Obiettivo vittoria. Sembra il titolo di un film, invece è il compito che aspetta la Robur stasera al Campus contro il fanalino di coda Moncalieri. Gialloblu chiamati a portare a casa 2 punti utilissimi per allontanarsi dalla zona bassa della classifica, anche senza l’assenza all’ultimo secondo di Bolzonella, vittima di un infortunio in allenamento: distorsione alla caviglia per lui.
L’inizio gara è un inno all’anti basket: 5 punti in totale dopo quattro minuti, poi un canestro più fallo di Filippo Rovera spinge Varese a +6 in un amen, 8-2. Vantaggio che invece si rileva l’ultimo del quarto, in quanto Moncalieri, appoggiandosi all’esperienza di Gioria e l’atletismo di Agbogan, trova seppur a fatica la via del canestro, cosa che non riesce alla Coelsanus la quale ha in Santambrogio l’unico terminale offensivo: 12-15. E’ una Robur imballata, spenta a livello mentale, forse troppo fiduciosa che affrontare l’ultima in classifica sia un compito facile. Non è così per la PMS, che oltre a chiudere ermeticamente la propria area colorata riesce a trovare soluzioni estemporanee in attacco, coordinate dall’onnipresente Gioria; il più 8 al 15′ (22-30) costringe coach Passera a un time-out rigenerante dal quale Moalli sembra trarne i maggiori benefici. 4 punti del play classe ’97 e un dardo di Remonti annullano il vantaggio ospite rimettendo, all’intervallo lungo, la Robur con la testa avanti: 33-32.
L’impressione che i gialloblu abbiano finalmente messo il cervello su “on” è subito smorzata all’inizio della ripresa, dove due guizzi dall’arco di Remonti mascherano le gravi lacune difensive che permettono a Conti e Gioria di fare praticamente quello che vogliono. Nonostante questo, ai padroni di casa basta il minimo indispensabile, ossia aggiustare il mirino, per tenersi a contatto con una PMS che lotta e trova anche un certo equilibrio offensivo ma che al 30′ è ancora costretta ad inseguire: 50-48. La partita propone la stessa solfa per i primi 4 minuti dell’ultima frazione, quando una tripla di Santambrogio sembra definitivamente svegliare dal torpore i propri compagni di squadra: 5 filati di capitan Matteucci portano a +7 la Coelsanus a 5′ dal termine (64-57). Il sigillo finale alla gara lo mette l’uscita per falli di Conti, sfruttata al massimo da Sabbadini che con 5 punti consecutivi fa tagliare alla Robur l’agognato traguardo dei due punti.
Vittoria fondamentale in ottica salvezza, specie in vista della prossima trasferta che porterà Varese ancora in terra veneta (Padova) e ancora per mettere le distanze di sicurezza tra sé e la zona calda. Certo è che questa vittoria non nasconde i problemi, soprattutto a livello di approccio mentale, alla quale coach Passera e tutti i ragazzi in rosa devono porre fine, ed in fretta, per non trovarsi immischiati in brutte acque sul finire della stagione.

Coelsanus Varese – Allmag Pms Moncalieri 74-67 (12-15, 33-32, 50-48)
Varese: Santambrogio 12 (2/5, 2/3), Rovera 9 (4/7, 0/3), Castelletta 6 (3/6), Matteucci 13 (3/9, 2/6), Sabbadini 8 (0/3, 2/4), Moalli 11 (4/7), Maruca 2 (0/2, 0/1), Pagani 5 (2/3), Lenotti ne, Remonti 8 (1/3, 2/2). All. Passera.
Moncalieri: Gioria 22 (7/12, 0/1), Agbogan 10 (1/2, 2/3), Tassone 4 (1/3, 0/4), Cattapan, Conti 12 (4/9, 0/1), Di Bonaventura 4 (2/2), Trovato 7 (3/4), Pichi 2 (1/2, 0/3), De Ninno 2 (0/1, 0/1), Zampilli 4 (2/4). All. Jacomuzzi.

Matteo Gallo

LE PAGELLE
RISULTATI E CLASSIFICA
LA FOTOGALLERY DELLA PARTITA