Manca poco all’esordio europeo della nazionale azzurra: domani sera alle 21 a Lione l’Italia debutterà contro il Belgio. Ecco qualche parare “vip” su come sarà l’avventura degli uomini di Conte:

Fabrizio Castori – Italia (allenatore Carpi): “Premesso che ho grande stima e rispetto per il lavoro di Conte perchè ritengo che sappia quello che vuole e ha le idee chiare, onestamente io avrei portato Bonaventura per il centrocampo degli azzurri che deve già fare a meno di Verratti e Marchisio. Il girone degli azzurri non è dei più facili ma noi italiani nel momento della difficoltà sappiamo dare il massimo e sono certo che anche in questi europei saremo protagonisti. Su chi punterei? Beh sono un po’ di parte e ti dico Pellè e Giaccherini che erano nelle giovanile del Cesena quando io allenavo in romagna. La Francia è la mia favorita con Germania e Spagna li attaccate oltre all’Italia ovviamente”.

Edoardo Gorini – Italia (Cittadella): “Per  il tipo di gioco che vuole esprimere, penso che Conte abbia fatto le scelte giuste che in qualche reparto (centrocampo ndr) sono state un po’ condizionate dagli infortuni. In una competizione così corta essere già in forma fisicamente è importante, per questo avrei portato Belotti che ha disputato un finale di stagione molto positivo. Il girone degli azzurri non è difficilissimo, per questo penso che il passaggio del turno sia alla portata dell’Italia. Le squadre del ct sono sempre fastidiose, è difficile giocarci contro e questa sarà la vera arma in più. Un giocatore su cui punterei è Candreva, un tipo di calciatore completo che vorrei sempre nella mia squadra. La sorpresa potrebbe essere il Belgio, la favorita la Francia ma, come ti ho già detto, anche l’Italia dirà la sua”.

Stefano Sorrentino – Italia (Palermo): “Conte sa bene quello che vuole e ritengo che le convocazioni siano giuste. Se mi chiedi di cambiare qualcosa ti dico che avrei portato un big del calibro di Totti, per la sua esperienza e per dare il suo contributo nei momenti topici della partita anche in considerazione della sua forma fisica in questo finale di stagione. Per l’attacco Belotti non lo avrei lasciato a casa. Buffon, De Rossi e Barzagli saranno determinanti per una nazionale che quando parte tra scetticismo generale fa sempre bene, quindi l’Italia è la mia favorita”.

Neto – Brasile (Padova): “Jorginho lo avrei portato, ha disputato un’ottima stagione e ha delle qualità superiori alla media. Scontato dirti anche Pavoletti, so di essere di parte, ma Leo meritava tutta la vita questa maglia. E’ uno degli attaccanti più forti in Italia e sono sicuro che la sua esperienza in una manifestazione di livello così alto è solo rimandata. Il girone degli azzurri è tosto, il Belgio ha qualità ed è una squadra molto forte. Sono certo che l’Italia passerà comuqneu il turno. Mi chiedi su chi punterei? Anche qui sono di parte, Eder è un amico, so che è capace di fare grandi cose, quindi punto su di lui. La Francia è la mia favorita, ottima squadra e gioca in casa”.

Achraf Lazaar – Marocco (Palermo): “Sono convinto che Conte abbia scelto i giocatori giusti adatti per fare un buon europeo. Personalmente avrei portato Pavoletti che ha disputato un finale di stagione esaltante e ha dimostrato di valere la maglia oltre che essere in un momento di forma. L’Italia è stata inserita in un girone difficile con squadre importanti, ma il passaggio del turno è alla sua portata. Se mi chiedi di puntare su un giocatore ti dico Pellè. Spagna e Francia, che gioca in casa, sono le mie favorite, la sorpresa potrebbe essere il Belgio”.

Michele Marocco