Il Futsal Varese passerà un bel Natale visto che la squadra del tecnico Dario Martucci conquista la seconda vittoria consecutiva nel girone A di serie C2 sul difficile campo dell’Arona. Dopo il 6-1 contro il Legnano a Castelseprio due settimane fa, prima della sosta, questa volta a farne le spese è stata la formazione novarese con i biancorossi che hanno confermato l’ottimo stato di forma psicofisico. Un 6-2, quello raccolto al Palaeolo di Castelletto Ticino che fa salire a quota 16 punti la formazione varesina in attesa che si concluda il cartello di incontri valevoli per la 11^ giornata, ovvero a meno due match dalla chiusura del girone di andata. Ma andiamo alla gara disputata giovedì 14.
Il Futsal Varese si presenta senza Cannavò, Toraldo, Manduca, Peruzzi, e il lungodegente Rossetti, mentre in distinta appaiono i nomi di Sandu, Nanut, Barile, Paletti, Elfjor e Bruttomesso seppur acciaccati. Il tecnico Martucci è costretto, quindi, a schierare una formazione non al top con Portogallo tra i pali, Caracciolo ultimo, sulle bande laterali Bruttomesso ed Elfjor, e in avanti Bizzozero. Inizio con i biancorossi attendisti nella propria metà campo lasciando l’iniziativa all’Arona che, però, non arriva mai in maniera limpida al tiro in porta. Semmai è la formazione di Varese che, con delle ripartenze, tenta di mettere zizzania tra la difesa dei padroni di casa anche se senza i risultati sperati. Ma al 6′ il confronto si sblocca a favore del Futsal Varese grazie alla magia di un inspirato Jahori Elfjor che infila il portiere avversario con un potente e preciso tiro destinato sotto la traversa. Il vantaggio dei ragazzi di Martucci non scalfisce il ritmo partita, sempre con l’Arona col pallino del gioco, seppur, a tratti, molto macchinoso. Portogallo si disimpegna in un paio d’occasioni e, dal 20′ alla fine primo tempo, è costretto a fare gli straordinari per non far impattare gli avversari. E sul momento migliore dell’Arona, ecco giungere il raddoppio del Futsal Varese al 25′. L’azione parte sempre da Efjor (migliore in campo con il compagno Caracciolo), che imbecca Massimiliano Gagliardi appostato sul secondo palo. Per il giocatore di origine napoletane non è difficile deviare in rete e portare sul 2-0 il risultato. Risultato che, al termine del primo tempo, rimane intatto anche se l’altro napoletano, il portiere del Futsal Varese Carmine Portogallo, con un prodigio sventa una occasionissima dell’Arona. Nella ripresa i biancorossi scendono sul parquet del Palaeolo con ancora più grinta e voglia di conquistare i tre punti che permetterebbero di superare in classifica gli avversari. E si inizia col botto: al 2’30” ancora Efjor porta il parziale sul 3-0, mentre l’Arona si sveglia dal torpore e tenta una reazione che si concretizza al 5′ per l’1-3. Ma il Futsal Varese si fa trascinare di nuovo da Elfjor al 7’30” che realizza il tiro libero (mentre un giocatore dell’Arona si fa espellere) per poi ritornare alle distanze di prima sul 4-2 con di nuovo la marcatura dei novaresi. Con qualche cartellino giallo sia da una parte che dall’altra, il match rimane molto vivo e ad alta tensione, ma i ragazzi di Mister Martucci tengono e allungano al 17′ con Massimiliano Nanut mentre allo scadere, al 28′, ennesima perla di Elfjor che chiude la partita sul 6-2 realizzando il personale poker di gol.
Che dire: Futsal Varese che nelle ultime due uscite è cresciuto molto dal punto di vista fisico, ma anche tattico. I biancorossi hanno disputato un incontro senza troppe sbavature e con un Portogallo che, nei momenti di calo dei compagni, ha saputo respingere ogni insidia. Quella di Castelletto Ticino è stata l’ultima gara del 2017, anche se per chiudere il girone di andata bisognerà attendere gennaio 2018 con due sfide molto, molto importanti perché contro due dirette rivali. La prima a Cardano contro il Carioca e poi a Casteseprio contro i comaschi del Cometa. A fine partita le opinioni a caldo del tecnico del Futsal Varese, Dario Martucci:Abbiamo disputato un ottimo match. Per lunghi periodi siamo stati concentrati e sempre lucidi in fase di ripartenza. In difesa abbiamo ancora qualcosa da sistemare dato che, oltre ai due gol subiti, il nostro portiere Portogallo ha sventato almeno tre palle gol avversarie e ciò non va bene. Personalmente sono contento, non solo per gli ultimi due risultati positivi (vittoria contro Legnano e appunto l’Arona, ndr), ma anche per la determinazione con la quale i ragazzi si sono presentati in campo. Se avessimo avuto la stessa grinta e voglia di vincere in questo girone di andata avremmo potuto occupare piani più alti in classifica. Cercheremo di rifarci nel girone di ritorno. Ora godiamoci il momentoconclude il tecnico del Futsal Varese -, festeggiando le festività con serenità, ma anche lavorando sul campo con una mini-preparazione atletica. Ringrazio personalmente e a nome della squadra, i tifosi che, oltre in casa a Castelseprio, quando possono vengono anche in trasferta per sostenerci. Il loro apporto è fondamentale“.

Per chiudere alla grande quest’anno la società si è ritrovata lunedì sera presso la pizzeria Chicco e Spiga di Varese per lo scambio di auguri, dove tra un’abbuffata e un brindisi ci si è dati appuntamento al 2018, con la speranza che sia ancora più radioso.

Mariella Lamonica