Sabato 5 novembre a Castelletto Ticino si è svolta la fase interregionale del campionato di serie B1 riservata alle squadre provenienti da Lombardia, Piemonte e Liguria.

La squadra della Kinesis si presentava a questo appuntamento reduce dal primo posto della prova regionale e con tutte le carte in regola per giocarsi sul campo la possibilità di centrare la qualificazione alla fase tricolore, riservata solo alle prime tre classificate.
In pedana per la società di Venegono Superiore si sono alternate Arianna Ostinelli al corpo libero, Irene Baj alla fune, Alice Intini al cerchio e alle clavette, Giulia Gherardini alla palla e Giulia Intini al nastro raccogliendo un totale di punti 82,550. Un ottimo risultato che ha messo sul gradino più alto le portacolori della Kinesis quasi per tutta la gara, cedendo solo sul finale il primo posto alla società Olimpia Senago. Terzo posto per la società Forza e Coraggio e podio tutto lombardo per questo campionato interregionale.

Serena Farina, allenatrice della squadra, commenta così la giornata: “L’obiettivo primario era centrare la qualificazione al campionato italiano, per questo motivo non posso che essere molto soddisfatta. Il primo posto sarebbe stato la ciliegina sulla torta ma abbiamo commesso degli errori e quindi è giusto così. Tra tre settimane ci sarà la gara che conta per la promozione in serie B nazionale e per ambire ad essere tra le prime tre squadre non bisogna dare nulla per scontato, bisogna mantenere la concentrazione e lavorare sodo per non farsi sfuggire questa grande occasione alla nostra portata”. 

Vincenzo Farina, presidente della Kinesis: “In otto anni la Kinesis è diventata una realtà molto competitiva e questo ennesimo risultato ne è la dimostrazione. Il merito è dello staff tecnico che ogni giorno lavora con professionalità unito da una grande amicizia e dal desiderio di raggiungere ambiziosi traguardi. Un grazie particolare anche alle ginnaste che non sono scese in pedana in questa occasione ma che hanno sostenuto le loro compagne, alle famiglie e a tutte le persone che numerose sono accorse a Castelletto Ticino per fare il tifo per noi”.

[email protected]