Con una prestazione tutta in attacco, Alessio Rovera (Tsunami RT) risponde con la vittoria in gara 1 alla pole position di Pera (Ebimotors), sorpreso dalle difficoltà incontrate, e il monomarca tricolore Porsche è quanto mai aperto

Al di là dell’adrenalina e dei duelli, il bello della Carrera Cup Italia 2017 è che non succede mai quello che i più si aspettano. Dopo la pole position di Pera ieri mattina sembrava che il sabato di Imola potesse portare l’ormai non più sorprendente rookie di Ebimotors sempre più vicino al titolo. Invece succede che il 18enne lucchese agisce troppo presto sulla frizione al via di gara 1 e il sobbalzo della sua 911 GT3 Cup favorisce lo scatto di Alessio Rovera, che grazie anche all’efficace lavoro di Tsunami RT, come non mai attacca come un forsennato e va a pareggiare di forza il conto delle vittorie con il capoclassifica (ora sono 4 a 4).

Accorcia le distanze il 22enne varesino, anche grazie al giro più veloce colto al settimo passaggio di una gara 1 tiratissima: “Sapevo che in gara avremmo avuto un buon ritmo dopo il lavoro svolto anche nei test – ha dichiarato Rovera dopo lo champagne del podio -. La macchina era perfetta, potevo fare quello che volevo. Ho cercato di spingere dall’inizio alla fine e questa è una vittoria che ci voleva proprio, tra l’altro arricchita dal punto del giro più veloce.

[email protected]