21.4 C
Comune di Varese
Home Pro Patria Dro di misura sulla Pro Patria

Dro di misura sulla Pro Patria

0
Dro di misura sulla Pro Patria

Dro (TN) Chi ha paura del Dro? Non scherziamo, vero? E invece con Santana, Colombo e Bortoluz a casa, l’oroscopo prevede astri di traverso. Il ritorno in campo dopo tre settimane ha infatti il sapore del tranellone con il Dro che capitalizza la rete di Pilenga (con decisiva deviazione di Ferraro). Ora converrà tenersi stretti i playoff. A fine gara Ferraro ha un lungo faccia a faccia con i tifosi.

Formazione dettata dalle circostanze e da qualche guizzo bonazziano. Il tecnico biancoblu rischia infatti Scuderi pur di mettere Gionta in porta. In mediana torna Santic mentre davanti Gherardi è la controfigura di Santana. Per il resto, le solite verze. Dall’altra parte, Soave si affida a puntuale 4-3-3 con il Leone Indomabile Amassoka a fare il guastatore d’area.

LA CRONACA

Secondo tempo

93′ finisce con un’altra sconfitta. La terza nelle ultime 4 gare: 1-0! Ferraro invita i compagni a lasciare il campo senza reagire alle provocazioni dei tifosi.

92′ Amassoka grazia ancora Gionta. Poi Casiraghi gira a lato dall’altra parte.

91′ ammonito Disabato per proteste.

90′ punizione di Mauri alta. Ancora 3′ di recupero.

88′ diluvia su Dro. La Pro non trova soluzioni.

84′ Pedone dai 20 metri, deviazione e palla a Chimini.

80′ fermato in area Cappai, timide proteste.

78′ tutto solo Amassoka, mette fuori. Sulle palle lunghe Pro imbarazzante.

75′ nuovo cross in mezzo, ancora nulla di fatto. Pressione costante, con poca pericolosità.

73′ fuori Santic per Arrigoni. Pioggia battente. Disabato dal limite fuori di poco.

68′ dentro Mauri per Gherardi. Gli ultras cominciano a perdere la pazienza.

65′ ancora Cappai nel cuore dell’area, stoppato. Cresce la Pro. Se non altro adesso c’è un po’ di pressione.

62′ entra Casiraghi per Barzaghi. Poca energia per Vaprio Express.

60′ mischione, Cappai si divincola ma non riesce a risolvere.

59′ Farimbella alto da buona posizione.

58′ la Pro Patria cerca di rendersi pericolosa scossa da qualche ruvido incoraggiamento degli ultras.

56′ destraccio di Ferraro favorito dal vento, palo scheggiato.

53′ ammonito anche Cappai. Sei gialli in una partita così, davvero troppi.

49′ Barzaghi fermato in fuorigioco, era una buona opportunità.

Sì riprende senza cambi, pioggia in arrivo.

La Pro Patria ha bisogno di scuotersi. Il clima tra i panchinari biancoblu è parecchio rilassato. Forse troppo. Tra la trentina di tifosi bustocchi clima sullo scoramento tendente depressione.

Primo tempo

47” si chiude dopo 2′ di recupero. Primo tempo inconcludente della formazione biancoblu. Dro cinico il necessario.

44′ due angoli insipidi per la Pro.

41′ Gherardi si infila in area e va a terra, Galipò lascia correre.

39′ ancora Santic alto. In ombra (eufemismo) le due punte.

35′ buon inserimento di Santic, fermato.

33′ mischia nell’area trentina, a Cappai non riesce il tap in. Intanto si alza il vento al “Comunale”.

31′ ammonito anche Ferraro per un’entrata decisa a centrocampo.

24′ Disabato dal limite sopra la traversa. I gialloverdi mettono spesso la palla lunga, la Pro in imbarazzo.

23′ giallo a Zaro per fallo su Crivaro. La Pro soffre maledettamente le ripartenza locali. Al momento, non una buona prestazione.

21′ altro pericolosissimo contropiede droense, Crivaro si incarta da sola. Pro sfilacciata.

19′ primo angolo biancoblu. Zaro di testa poco sopra la traversa.

15′ per la Pro tanto gioco senza costrutto. Per il Dro, mezzo tiro e un gol.

13′ vantaggio del Dro. Lancio in profondità per Pilenga che scarica un destro innocuo, deviazione decisiva di Ferraro e Gionta spiazzato: 1-0!

10′ succede poco, Bonazzi vuole più manovra.

1′ squadre in campo con divise tradizionali. Ferraro capitano. La Pro cerca subito di fare la partita.

Campo sul cucuzzolo della montagna, alla base chalet/dogana con biglietteria. Decisamente singolare. Riscaldamento pre partita sul sintetico adiacente che verrà inaugurato in settimana. Tempo marzolino, da una parte sole, dall’altra nubi. Non piu’ di una cinquantina i tifosi locali. Presenza biancoblu limitata ma qualificata. Nell’anticipo il Ciliverghe ha sbancato Darfo (2-3 in pieno recupero). Pro Patria con 9 punti da recuperare sui gialloblu (ma con 2 gare in meno).

IL TABELLINO
Dro – Pro Patria 1-0 (1-0)
Dro
(4-3-3): Chimini; Concato (98), Molnar, Ischia, De Min (97); Bertoldi, Daldosso, Farimbella (97) (dal 68′ Binatti); Pilenga (96), Amassoka, Crivaro (96) (dal 68′ Paoli (97). A disposizione: Clementi (97), Allegretti, Ruaben, Kumrija (98), Caridi, Nicolini (99), Milicevic. Allenatore: Cristian Soave.
Pro Patria (3-5-2): Gionta (97); Scuderi (98), Zaro, Ferraro; Piras (97), Pedone, Disabato, Santic (dal 73′ Arrigoni (97), Barzaghi (96) (dal 62′ Casiraghi (97); Gherardi (dal 68′ Mauri), Cappai. A disposizione: Monzani (98), Garbini, Angioletti, Scanu (97), De Vincenzi (97), Tondini (98). Allenatore: Roberto Bonazzi.
Arbitro: Simone Galipò di Firenze (Liotta / Mancini).
Marcatore: Pilenga al 13′
Angoli: 3-5   Ammoniti: Crivaro (D), Zaro (PP), Ferraro (PP), Farimbella (D), Bertoldi (D), Cappai (PP), Daldosso (D), Disabato (PP)  Recupero: 2′ pt / 3′ st

RISULTATI E CLASSIFICA

 

Inviato Giovanni Castiglioni