Si è svolto domenica l’evento “La Storia dello Sport con le Associazioni Sportive Centenarie” presso la sala Biagi di Palazzo Lombardia. L’appuntamento, organizzato da Regione Lombardia (presente l’Assessore allo Sport Antonio Rossi), dal CONI Lombardia (presente il Presidente regionale Oreste Perri) e dall’UNASCI – Unione Nazionale Associazioni Sportive Centenarie d’Italia (presente il Presidente Bruno Gozzellino), ha messo al centro dell’attenzione il valore delle società sportive centenarie della Lombardia.

Tra i 16 sodalizi premiati, tre nella provincia di Varese, anche la Canottieri Luino, fondata nel 1888 e intervenuta a Milano con il presidente Luigi Manzo, il vicepresidente Lorenzo Lissoni e il consigliere Angelo Ferloni. Nel suo discorso il Presidente Gozzellino ha riconosciuto come le società centenarie abbiano saputo operare con continuità il ruolo di aggregazione sociale e diffusione della cultura sportiva, superando ostacoli e difficoltà in un mondo che nell’ultimo secolo ha vissuto dei cambiamenti radicali. Questo aspetto conferisce alle associazioni centenarie un valore aggiunto.
Per l’assessore regionale Rossi,  “parlare di tradizione è parlare al contempo di patrimonio storico e continua evoluzione: una parte del nostro territorio viene identificata in un nome, un’attività, una realtà che vi affonda le radici. E può esser una società centenaria che nel corso degli anni, aumentando gradualmente il suo impegno, si è trasformata in un’eccellenza”. Per il presidente lombardo del Coni Perri, “queste società si presentano a noi nella loro veste più attuale e moderna ma, sappiamo, hanno superato momenti molto difficili, persino attraverso le guerre. Queste società dimostrano quanto lo sport sia capace di incidere sulla qualità della vita a ogni età”.

[email protected]