Si è tenuta ieri la quinta prova della finale mondiale del Grand Prix di volo a vela a Calcinate del Pesce. Una giornata caratterizzata da condizioni meteo incerte, per ovviare alle quali la commissione ha deciso di far effettuare ai piloti un percorso da 208,44 km: Calcinate del Pesce, Baita, Laveno, Erba, Varese, Calcinate.
Primo al traguardo è giunto il francese Maximilian Seis, soltanto 22enne e il più giovane del gruppo, che ha completato il tema del giorno in 1 ora e 41 minuti alla velocità media di 123,8 km/h, in una gara piuttosto equilibrata, tanto che fra il primo e l’ottavo classificato c’è stato un distacco di appena 42 secondi. Al secondo posto un altro francese, Christophe Ruch, vincitore della prova di ieri, al terzo l’austriaco Werner Amann.
In classifica generale le prime posizioni restano immutate, ma Max Seis consolida il proprio primato raggiungendo quota 36 punti. Secondo Christophe Ruch, con 33, e terzo il polacco Sebastian Kawa, oggi giunto quarto al traguardo, con 29.
Quarto ancora il ceco Mracek (27 punti), mentre rimane in quinta posizione con 25 punti il primo degli italiani, Giorgio Galetto, che oggi ha chiuso la prova in sesta posizione.
Max Seis è l’unico pilota ad aver vinto due prove. Gli inseguitori sono però agguerriti, anche perché il distacco fra i primi sette piloti in classifica è tale che ognuno di loro può ancora ambire alla conquista del titolo.
LA GARA DI IERI

[email protected]