Ieri a Giubiano, grazie alla collaborazione con il gruppo Alpini di Varese e con l’Oratorio, si è volta una domenica all’insegna dello sport nel ricordo di due ex giocatori dell’ASD Rugby Varese, i fratelli Sacchetti.

Alle 10.30 è andata in scena la partita tra l’Under 18 biancorossa e i pari età del Cus Milano Rugby. I quindici di Pella hanno perso 22-46 incassando la seconda sconfitta stagionale. “I ragazzi hanno fatto vedere delle buone giocate a tratti” così ha commentato l’allenatore a fine match; “inizialmente siamo partiti timidi e contratti, ma a dal 15’ i ragazzi hanno cominciato a giocare reagendo alla squadra milanese”. E’ stata una partita altalenante, ma rispetto al barrage di due settimane fa si è vista più aggressività e confidenza col pallone.

Successivamente è scesa in campo la Nazionale Italiana Rugby Sordi che ha affrontato la Cadetta del Rugby Varese che si è imposta 63 – 7. Salvalajo è risultato il migliore in campo per il quindici biancorosso.

Alle 14 si è poi avuto il triangolare fra Varese, Paganica e CUS Milano, primo vero test per la truppa di Galante e Ferrara contro due compagni che militeranno nel campionato di Serie B. Varese ha vinto il triangolare per differenza punti rispetto al CUS Milano.
Il primo match è stato quello fra Varese e Paganica, vinto 24 – 7 dai biancorossi, con un ottimo livello di gioco da parte della squadra di Galante e Ferrara. A seguire Paganica – Cus Milano finita 7 – 17. Per ultimo la sfida fra Varese e Cus Milano, terminata in pareggio 7 – 7 con un buon Varese di fronte alla squadra verdeblu. “E’ stato un buon test”, così ha esordito Galante alla fine del triangolare. “Mi è piaciuta la voglia di giocare dei ragazzi, hanno un buon livello di gioco soprattutto in difesa, sappiamo su cosa lavorare per l’inizio del campionato”. Unica pecca della giornata gli infortuni di Herdman, Contardi, Affri e Fulginiti.

[email protected]