasformato poi da Bottone che rimette in discussione, se possibile, il risultato finale. Non sembra però bastare un gol per destabilizzare la squadra di Antonelli che nel finale si rigetta di nuovo all’attacco. Il poker non arriva, ma va bene così.

I MIGLIORI IN CAMPO
Surace (Fbc Saronno) voto 7:
Dalla trequarti in su comanda lui con carattere. Alla festa del gol non può mancare e firma l’ennesimo gol con il solito killer istinct tipico di un numero 9.
Bottone (Sestese) voto 6: Giornata sciagurata per la sua squadra che non ne indovina una. Lui prova a dare una svolta alla partita con delle belle giocate e con un gol su rigore che però non basta.

IL TABELLINO
FBC SARONNO – SESTESE 3-1 (2-0)
Fbc Saronno:
Cortese, Panzeri, Della Volpe, Pacifico, Sposito, Pisoni, Greco, Fall (37’ st Deservi), Surace (44’ st Niesi), Scavo, Ceci (45’ st Giudici). A disposizione: Lodini, Massironi, Raiola, Bonfante. All: Antonelli.
Sestese: Martignoni, Del Vitto, Barbagallo (47’ st Fronte), Cozzi, Folcia, Roncari (1’ st Binda), Blanda, Mantegazza, Travaini (6’ st Bottone), Midali, Morelli. A disposizione: Didoni, Boscolo, Nalesso. All: Roncari.
Arbitro: Marra di Mantova (Farah – Seleroni)
Marcatori: pt: 7’ Sposito (F), 13’ Greco (F); st: 5’ Surace (F), 26’ Bottone (S)

 

 Inviato Alessio Colombo

LE ALTRE PARTITE

PAVIA – UNION VILLA CASSANO 3-0 (1-0)
Pavia: Scaffia, Simoncini, Russo, Troiano (dal 36’ st Chiaria), Severino, Fogacci, Coviello, Carollo, Franchini (dal 28’ st Pierini), Mangiarotti, Bertocchi (dal 16’ st Losi). A disposizione: Pantaleo, Serafini, Capobianco, Rescio. All.: Buglio
Union Villa Cassano: Seitaj, Lombardo, Brivio, De Dionigi, Barni (dal 31’ st Colombo E), Comani, Di Dio, Bianchi, Fusco (dal 37’ st Moretti), Nocciola (dal 40’ pt Leone), Sansonetti. A disposizione: Ndiaye, Favro, Shala, Brebbia. All.: Barban
Arbitro: Capriuolo di Bari (Golzi – Delle Monache)
Marcatori: 11’ Mangiarotti (P); 29’ st Mangiarotti (P), 36’ st Chiaria (P)
Tris del Pavia in casa contro la rivale Union Villa Cassano, che cade sotto i colpi dei biancoblu di Buglio. Padroni di casa subito in vantaggio con Mangiarotti che all’11 fa 1-0 con un calcio di punizione imparabile. E’ solo l’inizio di un pomeriggio ricco di gol per il Pavia che raddoppia sempre con Mangiarotti allo scoccare della mezz’ora nella ripresa: dopo aver sprecato non poche chance per segnare il numero 10 biancoblu finalmente la butta dentro in sospetta posizione di fuorigioco. Poi entra Chiaria e mette il punto esclamativo su una vittoria fondamentale, segnando dopo solo un giro d’orologio dal suo ingresso in campo e firmano il 3-0 finale.

TREZZANO – FENEGRO’ 3-2 (0-1)
Trezzano: Bunt, Allegretti, Dolce, Cataldo (31’st Maragno), Contini, De Lucia, Filadelfia, Cifarelli(10’st Puggioni), Colombo, Checchi, Ravasi. A disp.: Moro, Genovese, Romano, Nappi, Ruberto. All. Rossi
Fenegrò: Boari, Bressi (17’st Frigerio), Di Stefano, Bello, Evola, Favero, Scavone(27’st Sanfilippo), Lo Jacono, Fioroni, Schinetti, Sow. A disp.: Bianchi, Menga Riaz, Marrapodi, Giambrone, Corti. All. Pilia
Arbitro: Davide Zirafa di Bergamo
Marcatori: pt: 31′ Fioroni(F) st: 39′ e 33′ Ravasi(T), 46′ Sow(F) 48′ Maragno(T)
Note – Espulso Favero al 70′ per doppia ammonizione
Partita scoppiettante tra Trezzano e Fenegrò, che si risolve a favore dei padroni di casa. Anche se ad aprire le marcature sono gli ospiti con Fioroni al 31’ che dopo un’azione confusa a centroarea spedisce in rete indisturbato il pallone del vantaggio ospite. Ma Ravasi non ci sta e sigla il pari che viene però vanificato al tramonto della prima frazione dalla rete in scivolata di Sow che ritrova il vantaggio al 46’. Ancora Ravasi però si intromette tra il Fenegrò e la vittoria, scaraventando in rete la palla del nuovo pareggio, ribattuta in area dopo la punizione di Filadelfia. Nel finale arriva la beffa per gli ospiti che subiscono un altro gol: questa volta è Maragno a siglare la rete che vale il successo gialloblu e che scatena la festa sugli spalti.

SANCOLOMBANO – VERBANO 0-0
Sancolombano: Ziglioli, Giavardi, Ioance, Azzaro, Tacchinardi, Cirillo, Albertini (14´ st Cospito), Milani, Ingribelli, Goretti (30´ st Fogu), Squintani. A disposizione: Lacchini, Dorigo, Vidali, Geamanu, Ricotti. All.: Marchesi
Verbano: Spadavecchia, Scarcella, Sorrentino, Rasini, Verde M., Dal Santo, Malvestio, Caputo (47´ st Jelmini), Licciardello, Verde F. (30´ st Caliman), Napoli. A disposizione: Papaluca, Beghi, Lunardon, Amelotti, Bensch. All.: Celestini
Arbitro: Carnelli di Monza (Marchese – Campagna)
Note – Espulsi: 41´ st Squintani
Partita incolore per il Sancolombano che si porta a casa l’ennesimo pareggio a reti bianche. Questa volta però vale la pena vedere il bicchiere mezzo pieno anche perché di fronte ai rossoblu c’era il Verbano, una delle favorite per la Promozione in Serie D. Poche emozioni nel primo tempo, ma ancora meno nella ripresa. Prevale dunque l’equilibrio tra due squadre tutto sommato ben organizzate, in grado di non subire ma nemmeno di offendere seriamente. Passo indietro per il Verbano che perde sensibilmente contatto dalla testa della classffica, passo avanti per il Bano, ora a meno cinque dai playoff.

ARCONATESE – ACCADEMIA PAVESE 0-0
Arconatese: Ghirardelli, Dell’Aera, Vavavssori, Bianchi, Volpini, Borghesi, Appella, Balacchi, Guarda, Rampinini, Ferrè. A disposizione: Fera, Locatelli, Moriggi, Gorla, Anelli, Giordano, Spadaccino. All: Antonelli.
Accademia Pavese: Migliari, Monopoli, Vernocchi, Di Paola, Serao, Bigioni, Maggi, Doria, Troiano, Gaudio, Dragoni. A disposizione: Flommi, Castelli, Fugazza, Silva Reis, Carbone, Comincini, Bottini. All: D’Amico.
Arbitro: Bonacina di Bergamo (Dioretico – Giordano)
Altro match terminato a reti bianche, quello tra Arconatese e Accademia Pavese, condizionata probabilmente anche dal terreno di gioco non in perfette condizioni. Insomma poco spettacolo, nessuna rete, ma nemmeno patemi per la squadra di casa che continua la sua marcia in testa al gruppo.

LOMELLINA – ACCADEMIA VITTUONE 3-2 (2-1)
Lomellina: Basso, Sala (25’ st Bardone), Plado, Gonella, Eugenio, Morabito, Bamba (36’ st Versuraro), Giordano, Berberi, Amello, Buscaglia. A disposizione: Lorenzon, Bardone, Versuraro, Fiore, Rabaioli, Dodaj, Pellicani. All: Civeriati.
Accademia Vittuone: Rampoldi, Bianchi, Muminovic, Bongiascha, Turconi, Becchi, Fulciniti (36’ st Orlandi), Salmoiraghi, Gibellini, Ghidoli (14’ st Pepe), Corda (14’ st Bollini). A disposizione: Rossi, Parrello, Granata, Picone, Bollini, Pepe, Orlandi. All: Baroni.
Arbitro: Pasculli di Como (Casati – Chemmami)
Marcatori: pt: 8’ Eugenio (L), 18’ Ghidoli (V), 31’ Berberi (L); st: 33’ Buscaglia (L), 44’ … (V)
Si sveglia troppo tardi il Vittuone per recuperare un match già in mano al Lomellina. Subito in vantaggio i padroni di casa con Eugenio all’8’ minuto. Ghidoli pareggia dieci minuti più tardi, ma bomber Oltjan Berberi mette a segno il gol del nuovo sorpasso del Lomellina alla mezz’ora del primo tempo. Nella ripresa poi Buscaglia firma il tris e mette in ghiaccio la partita, nonostante un ultimo tentativo, rivelatosi inutile, degli ospiti che al tramonto della riresa accorciano le distanze, senza poi riuscire nell’impresa di riacciuffare il pari.

CALVAIRATE – BUSTO 81 1-0 (0-0)
Calvairate: Casanova, Paloschi, Resmini, Zanettini, Cosentino, Barazzetta, Corona (40’ st Binda), Stefania (28’ st Panepinto), Zappettini, Sarina, Cangelosi (22’ st Visigalli). A disposizione: Corti Vi, Manzoni, Corti Va, Penepinto, Binda, Visigalli. All: Nichetti.
Busto 81: Heinzl, Manuzzato, Coppola, De Spa, Lombardi, Martegani (37’ st Senesi), Cannizzaro, Caon (36’ st Baglio), Urso, Casorati, Moro. A disposizione: Mantovani, Baglio, Senesi, Moroni, Soldi, Rappa, Passafiume. All: Tricarico.
Arbitro:
Marcatori: st: 89’ Zappettini (C)
Vittoria all’ultimo respiro del Calvairate contro il Busto 81. Zappettini regala un successo fondamentale tra le mura amiche alla formazione di Nichetti che rilancia la propria corsa in mezzo al gruppo e ferma i biancorossi di Tricarico. L’ultimo successo dei bustocchi risale all’11 dicembre contro il Fenegrò. Da quel momento il Busto 81 ha collezionato una serie di risultati deludenti, ben 5 gare senza l’ombra di una vittoria, che hanno condizionato la classifica. Dalla vetta i biancorossi scivolano così alla base della zona playoff a rischio esclusione.

ARDOR LAZZATE – ATLETICO SAN GIULIANO 1-0 (1-0)
Ardor Lazzate: Mauri, Pozzobon, Carrafiello (73’ Borlina), Cicola, Bernello, Sala, Passoni, Proserpio (92’ Galli N), Iacovelli, Tremolada, Giglio (79’ Marzorati). A disposizione: Del Gaudio, Borlina, Buccini, Galli N, Galli S, Marzorati, Ceppi. All: Campi.
Atletico San Giuliano: Valsecchi, Caimi, Baiardi (52’ Raimonidi), Brandi, Dragoni, Fondrini, Venturiero (79’ Merafina), Cannistrà, De Filippis, Cicciarella (56’ Marchetti). A disposizione: Boscolo, Rapelli, Carluccio, Raimondi, Marchetti, Merafina, Mastrototaro. All: El Sheik.
Arbitro: Mori di La Spezia (Perali – Fantini)
Marcatori: pt: 38’ Proserpio (L)
Note – Espulsi: Cicola
L’Ardor sa solo vincere. Un altro successo per la formazione gialloblu che dà continuità alla propria rimonta sulla testa della classifica. A decidere questo match ci pensa il ds Proserpio che triangola con Giglio e tutto solo davanti al portiere mette a segno il gol partita. Confronto ricco di emozioni soprattutto nel primo tempo quando gli ospiti colpiscono un palo in apertura. Nel finale poi Iacovelli avrebbe l’occasione per arrotondare e metter in ghiaccio il risultato, ma spreca una grande palla gol che comunque non cambia la sostanza di questa sfida. Altri tre punti per la formazione di Lazzate ora in piena zona playoff. Sono i gialloblu la vera rivelazione di questo campionato.

RISULTATI E CLASSIFICA

 

 In redazione Alessio Colombo