Eccellenza 18^ – Arconatese in testa, perdono Busto 81 e Verbano. Tre partite rinviate

0
22

OLGIATE OLONA – Il Busto 81 ricomincia la sua corsa ospitando sul campo di Olgiate il fanalino di coda Atletico San Giuliano. 4-3-3 per i padroni di casa, 4-2-3-1 per gli ospiti con Brandi, Vettraino e Pignatiello a supporto dell’unica punta Volpi. Nel primo tempo l’Atletico gioca meglio, riesce a trovare i contropiedi giusti con la velocità degli esterni e mette in difficoltà un Busto 81 che crea solamente un paio di occasioni. Nella ripresa gli uomini di Tricarico rientrano in campo con un altro piglio, ma non basta: il San Giuliano è cinico nel chiudersi e ripartire e a 10′ dalla fine trova il gol del vantaggio. Il Busto 81 spreca qualche occasione di troppo e a fine partita il risultato è di 0-1.

PRIMO TEMPO – Il Busto 81 parte con il piede sull’acceleratore: al 3′ Coppola libera Caon al limite dell’area, ma il destro del nuovo arrivato termina sul fondo. Gli ospiti reagiscono con una bella combinazione in contropiede: Vettraino si invola sulla destra e premia l’inserimento di Brandi, è bravo Heinzl a mettere in corner. Al 13′ l’arbitro Damiani annulla il vantaggio del San Giuliano: sul bel traversone di Cannistrà, Heinzl toppa l’uscita e perde il controllo della palla; per il direttore di gara è fallo di Volpi. Per reagire i padroni di casa si affidano al solito cross di Coppola dalla sinistra, questa volta per Casorati, che calcia centrale. Il Busto 81, però, nella prima mezz’ora appare contratto e poco incisivo dinanzi a una formazione ospite che invece è vivace con gli esterni e riparte sempre in contropiede. Al 40′ il San Giuliano sfiora ancora il gol del vantaggio, questa volta per un pasticcio tra Broggini e Heinzl: l’estremo difensore bustocco rinvia addosso a Brandi, ma la palla finisce fuori di poco. L’arbitro perde di mano la gara, che si incattivisce con frequenti scontri tra i giocatori. Caon riceve un cartellino giallo per una brutta entrata con la gamba tesa, Manuzzato per aver fermato un contropiede. Senza nuove occasioni, la partita arriva all’intervallo sullo 0-0.

SECONDO TEMPO – Tricarico corre subito ai ripari inserendo Urso per Martegani. I padroni di casa ricominciano con un altro piglio e al 3′ arriva l’incrocio dei pali colpito da Caon dalla distanza. Subito dopo il Busto 81 sfonda di nuovo proprio con Urso, ma Caimi respinge sul passaggio per Aloe. Dopo un minuto i neri vanno ancora al tiro, questa volta con Moro. L’intervallo ha decisamente avuto l’effetto di risvegliare dal torpore gli uomini di Tricarico. Dopo i fuochi d’artificio iniziali, però, il Busto 81 torna a manifestare nervosismo e difficoltà di manovra. Fino al 15′, quando Fodrini buca sulla palla pennellata da Caon e Urso ha una clamorosa opportunità dal lato sinistro dell’area: altro incrocio dei pali colpito dal Busto 81. Nel momento di maggior spinta per i padroni di casa i due centrali difensivi dell’Atletico non mollano un colpo e, anzi, ci sarebbe una chance in contropiede per Volpi, fermato in fuorigioco. Al 25′ il San Giuliano si gioca il primo cambio, inserendo Raimondi per Mattiolo. Alla prima sbandata degli ospiti, il Busto 81 sfiora ancora il vantaggio: Fondrini è impreciso in chiusura su Aloe, la palla finisce a Urso che ancora una volta non ne approfitta. La maledizione di Urso continua, con il numero 18 che si divora un altro gol calciando altissimo dal centro dell’area. L’Atletico, nel suo momento di maggiore difficoltà, trova il vantaggio: Cannistrà, servito da Caimi, è magistrale nel saltare due uomini sulla sinistra. Heinzl respinge il tiro, ma Volpi è il più lesto e insacca per l’1-0. L’Atletico utilizza al 41′ i due restanti cambi e si chiude in area, provando a resistere alla reazione del Busto 81. Aloe libera Lombardi al tiro, ma il capitano trova solo il corner: Manuzzato stacca di testa senza trovare la porta. I bustocchi guadagnano un altro angolo col tiro di Urso deviato, ma nella mischia nessun giocatore dei padroni di casa riesce a calciare in rete. Il San Giuliano spreca con i nuovi entrati Venturiero e Baiardi una grande occasione da gol in ripartenza, ma non c’è più tempo per il Busto 81: i padroni di casa si arrendono ad un’avversaria che ha gettato il cuore oltre l’ostacolo.

I MIGLIORI IN CAMPO
Aloe (Busto 81) 6.5: gli manca il gol, ma le occasioni migliori non sono capitate sui suoi piedi. Spina nel fianco per la difesa ospite, fa un grande movimento davanti, dialoga coi compagni e li libera spesso al tiro. Generoso.
Dragoni (Atletico San Giuliano) 7.5: se il buon giorno si vede dal mattino, l’Atletico ha pescato un jolly con questo colpo di mercato in entrata. Arrivato dal Crema, il difensore sfodera una prestazione straordinaria dominando nel gioco aereo e dimostrandosi preciso e puntuale su ogni intervento. La coppia di centrali è stata per il San Giuliano l’arma in più in questa partita.

I COMMENTI
Tricarico (all. Busto 81): «Abbiamo regalato un tempo, questo non ce lo possiamo permettere. Anche se il risultato è eccessivo perché nella ripresa, a parte il gol, non abbiamo concesso occasioni e anzi abbiamo fatto la partita. Però se vogliamo stare tra le prime non possiamo giocare solo 45 minuti».
El Sheikh (all. Atletico San Giuliano): «Avevamo impostato la partita proprio per puntare sul contropiede e per approfittare di eventuali cali fisici degli avversari. A parte un paio di sbavature abbiamo fatto una gara perfetta. Lavoriamo benissimo, sono molto contento di quello che stiamo facendo e penso che anche il verdetto del girone d’andata sia stato bugiardo».

IL TABELLINO
Busto 81 – Atletico San Giuliano 0-1 (0-0)
Busto 81: Heinzl 5.5, Manuzzato 5.5, Coppola 6.5 (dal 15′ st Soldi 6), Broggini 6, Lombardi 6.5, Martegani 5.5 (dal 1′ st Urso 5.5), Cannizzaro 6, Caon 6, Aloe 6.5, Casorati 5.5, Moro 6. A disposizione: Mantovani, Gheller, Cimino, Moroni, Passafiume. All.: Tricarico.
Atletico San Giuliano: Valsecchi 6.5, Caimi 7, Fodrini 5.5, Brandi 6.5 (dal 41′ st Venturiero sv), Dragoni 7.5, Fondrini 7, Mattiolo 6.5 (dal 25′ st Raimondi 6), Cannistrà 7.5, Volpi 7, Vettraino 6, Pignatiello 6 (dal 41′ st Baiardi sv). A disposizione: Boscolo, Carluccio, Marchetti, Mastrototaro. All.: El Sheikh.
Marcatori: st: 34′ Volpi (A).
Arbitro: Sig. Damiani di Sondrio (assistenti Marchese di Pavia e Lo Calio di Seregno).
Note: Spettattori 150 circa. Pomeriggio soleggiato e ventoso. Terreno di gioco in discrete condizioni. Ammoniti: Lombardi (B), Caon (B), Manuzzato (B), Dragoni (A), Aloe (B), Fodrini (A). Angoli: 7-3. Recupero: 1′ + 3′.

Inviato Filippo Antonelli

Le altre partite

ARCONATESE – FBC SARONNO 2-1 (2-1)
Arconatese: Ghirardelli, Vavassori, Bianchi, Appella, Volpini, Borghesi, Dell’Aera, Balacchi, Guarda, Di Gennaro (39’ st Spadaccino), Rampinini (27’ st Giordano). A disposizione: Rogora, Spadaccino, Giordano, Moriggi, Anelli, Pisoni, Gorla. All: Livieri.
Fbc Saronno: Cortese, Panzeri, Della Volpe, Pacifico, Sposito, Pisoni, Greco, Fall (30’ st Massironi), Surace (27’ st Niesi), Scavo, Ceci (35’ st Bonfante). A disposizione: Lodini, Giudici, Massironi, Deservi, Puricelli, Niesi, Bonfante. All: Antonelli.
Arbitro: Pileggi di Bergamo (Annoni – Bevilacqua)
Marcatori: pt: 12’ Surace (S), 17’ Rampinini (A), 45’ Di Gennaro (A)
Riparte con un successo l’Arconatese che battendo il Saronno sorpassa il Verbano e fugge in vetta. Match da subito frizzante tra i gialloblu e l’Fbc che segnano ben tre gol nel primo tempo. Al 12’ Surace porta in vantaggio gli ospiti, sfruttando alla perfezione il suggerimento di Pisoni. L’Arconatese non sta a guardare e pareggia subito al 17’ con Rampinini che realizza il gol dopo un’azione confusa a centro area. Molti i dubbi sulla regolarità della sua posizione, probabilmente di fuorigioco. L’arbitro però dice che è tutto regolare. Il Saronno preme alla ricerca del nuovo vantaggio ma è Di Gennaro a trovare il gol che vuol dire 2-1 per i padroni di casa, allo scadere dei primi quarantacinque minuti. Nella ripresa molte occasioni soprattutto da palle inattive, ma nessuna delle due squadre riesce più a trovare la via della rete. A dire il vero l’Arconatese sì con Dell’Aera che corregge in rete un tiro respinto da Cortese. Ma l’arbitro dice che è fuorigioco e manda tutti sotto la doccia sul 2-1. Che fa risprofondare negli abissi dei dubbi e dell’incertezza l’Fbc di Antonelli.

ARDOR LAZZATE – VERBANO 3-2 (2-1)
Ardor Lazzate: Mauri, Pozzobon, Carrafiello, Cicola, Bernello, Sala, Marzorati, Galli, Iacovelli, Tremolada, Proserpio. A disposizione: Del Gaudio, Fasoli, Buccini, Grassi, Ceppi, Ferrario, Giglio. All: Campi.
Verbano: Spadavecchia, Scarcella, Napoli, Scaratti, Bratto, Sorrentino, Malvestito, Del Santo, Lucciardello, Amelotti, Verde F. A disposizione: Papaluca, Verde M, Rasini, Lunardoni, Talarita, Bernasconi, Caliman. All: Celestini.
Arbitro: Lacertosa di Sesto S. Giovanni (Signorelli – Marini)
Marcatori: pt: 17’ (V) Verde, 19’ Iacovelli (A), 38’ Tremolada (A); st: 34’ (V) Caliman, 43’ Iacovelli (A)
Partita scoppiettante tra Ardor Lazzate e Verbano che non se le mandano a dire. Alla fine la spunta di misura la squadra di casa con una doppietta di Iacovelli, che guida i nerazzurri dopo un brutto inzio. A passare in vantaggio per primo è infatti il Verbano al 17’ con Verde. Ma i rossoneri si fanno recuperare dall’Ardor al 19’. Poi Tremolada firma il sorpasso al tramonto del primo tempo. Siamo solo a metà di un match davvero divertente che nella ripresa regala ancora molte emozioni. Nel finale di ripresa gli ospiti provano la reazione e pareggiano con Caliman. Iacovelli non ci sta e a meno due dalla fine firma la doppietta che decide il match e regala i primi tre punti dell’anno all’Ardor.

ACCADEMIA PAVESE – TREZZANO 2-1 (1-0)
Accademia Pavese: Migliari; Monopoli, Serao, Bottini, Vernocchi; Maggi (39’st Troiano), Gaudio, Bigioni; Dragoni, Silva Reis (33’st Di Paola), Doria A disp.: Rossignoli, Castelli, Fugazza, Comicini, Carbone All. D’Amico.
Trezzano: Bunt; Allegretti, Torrisi, Dolce, Di Maggio; De Lucia, Puggioni (5’st Ruberto), Cozzi (7’st Romano), Checchi (39’st Cataldo); Filadelfia; Ravasi A disp.: Moro, Iiritano, Nappi, Taverniti All. Uzzardi.
Arbitro: Mihalache di Terni
Marcatori: pt: 47′ Gaudio(A), st: 27′ Ruberto(T), 30′ Gaudio(A)
Note – Espulsi: Torrisi
Vittoria di rigore dell’Accademia Pavese che rivede la luce nei bassifondi della classifica. Parte subito la forte la squadra di casa. Dopo 5 giri d’orologio Bigioni colpisce di testa a due passi dalla porta, ma Allegretti salva sulla linea. Dopo tanti tentativi l’Accademia Pavese passa con il rigore di Gaudio che realizza dal dischetto per il vantaggio pavese. Nella ripresa serve Bunt al Trezzano per salvare più volte il match. Con un pò di fortuna, che a volte non guasta, gli ospiti trovano il pari. Al 27’ Ruberto ribatte in rete un’azione rocambolesca che finisce proprio con la deviazione di schiena del giocatore gialloblu. Ma alla fine ancora dal dischetto Gaudio risolve il match, con cui l’Accademia Pavese si riavvicina alla zona salvezza. Il Trezzano invece rivede i fantasmi della retrocessione.

ACCADEMIA VITTUONE – SANCOLOMBANO 0-0
Accademia Vittuone: Rampoldi, Bianchi, Muminovic, Bongiasca (13´ st Chiodini), Longo, Becchi, Fulciniti, Turconi, Gibellini (38´ st Pepe), Ghidoli (26´ st Zanaboni), Salmoiraghi. A disposizione: Rossi, Picone, Bollini, Corda. All.: Bonetti
Sancolombano: Ziglioli, Salvini, Ioance, Milani, Tacchinardi, Dorigo, Albertini, Goretti, Pernatsch (19´ st Geamanu), Ingribelli (33´ st Cospito), Squintani (30´ st Ricotti). A disposizione: Lacchini, Cirillo, Giavardi, Ruggeri. All.: Tassi
Arbitro: Avogadro di Bergamo (Golzi – Campagna)
Note – Espulsi: 34´ st Longo
Ancora un pari senza reti per il Sancolombano sul campo dell’Accademia Vittuone. Buon primo tempo per gli ospiti che in avvio vanno più volte vicino al gol. Con Albertini e con Pernatsch su punizione. Dopo quarantacinque minuti in pieno controllo il Sancolombano sfiora il vantaggio allo scadere, con Squintani che centra un palo clamoroso. Secondo tempo piatto che va in archivio con una sola emozione nel finale: al 90’ nessuno riesce a sfruttare l’ottimo cross di Albertini, ultima chance per gli ospiti di portarla a casa. Il Bano mantiene comunque le distanze dal Saronno e continuano la loro marcia a ridosso della zona playoff.

 

Fenegrò – Calvairate, Sestese – Brera e Union Villa Cassano – Lomellina rinviate a data da destinarsi.

 

In redazione Alessio Colombo

RISULTATI E CLASSIFICA