Nella 11a giornata del girone di ritorno della Serie A Beko, la Openjobmetis Varese ospita la Giorgio Tesi Group Pistoia, attualmente al 5° posto in classifica ma reduce da 3 sconfitte consecutive. La partenza con il botto della squadra di Vincenzo “El diablo” Esposito nelle prime settimane di campionato è stata l’ennesima conferma della bontà del progetto tecnico toscano guidato dal duo Iozzelli-Galanda, capace di attrarre pezzi da novanta come Alex Kirk (16pt in 31’, 52% da 2 e 8.2 rimbalzi), ex Cavs nella top five dei miglior rimbalzisti e giocatori con la miglior valutazione della Lega. Con un centro di questo calibro, in cabina di regia coach Esposito ha voluto Ronald Moore (7.5pt in 29’ e 4.2 rimbalzi) già allenato a Caserta e in grado di garantire 6.3 assist di media, oltre alla sicurezza di Ariel Filloy (7.2pt in 23’ e 2.8 assist), play/guardia d’esperienza e spesso killer silente. La batteria di esterni della Giorgio Tesi Group si compone poi con Preston Knowles (11.5pt in 26’ e un ottimo tiro da 3), Wayne Blackshear (11.6pt in 26’) e Michele Antonutti (8.8pt in 25’ e 3.7 rimbalzi), anche lui capace di accendere la gare da dietro l’arco. Nel reparto ali forti la potenza fisica di Eric Lombardi (4.6pt in 17’) e la tecnica dell’ex Roma Aleksander Czyz (11.5pt in 22’ e il pallino del tiro da fuori). Chiudono il roster Andrea Amato, promettente play di scuola Milano visto a Casale M.to e opzionato dai toscani anche per la prossima stagione, e i giovani Severini, Mastellari e Galli.

OCCHIO A – Nato a Los Alamos il 14 novembre 1991, Alex Kirk è un centro di 213 cm per 114 kg all’esordio in Europa: la sua notevole stazza lo rende un giocatore dominante sotto i tabelloni, caratteristica che lo ha contraddistinto fin dall’inizio della sua carriera universitaria, svolta ai Lobos della New Mexico University. Nel 2013/14, sua ultima stagione in NCAA, ha messo a referto 13.3 punti, 8.7 rimbalzi e 2.7 stoppate di media a gara, numeri che gli sono valsi la chiamata dei Cleveland Cavaliers dopo la Summer League 2014.
Con la maglia di Cleveland, Kirk ha disputato cinque gare, giocando spesso anche con la franchigia di D-League dei Canton Charge, affiliata ovviamente proprio ai Cavaliers. A gennaio 2015 passa definitivamente ai Charge: complessivamente, con la squadra di Canton, totalizza 41 presenze, collezionando 12.2 punti, 6.5 rimbalzi e 1.7 stoppate di media a partita.

[email protected]