E’ tutto pronto a Varese per il via ufficiale alla prima prova di Coppa del Mondo di Canottaggio. Centoquaranta gare, a partire dalle 9:30 di oggi, a intervalli di 5 (batterie), 7 (semifinali)  e 15 (finali) minuti, e sino alle 14:48 di domenica quando prenderà il via la lotta per le medaglie nella specialità dell’otto maschile. L’attesa è grande in tutto il territorio. Ingresso gratuito per la prima giornata: i biglietti per sabato e domenica, reperibili direttamente alla Schiranna dalle 6:30 alle 19:30 presso l’Accreditation Centre, avranno un  costo pari a 10 euro a giornata mentre chi desidera esser presente sia per le semifinali sia per le finali potrà acquistare uno speciale abbonamento a 15 euro. Il grande impegno profuso anche quest’anno, per il quinto appuntamento internazionale consecutivo, da tutto lo staff del Comitato Organizzatore Eventi Remieri Internazionali Varese, composto da Comune di Varese, Provincia di Varese, Federazione Italiana Canottaggio, Canottieri Varese con il contributo di Regione Lombardia, è, in questi giorni, ripagato dai sorrisi dei 530 atleti presenti alla Schiranna, assieme ai complimenti di molti dei dirigenti e tecnici in arrivo da 47 nazioni, 7 in più rispetto alla prima di Coppa del Mondo disputata nel 2015 a Bled. In totale, considerando anche l’affluenza di pubblico in arrivo da fuori Varese e da fuori Italia, le presenze alberghiere si avvicineranno a quota 4000. Tutto questo, considerata l’elevata importanza della stagione olimpica: a Varese, infatti, c’è chi fa le prove per le Olimpiadi e chi, invece, testa la propria condizione in vista dell’ultima chance per il pass: a Lucerna (Svizzera), tra 40 giorni. L’ampia squadra composta dai 249 volontari “Senior” e dai 307 studenti del progetto alternanza Scuola-Lavoro è attiva nei 18 ambiti operativi dell’evento, con entusiasmo e disponibilità per garantire anche al pubblico il miglior godimento dello spettacolo sportivo. Operative anche le 46 strutture, montate a  terra e sistemate in acqua, assieme al servizio sicurezza realizzato da Areu Lombardia e Croce Rossa Internazionale assieme alla Polizia Locale, la Protezione Civile e la AAT118 di Varese.

Il tifo della Schiranna sarà soprattutto per l’Italia, che schiera 20 equipaggi (12 maschili e 8 femminili) tra cui due in specialità non olimpiche (singolo e due senza pesi leggeri). Con un elevato numero di barche anche Olanda e Portogallo, entrambe a quota 16, mentre sono 14 le barche iscritte dalla Svizzera. Angola, Benin, Costa d’Avorio, Cipro, Libia, Principato di Monaco, Slovacchia e Togo saranno in acqua con un solo equipaggio. Occhio, tra i grandi nomi, alla Croazia campione mondiale in doppio con i fratelli Martin e Valent Sinkovic, al quattro senza Pesi Leggeri della Svizzera e naturalmente al 4 senza azzurro,  oro ad Aiguebelette 2015, di Giuseppe Vicino, Matteo Lodo (Fiamme Gialle), Matteo Castaldo (RYCC Savoia) e Marco Di Costanzo (Fiamme Oro). Riccardo Bouehi, atleta di casa con i colori della Canottieri Varese dopo esser cresciuto alla Canottieri Luino, gareggerà per la Costa d’Avorio: è l’atleta più giovane.

IL PROGRAMMA – Il via alle gare oggi alle 9:30 con le batterie. Nel pomeriggio, a partire dalle 15, recuperi e quarti di finale. Sabato 16 aprile, in mattinata dalle 9:30, le finali di consolazione e le semifinali delle specialità non olimpiche, mentre dalle 13 andranno in scena tutte le gare delle specialità olimpiche che determineranno il quadro dei finalisti. Domenica 17 aprile si parte con le finali B, dalle 9:30 alle 10:35, mentre dalle 11 alle 15, alla Schiranna ci saranno tutte le finali.

[email protected]