Stagione molto intensa, quella che è appena iniziata, per il movimento nazionale del para ice-hockey. Nel mese di marzo 2018 la nostra nazionale dovrà infatti affrontare il grande impegno delle Paralimpiadi che si terranno a Pyeongchang, in Corea del Sud. La qualifica è stata conquistata nello scorso mese di aprile durante i Campionali del Mondo che si sono svolti proprio nella stessa località in cui si disputeranno Paralimpiadi e Olimpiadi.
Il calendario dei prossimi mesi è quindi tutto condizionato dalla preparazione della rosa dei probabili paralimpici che partiranno per Pyeongchang e a risentirne è campionato italiano, spesso spezzato dai raduni nazionali e dai tornei internazionali fissati in Norvegia (ai primi di novembre) e in Canada (a dicembre).

La 14^ edizione del Campionato Italiano di Para Ice-Hockey è iniziata al PalaTazzoli di Torino tra il 7 e l’8 ottobre fa con le due partite di andata e ritorno che hanno visto incontrarsi i campioni d’Italia in carica delle South Tyrol Eagles e i padroni di casa degli Sportdipiù Tori Seduti. Il campionato italiano anche quest’anno si disputerà tra tre sole formazioni, tra cui anche quella dell’Armata Brancaleone. Eliminata la fase di semifinale, le prime due classificate della regular season si scontreranno in un confronto al meglio delle 3 partite che metterà in palio il titolo.

Le prime due vittorie sono andate ai campioni d’Italia del 2017, gli Eagles altoatesini, che hanno vinto per 2-1 ai rigori sabato e per 2-1 domenica contro i Tori Seduti che si sono difesi strenuamente. Nel weekend sarà finalmente il turno della squadra di casa, l’Armata Brancaleone della POLHA, a dover affrontare al PalAlbani i Tori Seduti: primo incontro sabato 21 ottobre alle ore 18:30, seconda partita domenica 22 alle ore 11:00.

La compagine varesina non ha avuto nuovi inserimenti nel roster, ma ha preso atto del momentaneo ritiro dal ghiaccio di Marco Re Calegari e Giuseppe Fantinato.. Il Roster vede quindi 3 portieri (il nazionale Santino Stillitano, il giovane Davide Cesarano e il rientro di Emanuele Foieni), 4 difensori (gli azzurri Bruno Balossetti e Roberto Radice, Emanuele Parolin e il veterano nonché vice-presidente della POLHA Ambrogio Magistrelli) e 5 attaccanti (Alessandro Andreoni già al suo terzo anno in maglia azzurra, Lorenzo D’Andrea, Enzo Lauria, Stefano Sola, Igor Stella).
La vera novità della squadra riguarda l’allenatore: quest’anno è lo svedese Kalle Muhr a guidare la compagine varesina. Aiuto allenatore di coach Massimo Da Rin in nazionale, Muhr vanta un’esperienza ormai di quasi 7 anni in maglia azzurra. Il feeling con i Brancaleoni è scattato subito e l’Armata darà il meglio di sé per contrastare gli avversari e arrivare il più possibile vicino al vertice della classifica.

[email protected]