Manca esattamente un mese alla prima prova di Coppa del Mondo della stagione 2016 ospitata dalla Schiranna di Varese dal 15 al 17 aprile. Quell’occasione sarà importante per molte nazioni quale test ufficiale internazionale in vista delle qualificazioni olimpiche di fine maggio a Lucerna (Svizzera).
A 30 giorni dall’evento, il Comitato Organizzatore Eventi Remieri Internazionali Varese, composto da Comune di Varese, Provincia di Varese, Federazione Italiana Canottaggio, Canottieri Varese con il contributo di Regione Lombardia, lavora con grande attenzione a ogni aspetto organizzativo per mantenere gli elevati standard che FISA, alla luce del riconoscimento delle precedenti regate (Europei 2012, World Rowing Master Regatta 2013, Mondiali Under 23 2014 e Coppa del Mondo 2015), si attende. Momento di importante verifica per il Comitato Organizzatore, certificato dal 2014 per l’organizzazione eventi sostenibili in accordo alle norme internazionali ISO 20121, sarà la visita ispettiva che i dirigenti internazionali effettueranno giovedì 17 marzo soffermandosi soprattutto sugli aspetti televisivi dato che le regate di metà aprile saranno trasmesse, oltre che dalla Rai in Italia, anche da numerosi paesi europei e mondiali.

Il Canottaggio internazionale a Varese rappresenta dal 2011 una fonte importante di indotto stagionale per tutte le attività del territorio. I numeri certificano il valore degli eventi e le loro importanti ricadute economiche. Nella provincia dei laghi, il turismo sportivo è una grande occasione di sviluppo. Nel 2015, per la seconda prova di Coppa del Mondo disputata tra il 18 ed il 21 giugno, quasi diecimila (9832) i pernottamenti, relativi alle 51 squadre nazionali (331 equipaggi), ripartite su 14 hotels, ai loro accompagnatori e allo staff della FISA. Da sottolineare anche la mole di lavoro prodotta dal Canottaggio varesino per il settore dei trasporti con 11 autobus navetta, impiegati tra gli hotel e il campo di regata, per un totale di 186 corse giornaliere e 8 pullman impiegati per il servizio aeroporto/stazioni – hotel con 128 corse complessive. L’indotto generato dall’evento è stato a beneficio di 18 fornitori di beni e servizi mentre sul fronte della ristorazione ben 4000 i pasti consumati.
E’ ancora presto per fornire dati statistici sulle presenze internazionali a Varese per la prova di Coppa del Mondo 2016 ma il Comitato Organizzatore, alla luce anche degli incontri avuti dal Direttore Generale Luigi Manzo in occasione della FISA Joint Commissions Meeting di Londra, stima una presenza di circa mille persone tra atleti, team manager, tecnici e staff a supporto delle nazionali. Nel dettaglio, circa 500 atleti in arrivo da 35/40 nazioni. La permanenza media, con ricadute molto significative per albergatori, aziende di trasporti e ristoratori, sarà di sei giorni. Il campo di regata della Schiranna sarà ufficialmente aperto mercoledì 13 aprile e gran parte delle squadre raggiungerà Varese tra sabato 9 e lunedì 11 aprile. Ampia anche la presenza di pubblico, alla luce proprio del fatto che quella di Varese sarà l’ultima tappa internazionale sulla strada delle qualificazioni olimpiche di Lucerna senza dimenticare che alla Schiranna esordiranno anche molti degli equipaggi sicuri protagonisti alle Olimpiadi di Rio de Janeiro.

[email protected]