Si sono chiusi ieri a Riccione i Criteria Kinder+Sport in vasca corta. Tra i protagonisti indiscussi c’è Nicolò Martinenghi, azzatese in forza al Nuoto Club Brebbia, che ha dimostrato ancora una volta di avere le stigmate del grande campione. Il sedicenne, infatti, ha collezionato vittorie e piazzamenti di tutto rispetto e di è confermato nell’olimpo delle giovani promesse italiane.
Martinenghi non si è lasciato sfuggire il successo nei 100 rana dove ha fatto registrare un tempo vicino ai 60 secondi, poco sopra il suo personale primato. Il giorno successivo ha apparecchiato il bis nei 200 rana: nessuno è riuscito a stare al suo ritmo e ha trionfato con un ottimo 2.11.95 a quattro decimi dal suo record e dando oltre mezzo secondo all’inseguitore Venturi. Nei 50 rana, nuotati ieri, il ranista è arrivato alle spalle di Pinzuti (20 centesimi di ritardo) e si è dovuto accontentare della medaglia d’argento. Nei 200 misti, inoltre, ha toccato il traguardo al nono posto e nei 50 farfalla è giunto decimo. Ora Martinenghi, guidato dal coach Marco Pedoja, si concentrerà sul prossimo appuntamento, gli Assoluti del 19 aprile.

A Riccione erano presenti anche altre squadre e atleti della nostra provincia come il Team Lombardia, la Gestisport di Gorla Minore e il Caronno Pertusella Nuoto. Per il Team Insubrika è arrivata una pioggia di medaglie: 10 medaglie in totale tra maschi e femmine e il club ha terminato la manifestazione al quarto posto in classifica tra gli juniores maschi.

[email protected]