Castellanzese, idea stadio da 2000 posti. Affetti: “Non è solo un sogno”

0
141

La Castellanzese è ad un passo dalla promozione in Eccellenza. Quando mancano 9 giornate alla fine del campionato, i neroverdi guidano la classifica del girone A di Promozione e hanno ben 15 punti di margine sulla Base 96 Seveso, al momento la più diretta inseguitrice. Il tanto atteso e sperato salto di categoria sembra davvero vicinissimo e corona i sogni di una società seria, affidabile e solida come quella guidata dal presidente Alberto Affetti.

Il patron non pensa soltanto ai risultati del campo, ma guarda oltre e ha lanciato la proposta di ampliare e ammodernare la casa della sua squadra, ovvero lo Stadio Comunale di Castellanza. Il progetto è quello di rendere l’impianto più fruibile, più confortevole e moderno per poter dare spazio al suo interno a diverse discipline sportive e attività culturali e sociali di diverso genere. Una struttura, dunque, che possa vivere 365 giorni all’anno.
Tutto quanto non è solo un sogno, ma un’idea concreta di sviluppo della pratica sportiva e non all’interno della nostra città – spiega Affetti -. Sono consapevole del grande impegno finanziario, ma con la politica dei piccoli passi si può sperare che tutto quanto possa diventare un giorno realtà”.

progetto tribuna stadio castellanzeseGuardando concretamente al progetto presentato, la tribuna coperta passerebbe dagli attuali 498 a 1000 posti a sedere numerati e si costruirebbe una gradinata scoperta di altri 1000 spettatori per consentire all’impianto di ospitare eventi musicali e rappresentazioni teatrali all’aperto durante i mesi estivi. Le recinzioni a bordo campo sarebbero abolite sul modello degli stadi inglesi e dello Juventus Stadium.
La tensostruttura posizionata dietro la porta nel lato sud potrebbe ospitare squadre e campionati di pallavolo, basket, pallamano e anche altre discipline indoor, accontentando un reale bisogno di spazi per gli sport al chiuso. Adiacente alla palazzina dove attualmente la Pesistica Castellanza svolge la propria attività, il patron ha previsto uno spazio dedicato alla fisioterapia convenzionata, con prezzi calmierati a disposizione dei residenti della città di Castellanza. Un impianto sportivo che si rispetti, poi, oltre a pensare ai giovani, dovrebbe rivolgersi anche agli anziani così da ospitare tornei amatoriali di bocce. Un bar ristorante ben attrezzato, infine, non potrebbe di certo mancare.

Nell’idea del presidente Affetti il tutto sarebbe realizzato con un occhio di riguardo per il risparmio energetico: grazie all’installazione di pannelli fotovoltaici e altri a solare termico e lampade a led si limiterebbero pure i costi di gestione.

[email protected]