L’ultimo precedente fu in Coppa Italia e la prestazione dei mastini non spiccò certo per brillantezza e grinta, oggi, nonostante i quattordici punti di distacco tra le due formazioni, la squadra di casa proverà a rendere la vita difficile alla corazzata Brescia.
imageIl primo gol arriva al 5’45’’ con Ubovic che realizza dopo una bella torsione e rompe così gli indugi. La Bpm non si scompone troppo e prova a farsi vedere con Petkovic, ma la sua palombella si stampa sul palo. Un miracolo per parte ad opera dei due estremi difensori. A meno di un minuto dal termine il risultato è ancora di 0-1, accorta e solida la difesa di casa. L’occasione per pareggiare i conti arriva con una superiorità non sfruttata a dovere, e su questo tentativo si va al riposo. Gara intensa in questo primo quarto, dove la concentrazione è elevatissima e palpabile.
Si riparte con la BPM che si fa trovare pronta in una situazione d’inferiorità ma che poi non riesce a pungere davanti: nonostante una volontà costante, pare difficile trovare sbocchi tra le calottine blu. Lo 0–1 resiste incredibilmente fino a meno due minuti dalla fine del secondo tempo, poi Vergano veste i panni del bomber e trova l’angolino giusto (in superiorità). Si carica Lazovic che per due volte consecutive s’immola sulle bordate bresciane, la sfida inizia finalmente a decollare. Ha dell’incredibile la doppia chance per gli ospiti quasi allo scadere, con Lazovic che dice ancora di no a Guerrato, sfera tra le mani di Napolitano che a porta sguarnita la fa sbattere sulla traversa. A metà match è 1-1, solida la BPM che sta tenendo testa ad un avversario di spessore, un po’ poco lucido, però, in fase offensiva.
Si riparte ancora in perfetto equilibrio, con le formazioni decise a tenere i nervi saldi ed i ritmi blandi, cercando così di colpire al momento giusto. Lo fa Ubovic al 4’ minuto, non lo fanno né BusilacchiCoppoli che a tu per tu con Del Lungo trovano solo un palo e una deviazione decisiva. Il vantaggio per i ragazzi di Bovo diventa +2 quando Molina in superiorità non perdona. Occasione per Di Fulvio per accorciare le distanze da distanza ravvicinata, ma è solo un’illusione il gol, palla sulla rete esterna. Fine terzo quarto, 1-3.
L’ultimo periodo inizia ancora ad appannaggio di Brescia che cala il poker grazie ancora ad Ubovic, autore fino a questo momento di una pregevole tripletta. Il punteggio si appesantisce quando Rizzo non fallisce un rigore, ma a riportare i suoi a -3 ci pensa Petkovic che questa volta, in superiorità, non sbaglia. A quattro dal termine è 5-2 il punteggio in favore di Presciutti e compagni. La stanchezza inizia a farsi sentire, Presciutti C. in contropiede fulmina l’estremo difensore di casa. Razzi prova a caricare i suoi, nonostante l’epilogo si ormai scontata, non vuol mollare quando mancano due minuti. La compagine bresciana va ancora a segno stavolta grazie a Napolitano, gli ospiti ora gestiscono fino alla sirena. Al termine il tabellone dice 2-7, ma è certamente un’altra Sport Management rispetto a quella che in coppa era affondata proprio sotto i colpi della seconda forza del campionato. Gli uomini di Gu Baldineti hanno tenuto bene per tre tempi, poi negli ultimi otto minuti la superiorità di Brescia e soprattutto l’esperienza, sono emerse con prepotenza e sono state letali. A livello psicologico è stato certamente un passo in avanti dopo il brutto ko maturato con Posillipo due giorni fa, ora ci sarà da tenere duro e lavorare bene: il 7 maggio arriva Napoli e ci si giocherà l’ultimo gradino del podio.

I commenti

Tommaso Vergano (BPM Sport Management): “Certamente meglio rispetto alla brutta sfida di mercoledì, dove non m so spiegare cosa sia successo. Diciamo che siamo in un periodo mentale non brillantissimo, però oggi siamo andati bene fino al terzo parziale, poi la nostra voglia di strafare in senso buono, e soprattuto la loro esperienza, alcuni dettagli, hanno fatto la differenza. Il nostro obiettivo resta, comunque il terzo posto”.

 

BPM Sport Management – An Brescia 2-7
Parziali: 0-1, 1-0, 0-2, 1-4,
BPM Sport Management (tra parentesi i gol): Oliva, Di Fulvio, Busilacchi, Coppoli, Vergano (1), Petkovic (1), Di Somma, Jelaka, Mirarchi, Bini, Razzi, Deserti, Lazovic. All. Gu Baldineti.
An Brescia (tra parentesi i gol): Del Lungo, Guerrato, Presciutti C. (1), Randelovic, Molina Rios (1), Rizzo (1), Damonte, Nora, Presciutti N., Bertoli, Ubovic (3), Napolitano (1), Dian. All. Bovo.

Inviata Mariella Lamonica