Sarà Reggio Emilia l’ultima squadra a far visita alla Openjobmetis Varese in occasione del penultimo turno di Serie A Beko. Dopo la finale playoff persa lo scorso anno contro Sassari, la Grissin Bon ha confermato un blocco importante di giocatori permettendole di rimanere ad alti livelli anche per questa stagione. Non è un caso che gli emiliani siano gli indiziati numero uno per contrastare lo strapotere dell’Olimpia Milano.

Reggio è una squadra completa in tutti i ruoli e vanta un gruppo di italiani giovani e promettenti che fino ad oggi ha fatto veramente bene: a cominciare dall’ex Cantù Pietro Aradori (13.6 punti, 5.9 rimbalzi, 2.8 assist e 15.7 di valutazione in 29.4 minuti medi di utilizzo), vera e propria stella del team allenato da coach Menetti. A seguire gli ex biancorossi Achille Polonara (10.4 punti, 6.9 rimbalzi, 1.4 assist e 14.1 di valutazione in 26.9 minuti) ed Andrea De Nicolao (6.4 punti, 2.5 rimbalzi e 3.8 assist), Stefano Gentile (7.2 punti, 2.3 rimbalzi e 2.1 assist) ed Amedeo Della Valle (12.8 punti, 2.7 rimbalzi e 2.3 assist per un totale di 13 di valutazione) che però non dovrebbe essere del match a causa di un infortunio all’anca che lo ha tenuto fermo anche in occasione dell’ultimo match casalingo contro Sassari.

La squadra è completata dagli stranieri Darjus Lavrinovic (ala/centro classe ’79 da 10.5 punti e 4.5 rimbalzi in 16.5 minuti di utilizzo), il centro bulgaro Vladimir Veremeenko (9.2 punti, 5.4 rimbalzi per un totale di 11.8 di valutazione), il sempreverde Rimantas Kaukenas (13.1 punti, 1.4 rimbalzi e 2.6 assist), l’utile ala Ojars Silins (6.9 punti in 21.7 minuti) e il centro serbo Vladimir Golubovic (8.6 punti, 4.8 rimbalzi, 10 di valutazione), inutilizzato nel match contro i campioni d’Italia della Dinamo.

GRISSIN BON REGGIO EMILIA vs PASTA REGGIA CASERTAOcchio A – Pietro Aradori (foto da pallacanestroreggiana.it) cresce nell’Assigeco Casalpusterlengo con i quali disputa un campionato di B1 (21 presenze e 2.9 punti di media nella stagione 2005-2006). Nel 2006-2007 si trasferisce all’Andrea Costa Imola (Legadue) dove gioca 30 partite realizzando 12.8 punti e 3.1 rimbalzi di media. Il 30 Settembre 2007 esordisce in Serie A contro Napoli (69-60, 0 punti in 10 minuti) e colleziona prima 18 presenze con l’Armani Jeans (4.1 punti e 2.6 rimbalzi a partita, con un high di 15 punti nella vittoria del derby con Varese, dove è uno dei migliori in campo ) e poi 8 partite in prestito con la Lottomatica Roma (2.5 punti a partita) arrivando a giocare la finale del campionato di Serie A.
Nell 2008-09 si trasferisce all’Angelico Biella dove nella sua prima stagione chiude con 39 presenze e 6.8 punti di media. Nel 2009-10 rimane in Piemonte disputando 28 gare di Campionato; qui realizza 16.8 punti (3° Top Scorer della Lega) conditi da 5.0 rimbalzi e 2.1 recuperi, cifre che gli valgono la nomination come Miglior Under 22 del Campionato. Disputa anche l’Eurocup dove realizza 14.4 punti con il 38.9% da tre. Ottiene anche il prestigioso riconoscimento del Premio Reverberi come “Miglio Giocatore” dell’anno 2009.
Raggiunta la salvezza con l’Angelico Biella all’ultima giornata contro Ferrara accetta l’offerta della Montepaschi. Si trasferisce in Toscana e con la Mens Sana si aggiudica subito la Supercoppa contro la Virtus Bologna. Siena vince anche lo scudetto e la Coppa Italia, oltre a partecipare alle Final Four di Eurolega. Nell’estate 2012 si trasferisce a Cantù. Nella stagione 2014-15 è all’estero, prima al Galatasaray Istanbul e poi all’Estudiantes di Madrid. Disputa i playoff scudetto con la Umana Venezia dove esce in semifinale battuto dalla Grissin Bon Reggio Emilia con cui firma nella estate del 2015.

[email protected]