Il secondo raduno di Campo piccolo ha proposto due sfide insidiose che hanno però consentito lo stesso ai Wild Boars di andare in vetta alla classifica a punteggio pieno.

Il primo incontro ha visto i varesini di fronte al GEAS di Sesto S.G. e il match non ha avuto storia. Dopo 5 minuti, infatti, i cinghiali avevano già chiuso la pratica con un perentorio 5-1 e, all’intervallo, il tabellone segnava già 8-2 per Varese. Dopo un inizio contratto di ripresa, che permetteva un piccolo riavvicinamento di Sesto, i ragazzi hanno ripreso a macinare gioco e terminare l’incontro sul 14-4.
In gol Capitani (5), Ghislanzoni J. (3), Ghislanzoni N. (2), Volpe, Sirtori, Parisi e Dalle Fratte con una rete gol ciascuno.

Molto più complessa la seconda partita contro il FC Molotov, che Varese non ha approcciato nel modo giusto. A causa di due difese non impeccabili e di una serie di occasioni da gol fallite, i milanesi hanno chiuso la prima frazione in vantaggio per 2-1. Al rientro dalla pausa, i cinghiali si sono trasformati e in due minuti hanno ribaltato il risultato grazie al terzetto Capitani, Ghisanzoni J. e Parisi, autori di un gol a testa. Dopo aver preso un palo su rigore e sciupato una superiorità numerica i Wild Boars sono ricaduti negli errori di deconcentrazione che hanno permesso ai milanesi di impattare sul pareggio; soltanto nel finale hanno avuto la meglio grazie agli interventi prodigiosi di Sartori e all’ennesimo gol di Capitani.

[email protected]