La Handicap Sport Varese sarà anche quest’anno al via del campionato di serie A di basket in carrozzina, che scatterà il prossimo 22 ottobre. La squadra varesina lo farà recando di nuovo sulle maglie i marchi ormai storici della Cimberio e della ZMC Italia mentre proseguirà anche il legame con la Pallacanestro Varese.

La Cimberio si presenterà con il parco dei giocatori stranieri assolutamente rinnovato e anche notevolmente ridotto rispetto alle ultime due stagioni, mentre ai giocatori italiani “storici” degli scorsi campionati si aggiungeranno alcuni giovani decisamente interessanti in prospettiva futura. Le colonne della Cimberio Handicap Sport saranno sempre i veterani azzurri Nicola Damiano e Jacopo Geninazzi, ai quali si aggiungono l’altro nazionale Francesco Roncari e poi Riccardo Marinello, Gabriele Silva e il capitano Mauro “Momo” Fiorentini.

Confermato poi dalla scorsa stagione il giovane Mattia Sala, al quale si aggiungeranno quest’anno le novità Massimiliano Segreto (classe 1997, già nello scorso campionato qualche volta in panchina), Alessandro Nava (classe 1996, proveniente da Cantù) e El Hadji Diouf (1982, senegalese di origine ma con passaporto italiano). I due giocatori stranieri, entrambi britannici, sono Jack Gibbs (classe 1989, punti 1.5, cosa che consentirà così molte di godere in campo di molte alternative) e Gregg Warburton (1996, attualmente impegnato con la Nazionale alle Paralimpiadi di Rio de Janeiro).

In panchina siederà Emanuele Pruneri (affiancato dal vice Fabio Bottini), che raccoglie la non facile eredità di Daniele Riva. Nei programmi della Cimberio Handicap Sport c’è anche, come accadde nella scorsa stagione, la Vergauwen Cup, ma per avere la certezza che i varesini parteciperanno proprio a questa manifestazione (la seconda per importanza del ranking europeo) bisognerà attendere ancora qualche tempo.

Il campionato, come s’è detto, avrà inizio il prossimo 22 ottobre e la Cimberio Handicap Sport se la vedrà immediatamente in casa con Roma che, scampata alla paventata sparizione, non sembra all’altezza delle ultime stagioni, nelle quali aveva dominato a livello nazionale (e non solo) insieme con Cantù. Confermata anche la “casa” della Cimberio H.S. che si allenerà (lunedì, martedì e giovedì alle ore 20) e giocherà (il sabato alle ore 17) nella palestra del Campus dell’Insubria in via Monte Generoso a Varese.

Al via ci saranno solo nove formazioni: Genova e Lazio, pur promosse dalla serie B, hanno infatti rinunciato a schierarsi ai nastri di partenza del massimo campionato, così come Parma, retrocessa ed eventualmente ripescata. Cantù, privata della Santa Lucia come naturale avversario, sembra la favoritissima per il successo finale, insidiata soprattutto da Porto Torres e Giulianova che hanno allestito formazioni molto interessanti e più forti rispetto al passato.

La Cimberio, a differenza delle ultime due stagioni in cui aveva ottenuto risultati persino al di là delle attese (due anni fa la squadra di Daniele Riva fu terza in campionato e in Coppa Italia e disputò la finalissima della Challenge Cup) giocherà con l’intento di ottenere il massimo possibile, a cominciare da quel quarto posto che rappresenta un traguardo possibile per quasi tutte le formazioni in lizza, a parte Cantù, Porto Torres e Giulianova.

Le retrocessioni programmate sono due, a fronte di una sola promozione dalla serie B, al fine di portare il campionato 2017-2018 a otto squadre. Ma tutto sarà naturalmente dipendente da molti fattori al momento non preventivabili, a cominciare dall’apporto dei due giocatori britannici e dai progressi dei tanti giocatori giovani e giovanissimi che fanno parte della rinnovatissima rosa affidata a Emanuele Pruneri.

La Cimberio Handicap Sport non ha ancora del tutto coperto il budget stagionale e l’intervento di qualche nuovo amico sarebbe oltremodo gradito. Anche per riuscire finalmente a varare una programmazione triennale che è forzatamente mancata nelle ultime stagioni, il che ha reso ancor più sorprendenti e apprezzabili i risultati raggiunti dalla compagine cara al presidente Carlo Marinello e al vice Antonio Bazzi, da più di trent’anni al timone della società.

[email protected]