Un’altra edizione memorabile, l’ennesima della 24 ore di basket di Luino che è andata in scena nello scorso weekend. Anche questa 17esima edizione ha coinvolto squadre e atleti che da tutta Italia sono arrivati sulle sponde del Lago Maggiore per sfidarsi a pallacanestro. L’evento è stato organizzato dall’associazione Luino Summer League e per tre giorni, da venerdì 15 a domenica 17 luglio, il lungolago di Luino si è trasformato in una sorta di ombelico del mondo del basket italiano in cui si sono sfidai senza sosta ragazzi, ragazze, vecchie glorie, campioni della palla a spicchi in carrozzina e c’è stato spazio anche per le formazioni Special Olympics della Castoro Basket Legnano, della Vharese e de La Finestra di Malnate. Il tutto arricchito da tanta buona musica, da uno stand gastronomico sempre a disposizione e da esibizioni collaterali quali quella dei ragazzi non udenti della Basket Sordi Varese. Parte del ricavato dalla vendita di bottiglie d’acqua verrà utilizzato per proseguire nell’adozione a distanza di due bambine sudanesi e devoluto al Rotary Club per comprare vaccini contro il papilloma virus.
Da sottolineare la presenza niente meno che della stella statunitense Craig Esherick, da qualche giorno in visita nella nostra provincia e ospite della Pallacanestro Verbano Luino.
Prima della XVII palla a due della 24ore di Luino è stato osservato un minuto di silenzio a ricordo delle vittime dell’incidente ferroviario in Puglia e quelle della recente strage di Nizza.

[email protected]
(Foto pagina facebook Ventiquattrore Luino)