La Cimberio Handicap Sport si gioca sabato 9 gennaio, nei quaranta minuti contro la UnipolSai Briantea 84 (palestra del Campus dell’Insubria in via Monte Generoso, palla a due alle ore 17, ingresso come sempre gratuito), quasi tutte le sue chance di conquistare il quarto posto nella classifica del campionato di serie A alla fine del girone di andata, che si conclude con questo nono turno, e di accedere così alla final four di Coppa Italia in programma nel successivo weekend al PalaWhirlpool.
Diciamo “quasi” perchè l’impresa, già di per sé decisamente complicata dal momento che Cantù è la seconda forza del campionato, non basterà alla Cimberio se non si concretizzerà un altro risultato favorevole ai varesini nel derby sardo che si giocherà a Porto Torres. Infatti, solo la vittoria della squadra di Daniele Riva ai danni dei canturini e, in concomitanza, una sconfitta di Porto Torres di fronte al Banco di Sardegna Sassari potrebbero consentire alla Cimberio di primeggiare in una eventuale classifica avulsa in virtù di una migliore differenza canestri nell’arrivo a quota 10 punti di tre squadre (appunto Cimberio Varese, GSD Porto Torres e Banco Sardegna Sassari).
Ma prima di pensare al risultato di Porto Torres (le motivazioni dei padroni di casa e il fattore campo rendono il compito di Sassari decisamemte difficile), la Cimberio dovrà pensare alla UnipolSai e a conquistare un successo non impossibile ma anche quanto mai complicato, perchè Cantù è oggettivamente molto forte. Coach Daniele Riva ritiene, sin dalla scorsa stagione, che la UnipolSai sia strutturalmente alla portata ddella Cimberio molto più di Roma, ma il tasso di classe dei brianzoli è comunque elevatissimo e la classifica è lì a dimostrarlo, senza scordare che lo scontro diretto con la capolista Santa Lucia Roma per la supremazia in campionato si è risolto di un nulla (53-50) a favore dei campioni d’Italia che nell’occasione hanno avuto anche il vantaggio di giocare in casa.
Resta alla Cimberio il rammarico di doversi giocare la qualificazione alla final four di Coppa Italia in maniera così rocambolesca e di correre il serissimo rischio di restarne fuori curandone l’organizzazione. E pesa ovviamente in questa situazione la sconfitta interna con la Amicacci Giulianova (si era solo alla seconda giornata), che peraltro ha poi confermato di essere squadra attrezzata e meritevole di stare nelle zone altissime della classifica. Ora però non resta da fare altro che impegnarsi al massimo nel tentativo di battere Cantù (basterebbe un successo anche con… mezzo punto di scarto) e sperare in una buona notizia dalla Sardegna: incrociamo le dita…

IL PROGRAMMA (sabato 9 gennaio)
Cimberio Varese – UnipolSai Briantea 84 Cantù (ore 17)
Amicacci Giulianova – GiocoParma (ore 18)
GSD Porto Torres – Banco Sardegna Sassari (ore 18)
Montello Bergamo – Santa Lucia Roma (ore 18)
Banca Marche S.Stefano – Millennium Padova (ore 18)

LA CLASSIFICA
Santa Lucia Roma punti 14; UnipolSai Briantea 84 Cantù e Amicacci Giulianova 12; GSD Porto Torres 10; Banco di Sardegna Sassari e Cimberio Varese 8; Montello Bergamo 4; Millennium Padova 2; Banca Marche S.Stefano e GiocoParma 0.

IL PROSSIMO TURNO (sabato 23 gennaio)
Cimberio H.S. Varese – Gioco Parma (ore 17)
Millennium Padova – Santa Lucia Roma (ore 18)
Montello Bergamo – Banco Sardegna Sassari (ore 18)
Banca Marche S.Stefano – Amicacci Giulianova (ore 18)
UnipolSai Briantea 84 Cantù – GSD Porto Torres (ore 20.30)

[email protected]
foto Mario Bianchi