Dopo un inizio di stagione non scoppiettante, Venezia ha cambiato marcia e ha iniziato a collezionare successi su successi. La Reyer arriva a Masnago dopo aver vinto le ultime sei partite di campionato (compreso il match contro Milano). Anche in Champions League il ruolino di marcia degli orogranata è stato fino ad ora ottimo e dovrebbe garantire l’accesso alla prossima fase. Venezia è allenata da Walter De Raffaele, che ha sostituito Carlo Recalcati nel corso della passata stagione.

Sono quattro i giocatori che segnano una continuità con l’anno scorso: Hrvoje Peric (10.3 punti e 6.9 rimbalzi di media), Michael Bramos (9.2 punti con il 41.1% da tre), Stefano Tonut (10.1 punti con il 47.8% dall’arco) e Melvin Ejim (10.3 punti e 5.6 rimbalzi). Ci sono ancora anche Benjamin Ortner (4 punti e 3 rimbalzi), Tomas Ress (6.9 minuti a partita) e Jeff Viggiano, ma il loro ruolo nelle rotazioni è alquanto ridotto. I nuovi arrivati, invece, sono il talentuosissimo sesto uomo TyrusMcGee (12.4 punti e 2.8 assist), la comboguard MarQuez Haynes(10.8 punti e 3 assist), il lungo Jamelle Hagins (7.4 punti e 3.3 rimbalzi) e l’italo-argentino Ariel Filloy (6.7 punti e 1.9 assist).

Venezia è una squadra che non ha un terminale offensivo preciso, ma che può variare le responsabilità in base all’andamento della gara. Ben otto giocatori stanno in campo per almeno 15 minuti e sono cinque quelli che hanno maturato fino ad ora una doppia cifra di media. I due attaccanti più pericolosi sono McGee e Tonut, mentre Peric ed Ejim sono i due giocatori fondamentali per costruire il sistema sulle due metà campo.

Occhio a…Tyrus McGee – È nato a Stringtown (Oklahoma) il 14 marzo 1991. Dopo aver giocato in NCAA con gli Iowa State Cyclones, è stato portato in Europa dal Club Baloncesto Breogán ed è rimasto per una stagione nella seconda lega spagnola (16.1 punti a partita). Ha inizio l’annata seguente in Germania, con il Bremerhaven, ma a marzo ha lasciato la squadra per passare a Capo d’Orlando. Alla sua prima esperienza in Serie A ha tenuto 11.1 punti di media e ha disputato la sua miglior partita sul campo di Varese (19 punti).

L’anno scorso ha giocato a Cremona ed è riuscito a rendersi protagonista nella cavalcata della squadra di Cesare Pancotto, che si è qualificata alle Final Eight e ai playoff. Di nuovo, la sua miglior partita è arrivata nella trasferta di Varese: 25 punti con 5/6 dall’arco. Dopo l’esperienza cremonese, McGee ha firmato con la Reyer Venezia. Come Pancotto, anche De Raffaele gli ha affidato il ruolo di sesto uomo. La guardia statunitense entra dalla panchina e garantisce punti veloci. Le sue armi migliori sono il tiro dal palleggio e la velocità.

Filippo Antonelli