Con l’inizio delle Olimpiadi di Rio de Janeiro, hanno preso il via anche i tornei maschili e femminili di pallavolo e di beach volley.
Se la squadra azzurra maschile di coach Blengini ha schiacciato i campioni d’Europa in carica della Francia all’esordio (3-0) e ha vinto 3-1 ieri sera anche contro gli Stati Uniti, l’Italia femminile di coach Bonitta ha rimediato due pesanti sconfitte per 3-0. Nella prima giornata Lo Bianco e compagne sono state superate dalla Serbia, l’altro ieri sono state battute dalla Cina e in due partite non sono riuscite a conquistare nemmeno un set. Quella di oggi alle ore 16.35 contro l’Olanda di coach Guidetti suona come l’ultima chiamata per sperare nella qualificazione ai quarti di finale.

L’Italia, dunque, arranca, ma non è così per altre nazionali che contano tra le loro fila giocatrici passate dalla UYBA o dalla nostra A1. E’ il caso degli Stati Uniti di Lowe, Lloyd, Glass, Hill, Adams e Robinson: le statunitensi hanno passeggiato al debutto su Portorico (3-0) e poi hanno sconfitto in rimonta al tie-break (3-2) la tenace Olanda delle vecchie conoscenze biancorosse Sloetjes e Buijs, di Belien, Plak, Pietersen e De Kruijf. Lowe e Lloyd non sono state finora tra le protagoniste (Lloyd in panca e Lowe autrice di due punti da subentrata contro Portorico), mentre tra le orange Buijs e soprattutto il rimpianto bustocco Sloetjes hanno trascinato l’Olanda; per Sloetjes 47 punti in due partite, per Buijs 25, numeri da capogiro.
Oggi, nella terza giornata della Pool A, l’Italia affronterà proprio l’Olanda, priva dell’infortunata Grothues, gli USA se la vedranno contro la Serbia e la Cina contro Portorico.

Nel beach volley, l’Italia di Menegatti e Giombini (coppia che si è formata proprio in extremis per l’esclusione per doping di Orsi Toth e poi quella di Rebecca Perry) ha conquistato il suo primo successo contro l’Egitto che aveva attirato su di sè gli occhi di tutto il mondo dopo la prima sfida perchè Nada e Elghobashy hanno gareggiato coperte dalla testa ai piedi.
Nel maschile, dopo la sconfitta dell’esordio, Lupo-Nicolai hanno vinto la prima sfida olimpica all’Arena di Copacabana superando per 2-0 la Tunisia; la coppia Ranghieri e Carambula, già promossi agli ottavi da leader della Pool A, oggi alle 20.30 incrociano i brasiliani Alion e Bruno.

Laura Paganini