Nella 7a giornata di campionato, il PalaWhirlpool ospita la sfida tra Openjobmetis Varese e Dolomiti Energia Trento, squadra che ormai da anni è nel novero delle migliori d’Italia sia per risultati che per gioco espresso. Anche questa stagione la squadra allenata da Maurizio Buscaglia (dal 2010 sulla panchina trentina) non sta deludendo le aspettative, risultando competitiva sia in campionato che in Eurocup (è agli ottavi di finale) grazie al solito, meraviglioso lavoro sul mercato del DG Salvatore Trainotti. Oltre ai movimenti in entrata però, bisogna riconoscere che un fattore determinante per le fortune dell’Aquila è anche la politica di solidità finanziaria, la continuità tecnica e la schiera di “italiani buoni”: ai confermatissimi Filippo Baldi Rossi (8.7pt e 4 rimbalzi), Toto Forray (5.1pt e 2.4 assist), Diego Flaccadori (4.4pt in 14′) e Davide Pascolo (12.9pt e 6.3 rimbalzi, ala efficace come pochi) infatti, è stata aggiunta tutta l’esperienza di Giuseppe Poeta (5.2pt in 17′ conditi da 2.2 assist) e Luca Lechthaler (1.4pt in 5′). Se ad una squadra con un background così solido, viene inserito un giocatore del calibro di Julian Wright (15.1pt in 27′, 7.2 rimbalzi e 2.2 assist), il mix diventa esplosivo. Il centrone ex NBA però non è il solo a predicare pallacanestro, al suo fianco infatti una batteria di giocatori atletici e dalle ottime doti balistiche: Trent Lockett (ala da 11.2pt in 27′ e 3.6 rimbalzi), Jamarr Sanders (guardia ex Veroli da 8.3pt e 3.4 rimbalzi in 27′), Dominique Sutton (6.8pt in 20′ e 4.1 rimbalzi, compagno di squadra di Thompson ai Santa Cruz Warriors) e l’ultimo arrivo in casa bianconera, il centro Jared Berggren da Cantù.

[email protected]
(foto da acquilabasket.it di Saruzza)