Ennesima ricca giornata al “Franco Ossola” di Varese dove ieri è andato in scena il decimo memorial Claudio Meggiorin, ragazzo ucciso a coltellate a soli 23 anni fuori dal suo bar a Besano. Tifosi e amici lo hanno ricordato scendendo in campo nel torneo che ha visto vincere la Bernaschina. L’edizione di quest’anno si è svolta in un’unica giornata. Fischio d’inizio alle 10.30 del mattino e poi una sfida dietro l’altra sino alla finalissima tra Bernaschina e Italtende, squadra, quest’ultima, che ha preso parte ad ogni singola edizione del Memorial. La compagine Bernaschina ha alzato il trofeo vincendo 4-0.
Da segnalare anche la presenza di Carmine Marrazzo e Daniele Capelloni, due degli artefici della promozione del Varese in Serie D, che sono scesi in campo nella semifinale e poi nella finale per il terzo e quarto posto con la squadra dei Blood Honour.
Stadio tappezzato di striscioni in ricordo di Claudio che “vive ancora” come dice mamma Elisabetta. In serata premiazioni, emozionante fiaccolata e cori speciali dei tifosi, presenti anche gli Arditi e la Curva Nord interista, in onore dell’amico scomparso.

GIRONE A
Risultati
Blood Honour – Curva Nord Varese 3-1
Arditi-Curva Nord Milano 2-0

Blood Honour-Arditi 1-4
Curva Nord Varese-Curva Nord Milano 2-3

Curva Nord Milano-Blood Honour 2-3
Arditi-Curva Nord Varese 4-4

Classifica
Arditi 7 punti
Blood Honour 6
Curva Nord Milano 3
Curva Nord Varese 1

GIRONE B
Risultati
Italtende-Bernaschina 2-1
Rist. Atlantide-Fc Senago 2-2

Italtende-Rist. Atlantide 3-1
Bernaschina-Fc Senago 1-1

Fc Senago-Italtende 0-1
Rist. Atlantide-Bernaschina 2-2

Classifica
Italtende 9 punti
Bernaschina 2
Rist. Atlantide 2
Senago 2

SEMIFINALI
Arditi-Bernaschina 3-5
Italtende-Blood Honour 5-3 dcr (2-2)

FINALE 3°-4° POSTO
Arditi-Blood Honour 3-6

FINALE
Bernaschina-Italtende 4-0