Era partita per la Polonia con le migliori intenzioni e non le ha deluse: Federica Cesarini conquista l’oro ai Mondiali Universitari che si sono svolti a Poznan nel weekend e si conferma una tra le più belle speranze del canottaggio azzurro e varesotto. La medaglia del metallo più prezioso arriva insieme alla compagna Valentina Rodini nel doppio femminile leggero: sempre avanti durante la gara, l’imbarcazione italiana lotta punta a punta con la Russia fino al traguardo, dove Cesarini e Rodini staccano definitivamente le avversarie e si laureano campionesse del Mondo in 6’56”73 davanti a Russia e Germania.
Il talento della Canottieri Gavirate, dunque, raccoglie l’ennesima soddisfazione dopo la recente vittoria del bronzo al World Rowing Championship di Rotterdam sempre in coppia con Rodini.

L’Italia conclude il Mondiale Universitario al secondo posto della classifica per nazione con 60 punti dietro alla Polonia (69 punti) e davanti alla Repubblica Ceca e si porta a casa 6 medaglie: 3 d’oro e 3 d’argento.
Oltre a quella di Cesarini e Rodini nel doppio pesi leggeri, le altre due arrivano nel singolo maschile pesi leggeri con Federico Gherzi e nel due senza senior con Ludovica Serafini e Carmela Pappalardo. Gli argenti, invece, sono al collo del quattro senza senior maschile (Davide Mumolo, Luca Lovisolo, Stefano Morganti, Jacopo Mancini) e femminile (Benedetta Bellio, Kiri Edwina English-Hawke, Stefania Gobbi e Cecilia Bellati) e nei pesi leggeri dal quattro senza di Pietro Cappelli, Emanuele Giacosa, Giovanni Ficarra e Alberto Di Seyssel.

[email protected]
(foto di Maurizio Ustolin)