Arriva a Varese il mini-corso dedicato agli allenatori e ai genitori dei giovani atleti sul tema della motivazione nel settore giovanile come strumento per prevenire l’abbandono dell’attività sportiva nell’adolescenza.
Che cosa significa drop-out e perché è un fenomeno da non sottovalutare?
Il drop-out è  l’abbandono dell’attività sportiva; secondo una ricerca del Coni (2010), l’abbandono precoce dello sport entro gli 11 anni colpisce con un’incidenza del 35%.  È il cosiddetto Drop-Out precoce, che torna a manifestarsi in età adolescenziale tra i 13-14 e i 16-17 anni, con un ulteriore 33% di ragazzi che lasciano l’attività. Sono numeri allarmanti per l’impatto sociale e sanitario che questo fenomeno può implicare.
Perché i ragazzi abbandonano lo sport?
Le cause sono molte, alcune di natura che possiamo definire tecnica, come ad esempio  allenamenti “scientifici” caratterizzati da eccessivo tecnicismo, ripetitività e noia. Altre cause vanno cercate nell’agonismo esasperato e centrato sul concetto di vittoria, da cui derivano il peso delle aspettative e pressioni esterne, l’impegno scolastico e infine la perdita della dimensione ludica, che nello sport giovanile non dovrebbe mai venire meno.
Come si previene il drop-out sportivo?
Allenare la motivazione dei ragazzi è una prima risposta e l’incontro di lunedì 11 aprile vuole fornire alcuni validi strumenti per gli allenatori e i genitori dei giovani atleti. Conoscere i meccanismi della Motivazione è il primo passo per sostenerla, avere degli strumenti pratici da poter utilizzare con i ragazzi è un buon metodo per allenarla.

A guidare l’incontro organizzato da ASD Rugby Varese e da Cooperativa Sociale NATURart, nell’ambito del progetto Sport & Benessere finanziato da Fondazione Cariplo e Regione Lombardia, il dott. Flavio Nascimbene, psicologo dello sport di Psicosport srl e psicoterapeuta, docente all’Università Cattolica di Milano e mental trainer di squadre e atleti dall’alto livello al settore giovanile.
INGRESSO LIBERO, consigliata la prenotazione tramite mail all’indirizzo: [email protected]

[email protected]