Home UYBA Volley Coppa Italia, UYBA eliminata. E’ Novara a fare ancora festa

Coppa Italia, UYBA eliminata. E’ Novara a fare ancora festa

0
Coppa Italia, UYBA eliminata. E’ Novara a fare ancora festa

Dopo la gara di andata di giovedì sera al Palayamamay, persa per 3-2, la UYBA perde per 3-0 (25-20, 29-27, 25-23) il confronto di ritorno al PalaIgor contro la Igor Gorgonzola Novara e saluta la Coppa Italia ai quarti di finale. A passare il turno e a qualificarsi per le Final Four della competizione (4-5 marzo in un luogo ancora da definire), infatti, sono le piemontesi di coach Fenoglio, trascinate anche questa sera da una straripante Barun (30 punti).
Quanto alla UYBA, dopo aver sofferto per tutto il primo set, Pisani e compagne provano a scuotersi nel secondo nel quale risalgono fino al 19 pari (brava Diouf, la più continua di Busto: 22 punti per lei) e hanno per tre volte l’occasione di accaparrarsi il set, poi perso 29-27. Incredibile il finale di terzo set, fin dall’inizio dominato dalle farfalle e con una Martinez in evidenza: a risultare decisiva è l’entrata di Donà che, con tre ace, manda in visibilio il PalaIgor e porta Novara al sorpasso decisivo.

I SESTETTI – Confermati i sestetti di giovedì scorso da una parte come dall’altra. La UYBA si presenta con Signorile in diagonale con Diouf, Stufi e Pisani al centro, Martinez e Fiorin in banda e Witkowska libero. Novara risponde con Cambi in regia, Barun opposto, Chirichella e Bonifacio al centro, Plak e Piccinini in posto quattro e Sansonna libero.

 

LA DIRETTA

TERZO SET – L’avvio di terzo set è decisamente in favore della UYBA che si propone in modo positivo, determinata non scoraggiarsi ma a provare, proprio come giovedì, la rimonta (da 0-2 a 2-2). Così, Diouf e soprattutto Martinez partono in quarta (2-4), Stufi si fa notare a muro (2-5) e il +5 del 3-8 di Martinez costringe coach Fenoglio a chimare time out. Il vantaggio delle biancorosse rimane cospicuo (6-11, ancora Martinez) ed è ribadito anche da Diouf (8-12). Nella parte centrale del set, Novara rosicchia qualche punto alla UYBA (11-13, Pietersen) che, tuttavia, ristabilisce una distanza di sicurezza approfittando anche dei molti errori a servizio delle azzurre e di un calo in attacco di Barun, straripante fino a questo momento (13-16). Le farfalle conducono con sicurezza nel punteggio (15-20) fino a quando Barun, dopo aver rifiatato, si carica di nuovo la squadra sulle spalle e spaventa la UYBA (20-22). Dopo il time out chiamato da coach Mencarelli, Diouf va a terra (20-23), ma Novara risponde con Pietersen, Donà (ace) e ringrazia per l’errore di Fiorin che determina il 23-23. L’ingresso di Donà è a dir poco decisivo e sigla il 24-23 e il 25-23 ancora con altri due ace. Novara festeggia la qualificazione alle Final Four di Coppa Italia, mentre l’UYBA esce di scena.

SECONDO SET – I sestetti delle due squadre rimangono invariati rispetto al primo set. E, proprio come qualche minuto prima, Plak suona la carica alle compagne firmando il primo allungo novarese (5-3). Martinez e Diouf accorciano le distanze (7-6), ma le padrone di casa scavano un altro break grazie al muro di Bonifacio del 9-6. La UYBA non ci sta e si rifà sotto prima con Diouf (dopo un video check il suo punto risulta valido) e poi con Pisani che ristabilisce la parità: 10-10. Novara, tuttavia, trova un altro spunto (13-11, Barun), al quale risponde Diouf (13-12). In un batter d’occhio, però, le farfalle vanno ancora sotto 16-12 (ace di Barun) per qualche errore di troppo e il punteggio costringe Mencarelli a chiamare il time out per riordinare le idee ed evitare che le avversarie scappino. Il rientro in campo di Busto è positivo e, dopo il 18-14 di Chirichella che non lasciava presagire nulla di buono, Diouf si accende e trascina le compagne al -1 del 18-17 e poi al 19-19. Il finale è da cardiopalmo: Diouf è imprendibile, il suo pallonetto vale il sorpasso del 20-21 e con la schiacciata immediatamente successiva firma il 21-22. L’errore di Piccinini consente alla UYBA di scavare un break (21-23), ma il servizio in rete della stessa Diouf e la murata di Pietersen (subentrata a Piccinini) su Stufi costringono le biancorosse a rifare tutto da capo (23-23). Stufi si fa perdonare (23-24) e la schiacciata di Barun (24-24) manda le formazioni ai vantaggi. La murata di Plak su Diouf concede il set ball a Novara (25-24), annullato da Stufi (25-25). Si prosegue con Plak che è murata da Signorile (25-26), con il punto di Barun (26-26), l’errore al servizio di Chirichella (26-27) e la schiacciata di Plak del 27-27. L’ace di Cambi (malinteso tra Witkowska e Martinez) è preludio al punto del 29-27 di Novara che approfitta dell’errore di Diouf.

PRIMO SET – L’inizio di gara è decisamente in salita per la UYBA che va subito sotto (2-0) e, come proprio giovedì sera al Palayamamay, subisce l’intraprendenza di Barun e Plak. L’ace di Bonifacio e poi Chirichella allungano per Novara (5-2) che approfitta anche degli errori delle biancorosse per portarsi sul +4 del 6-2. Il gap rimane invariato (9-5) e ad ampliarlo fino al +5 dell’11-6 ci pensa la solita Plak, costringendo coach Mencarelli a chiamare il time out. Se la schiacciata out di Diouf fa piombare la UYBA al massimo svantaggio di -6, è la stessa farfalla numero 13 e poi il muro di Stufi a provare a riaprire il set (12-8) e a dare la scossa alla squadra. Busto, tuttavia, non riesce ad accorciare ulteriormente (14-10) e Chirichella la condanna di nuovo al -5 (16-11). Il set segue questo andamento anche nella parte finale: la UYBA avrebbe l’opportunità di siglare il 19-17, ma la schiacciata di Martinez è murata da Cambi che firma, dunque, il 20-16. Le piemontesi, saldamente avanti fin dalla prima battuta, non sbagliano e, trascinate da una scatenata Barun anche a muro (23-18 muro su Fiorin), conquistano il set con il risultato di 25-20 (presunta doppia di Diouf).

 

Igor Gorgonzola Novara – Unet Yamamay Busto Arsizio 3-0 (25-20, 29-27, 25-23)
Igor Volley Novara: Alberti, Cambi 4, Plak 9, D’Odorico ne, Donà 3, Pietersen 6, Bonifacio 5, Chirichella 4, Sansonna (L), Piccinini 4, Dijkema, Zannoni ne, Barun 30. All. Fenoglio, 2° Micoli. Battute errate: 11. Battute vincenti: 9. Muri: 10.
Unet Yamamay Busto Arsizio: Sartori ne, Stufi 7, Signorile 1, Cialfi ne, Spirito (L) ne, Fiorin 3, Witkowska (L), Martinez 7, Diouf 22, Moneta, Berti, Pisani 2. All. Mencarelli, 2° Musso. Battute errate: 4. Battute vincenti: 1. Muri: 6.
Arbitri: Cappello – Zucca

 

 

Il programma dei quarti di finale:
ANDATA – giovedì 5 gennaio, ore 20.30
Liu Jo Nordmeccanica Modena – Pomì Casalmaggiore 3-0 (25-18, 25-22, 25-16)
Savino Del Bene Scandicci – Foppapedretti Bergamo 3-0 (25-16, 25-22, 26-24)
Sudtirol Bolzano – Imoco Volley Conegliano 0-3 (23-25, 22-25, 26-28)
Unet Yamamay Busto Arsizio – Igor Gorgonzola Novara 2-3 (23-25, 17-25, 25-23, 25-15, 9-15)

RITORNO – domenica 8 gennaio, ore 17.00 
Pomì Casalmaggiore – Liu Jo Nordmeccanica Modena 3-0 (25-15, 25-19, 25-19); 16-18 al golden set
Foppapedretti Bergamo – Savino Del Bene Scandicci 3-2 (23-25, 19-25, 27-25, 25-19, 15-7)
Imoco Volley Conegliano – Sudtirol Bolzano 3-0 (25-18, 30-28, 25-16)
Igor Gorgonzola Novara – Unet Yamamay Busto Arsizio 3-0 (25-20, 29-27, 25-23)

 

Il programma delle semifinali (4 marzo):
Savino Del Bene Scandicci – Liu Jo Nordmeccanica Modena
Imoco Volley Conegliano – Igor Gorgonzola Novara

 

LEGGI ANCHE:
LA FOTOGALLERY

Laura Paganini
(foto di Gabriele Alemani – volleybusto.com)