Domenica 27 novembre a Forlì si è svolto l’atto conclusivo del campionato di serie B1. Le atlete della società Kinesis, reduci dai successi della gara regionale (primo posto) e interregionale (secondo), si presentavano a questo appuntamento consapevoli di potersi giocare sul campo la promozione nella serie successiva.

La squadra di Venegono Superiore è scesa in pedana come terzultima formazione impegnata nella competizione, a giochi quasi fatti e con la pressione di dover superare il punteggio delle ginnaste toscane della Motto Viareggio per poter festeggiare la scalata in B nazionale. Le ginnaste toscane occupavano la terza posizione al momento della discesa in pedana della Kinesis che, dunque, sapeva che la società Falciai aveva totalizzato 84.950, Olimpia Senago 84.750, Motto Viareggio 82.450 e Panaro Modena 82.300.

Grazie alle ottime esecuzioni, la Kinesis ha totalizzato un punteggio di 84.050. Splendide le prove di Arianna Ostinelli al corpo libero (13.650), Irene Baj alla fune (14.400), Alice Intini al cerchio (14.900) e alle clavette (14.300), Giulia Gherardini alla palla (14.000) e Giulia Intini al nastro (12.800).

Le portacolori della Kinesis, grazie al terzo posto conquistato in questa finale tricolore del campionato di serie B1, coronano una stagione ricca di successi che le ha viste più volte protagoniste in diverse competizioni della federazione ginnastica d’Italia, ma soprattutto firmano la loro promozione nella serie B nazionale.
Per chi non lo sapesse, i campionati nella ginnastica ritmica sono serie A1, serie A2, B nazione, B1 etc.. quindi nel 2017 la Kinesis parteciperà alla serie B nazionale con la speranza di conquistare la promozione in A2.

Si è concluso nei migliori dei modi questo campionato di B1, la gioia per la promozione in serie B nazionale è alle stelle – spiega una entusiasta Serena Farina -. La gara è stata di altissimo livello, la tensione era molta e poteva giocare brutti scherzi. Abbiamo condotto 4 esercizi su 6 in maniera impeccabile poi abbiamo regalato qualche punto sulle composizione con le clavette e il nastro dove abbiamo commesso delle imprecisioni. Ma ora è inutile fare le pulci agli esercizi, l’importante era guadagnarsi un posto sul podio e il pass per la serie B nazionale e noi ci siamo riuscite questo è quello che conta. Ora è tempo di godere di questo successo e impostare la squadra per il prossimo anno. Grazie alle mie ginnaste per l’impegno, alle mie collaboratrici e a tutta la Kinesis che ci ha sostenuto in questo percorso, la nostra forza è il gruppo“.

[email protected]