Virginia Baga, Giorgia Biasi, Gaia Costantino, Alice Moneta e Anna Negrini sono le 5 atlete che nel Campionato Nazionale di Serie C hanno portato la Coccinella al 4° posto. Sono arrivare ad un solo passo dal podio: davanti a loro tre colossi che da anni calcano le pedane di serie A quali le società Motto Viareggio, Fano e Fabriano.
Le ragazze si sono presentate sicure di poter impressionare la giuria composta da giudici federali nazionali ed internazionali, con a capo la direttrice tecnica nazionale sig.ra Marina Piazza abituata a competizioni internazionali. Gente, quindi, che di ginnastica ci capisce e tanto, gente alla quale non sfugge il minimo dettaglio di ogni singola esecuzione.

E si parte, sabato 23 aprile, con 81 rappresentative a contendersi i primi 20 posti per poter accedere alla finalissima.
Il primo esercizio è al corpo libero ed è presentato da Virginia Baga, Giorgia Biasi, Gaia Costantino e Anna Negrini. Bastano poche note e collaborazioni per catturare l’attenzione del corpo giudicante e di tutto il pubblico. Subito il carattere ed il carisma delle coccinelle si impone. Originalità e difficoltà interpretate in modo magistrale si aggiudicheranno il punteggio di 13.400.
Poi è la volta dell’esercizio ai due cerchi. In pedana Anna Negrini e Alice Moneta. La tanta grinta, forse un po’ troppa, porta una piccola sbavatura recuperata con grande destrezza. Il punteggio sarà di 13.100. Non c’è un attimo di tregua, è la volta di fune – nastro, cioè di Gaia Costantino e Alice Moneta. Ritmo incalzante, attrezzi in mano e il punteggio di 12.600 premia il grande lavoro svolto. E, con l’ultimo attrezzo, le clavette, scende di nuovo in campo Anna Negrini. Granitica, non perde un colpo, non tralascia alcun dettaglio e la partita è chiusa con il punteggio di 13.000 alle clavette ed il totale, per la Coccinella, di 52.100. 4° posto. Ma siamo solo alle qualificazioni. Anche se questa è una qualificazione da sogno.

Serie C coccinelleDomenica mattina si definisce l’ordine di gara e la Coccinella esce per ultima. 3 esercizi su 4 da presentare nella finalissima, 5 ore di attesa prima di scendere sul campo gara. Occorre una concentrazione incredibile e nervi d’acciaio. Bisogna ingannare l’attesa senza stancarsi, sia mentalmente sia fisicamente. E allora eccole lì, tutti e cinque, schierate con le proprie allenatrici a bordo pedana a guardare le avversarie negli occhi per qualche attimo poi via negli spogliatoi protette dagli sguardi e dalle distrazioni. Trucco e chignon, tutto è pronto, il campo di riscaldamento le aspetta. Squadra dopo squadra il tempo vola. Basta l’annuncio dello speaker che chiama la Coccinella per zittire tutto il palazzetto. La consapevolezza che le sorti del campionato dipendono anche dalle nostre 5 condottiere è certa.
Ritorna il corpo libero, fantastico 13.300. I due cerchi, meravigliosi 13.050. Le clavette stratosferiche 13.300. La Coccinella è 4° ed è nell’Olimpo della ginnastica ritmica.

Grande felicità per Laura Scavazzini, Giada Carluccio e Francesca Peja a fine campionato: “Straordinarie! Le nostre atlete sono state fantastiche. Due giorni di gara, 81 squadre schierate, 400 atlete con gli occhi puntati su di noi. Ci siamo presentate con il titolo di campionesse regionali ed interregionali, conquistati davanti a società blasonate che viaggiano nei massimi campionati da decenni. Siamo tornate in palestra con umiltà, sapendo che i successi non erano dei traguardi, ma solo dei punti di partenza. La curiosità nei nostri riguardi era tangibile. La Coccinella ha stravolto qualsiasi previsione di partenza. Le nostre giovani atlete hanno retto la tensione ed hanno dimostrato di avere nervi d’acciaio ed un carattere indomabile. La nostra felicità è grande perché nulla era scontato e prevedibile in questo risultato che per noi è un grande trionfo. Progrediamo di anno in anno, con carattere, con fermezza. Inseguiamo sogni che diventano possibili grazie al lavoro e alla passione di tutta la società, delle tecniche, delle atlete e delle loro famiglie. Bravissimi!“.

Il prossimo appuntamento federale per la Coccinella è il Campionato Nazionale di Categoria di Arezzo dove Alice Moneta difenderà i colori del sodalizio gorlese.

[email protected]