Grande soddisfazione per la Canottieri Gavirate al termine delle regate internazionali Para-Rowing, in scena da giovedì a ieri con il contributo di Regione Lombardia ed il sostegno di Provincia di Varese, Camera di Commercio di Varese e Comune di Gavirate.

Bilancio molto positivo, peccato ogni anno il vento decida regolarmente di venirci a trovare costringendo a variare, in corsa, il programma – spiega Paola Grizzetti, nella sua doppia veste di membro della commissione Para-Rowing della FISA e della Canottieri Gavirate -. I rappresentanti delle 32 nazioni presenti a Gavirate sono rimaste letteralmente entusiaste dell’attenzione e dei servizi a loro dedicati. Certamente questi numeri ci hanno messo a dura prova e non è stato facile organizzare, ad esempio, logistica e disponibilità delle imbarcazioni. Per il futuro, se dovesse ulteriormente crescere la partecipazione, dovremmo considerare altri spazi e non solo il piazzale antistante la Canottieri”.
D’accordo il presidente Giancarlo Pomati. “Grande evento, reso ancor più spettacolare e interessante dalle prestazioni di questi atleti. Siamo contenti di aver inaugurato, nel migliore dei modi, i nuovi pontili: gli investimenti nelle strutture sono molto importanti per far crescere una Società e, con essa, il livello delle manifestazioni organizzate. Verso il 2020, dato che la FISA ci conferma piena fiducia per i prossimi 4 anni, proseguiremo sulla strada imboccata, consapevoli di avere al nostro fianco le istituzioni e aziende felici di poterci sostenere. Un rigraziamento particolare allo staff di volontari e studenti che hanno operato con dedizione, capacità ed entusiasmo”.

Nel pomeriggio, le serie di finali della regata internazionale vinte da Australia e Brasile nel 4 con, Francia e Ucraina nel doppio, l’ucraino Polianski, gli azzurri Fabrizio Caselli e Sergio Bartolini nel singolo maschile, la norvegese Skarstein, la tedesca Pille-Steppart, la brasiliana Pessanha nel singolo femminile.

Dopo le finali delle qualificazioni paralimpiche e della prima sessione internazionale, sono andate in scena le regate Master, caratterizzate dai successi del Caprera nel 2 senza, della Canottieri Gavirate nelle tre serie del 4 di coppia, del misto Armida-Olbia-Sanremo ancora nel 4 di coppia maschile, del misto CUS Torino-Gavirate nel 4 di coppia femminile, di Matteo Buzzi (Gavirate), Andrea Prina (Varese), Massimo Varesi (Bissolati Cremona), Massimo Marchisio (Cerea), Valeria Vitali (CUS Torino), Carolina Mailander (Armida), di Gavirate, Varese, Menaggio, Arolo, Caprera, Irno, Garda Salò-Bardolino nel doppio maschile, di CUS Torino-Gavirate e Armida nel doppio femminile, del misto Varese-Idroscalo nel 4 senza maschile.  

Vicine alla Canottieri Gavirate, ci sono realtà del territorio come Openjobmetis Agenzia per il Lavoro (Main Sponsor dell’evento), PDC Consulting di Paola Della Chiesa, UBI Banca Popolare di Bergamo, Fondazione Unione Banche Italiane per Varese, Autolinee Varesine, Nuova Trebicar, Marelli e Pozzi, i Commercianti del Centro Storico di Gavirate, Elmec ed Eolo. La Canottieri Gavirate può inoltre contare sul sostegno di cinque importanti società sportive, come il Varese Calcio, la Società Ciclistica Alfredo Binda, il Rugby Varese, il Rugby Valcuvia e l’Atletica Gavirate.  Tra i volontari della Gavirate anche gli studenti del liceo sportivo Isis Stein di Gavirate, la Pro Loco e la Protezione Civile di Gavirate, l’Associazione dei Carabinieri in congedo di Gavirate e la Sportiva Oratorio Gavirate e l’Associazione Santa Caterina Buguggiate Onlus.

[email protected]
(foto Cecchin)