Il Campionato Italiano Assoluto a squadre finisce con un 5° posto nella A2 ( la A1 è costituita dalle 8 migliori squadre dell’anno precedente) per la Judo Robur et Fides con qualche rammarico per il podio mancato. Incontro di apertura con la Pro Recco, perso per 3 vittorie a 2 con un giudizio arbitrale nel match decisivo che non è stato gradito dal roburini che ha scatenato le proteste Maestro Ghiringhelli. La sconfitta ha mandato i varesini ai recuperi e la reazione dei judoka Robur è stata imminente.

Hanno battuto prima il Judo Arezzo e poi la Forza e Costanza di Brescia, guadagnandosi la finale per il bronzo contro il Judo Dojo Equipe Bologna. Ancora la sfortuna ad affacciarsi alla porta Roburina con l’infortunio di Mella (costola incrinata) che costava un punto decisivo in un match finito ancora 2 a 3.

I ragazzi si sono comunque battuti al meglio: Cesare Gervasini (kg.66), Riccardo Coppari (kg.73 – prestito Judo Samurai Jesi), Federico Mella (kg.81), Roberto Campi (kg.90) ed Angelo Margarone (kg. +90 – prestito Judo Legnano). Segnaliamo in particolare le prove di Coppari e Campi che hanno vinto 4 incontri su 4.

[email protected]
(Nella foto da sinistra: Gervasini, Coppari, Mella, Campi, Margarone)