Il Futsal Varese raggiunge il primo obiettivo di questo fine 2017, ovvero la qualificazione alle fasi successive della Coppa Lombardia di calcio a 5 per le formazioni di serie C2. La squadra biancorossa, infatti, dopo il ko alla prima giornata con l’Arona per 5-4 e la vittoria interna contro il Dairago per 6-1, ha pareggiato per 5-5 sempre nella palestra amica “Don Cremona” di Castelseprio contro il Carioca accedendo così, come seconda del girone, ai turni ad eliminazione diretta. Eppure, lunedì sera, non è stata facile per i ragazzi del tecnico dei varesini Dario Martucci. L’approccio alla partita, infatti, non è stato come quello visto nella giornata di campionato vinta contro il Tubo Rosso, e ciò ha evidenziato come, senza la giusta concentrazione e determinazione, qualsiasi partita possa rivelarsi difficile.
Ma andiamo alla cronaca di Castelseprio. Il Futsal Varese fa a meno di Cannavò, di Rossetti e del portiere Portogallo, quest’ultimo infortunatosi nell’ultima gara di campionato. Così Mister Martucci schiera tra i pali Mometti, ultimo Bruttomesso, laterali capitan Sandu e Gagliardi e come perno offensivo Bizzozero. Inizio di studio, ma il Futsal Varese è troppo molle e in qualche circostanza lascia fare agli avversari che però non ne approfittano sino in fondo. E’ solo all’11’ che il confronto si sblocca con il Carioca che passa avanti grazie ad un calcio di punizione in cui la barriera dei varesini si allarga creando quello spiraglio fatale al portiere Mometti. Il vantaggio esterno non scuote come dovrebbe capitan Sandu e compagni e così, dopo appena 50 secondi, giunge il raddoppio degli ospiti, questa volta su corta respinta del portiere. La gara non decolla anche se l’estremo difensore del Carioca in un paio di occasioni sventa la rimonta. Termina così il primo tempo, sul 2-0 esterno, la prova impalpabile del Futsal Varese.
Nella ripresa però tutto cambia, almeno nell’approccio più che per il gioco; il Futsal Varese entra in campo con la voglia di prendersi in mano la partita. Il tecnico Martucci negli spogliatoi ordina ai suoi una pressione alta, in particolare sull’ultimo uomo avversario, e il Carioca così si scioglie. Al 2’20” ecco Sandu che sigla il momentaneo 1-2, ma gli ospiti non ci stanno e approfittano di un altro errore dei padroni di casa per ritornare in avanti di due reti (3-1 al 2’57”). Intanto la partita si fa più maschia e il Futsal Varese torna a segnare al 4′ con Bizzozero su carambola davanti alla porta del Carioca. Il 2-3 carica ancora i padroni di casa, ma è di nuovo la squadra ospite ad allungare sul 4-2 al 7’28”. La partita si innervosisce più per le proteste che per i colpi proibiti (ammonito Barile per il Futsal Varese), ma i biancorossi continuano a giocare in pressione. Giunge così, all’11’15”, la rete di Nanut per il 3-4 e poi la doppietta di Elfjor al 20′ e 21’40” che porta in vantaggio i varesini sul 5-4. Il colpo di coda del Carioca arriva al 28’40” con il 5-5 che potrebbe dare un barlume di speranza agli ospiti per la qualificazione, ma negli ultimi due minuti finali non accade nulla e il Futsal Varese si qualifica con il minimo sindacale.

I COMMENTI

Al fischio finale il Futsal Varese ha potuto festeggiare la qualificazione ai turni ad eliminazione diretta della Coppa Lombardia di categoria. Ma il confronto con il Carioca, seppur disputato sul parquet amico della palestra Don Cremona di Castelseprio, non ha dato riscontri positivi al tecnico dei biancorossi Dario Martucci.Siamo contenti per la qualificazione perché dà morale e autostima spiega l’allenatore del Futsal Varese -, ma nel primo tempo non siamo stati tranquilli e concentrati nel modo giusto. Rispetto alla partita di campionato vinta proprio in casa nostra abbiamo fatto dei passi indietro e questo è allarmante perché significa che alcuni concetti chiave che vorrei inculcare ai miei giocatori non sono stati del tutto assimilati. Nella ripresa, invece, ho visto più la reazione che il gioco, ma già aver ribaltato una gara che era iniziata male è stato un segnale beneaugurante“. E poi le considerazioni sul prossimo turno di Coppa Lombardia.Non so chi affronteremocontinua Martucci -, ma quello che dobbiamo capire è che giocando insieme creaimo quel giusto affiatamento per il prosieguo della stagione e quindi per traguardi importanti, come la salvezza senza disputare i playout. Ora pensiamo al campionato perché giovedì sera ci aspetta un Little Pub che ha voglia di far punti”. Il campionato di serie C2 girone A del Futsal Varese torna giovedì sera a Mariano Comense contro la Little Pub, squadra ostica e con buone individualità. Chiude Martucci: “E’ una gara difficile, ma noi abbiamo il dovere di affrontarla con la consapevolezza di ritornare a giocare come nelle precedenti partite in cui siamo stati ordinati, grintosi e quindi vincenti“.

[email protected]