È stato necessario pazientare quasi due mesi dopo il rinvio del 1° maggio, ma finalmente il momento del Campionato regionale di equitazione FISDIR (rivolto agli atleti con disabilità intellettiva relazionale) è arrivato. I titoli lombardi saranno in palio domenica 28 giugno al Garden Sporting Club di Cislago, in provincia di Varese. In cabina di regia, come consuetudine, ci sarà l’Agres, una garanzia per il movimento.
Anche quest’anno, come nel 2014, le sfide saranno dedicate sia al dressage che alla gimkana. A contendersi le medaglie saranno i padroni di casa e la Sogni e Cavalli Onlus di Pavia, ma la competizione è open: vi parteciperanno pure Ashd Novara e Stradella Reggio Emilia, per un totale di 30 tra cavalieri e amazzoni: numeri in linea con quelli dello scorso anno.
La novità dell’edizione 2015 sarà la consegna di un premio a tutti i volontari che contribuiranno all’organizzazione, con una doppia finalità: ricordare Pierangela Piuri, figura fondamentale per la buona riuscita degli eventi targati Agres scomparsa ad aprile, e lasciare un segno tangibile di riconoscenza alle persone che, senza ricevere alcun compenso in cambio, prestano la loro imprescindibile opera. È annunciata la partecipazione della Caronnese Calcio, squadra che milita nel campionato nazionale di serie D, la categoria più alta prima del professionismo. L’amicizia tra le due società è ormai consolidata e così il gemellaggio è pronto a rinnovarsi.

Il programma della giornata prevede l’inizio del concorso di dressage alle ore 11.30. La gimkana, invece, terrà banco nel pomeriggio, dalle 14. Intorno alle 17.30 andranno in scena le premiazioni, con l’incoronazione dei nuovi campioni regionali. La sfida sarà valida anche come prova di qualificazione ai Tricolori, manifestazione in attesa di collocazione.
Il team di Cislago affronterà la kermesse casalinga con 7 elementi, esattamente come nel 2014. In quell’occasione, tutti salirono sul podio. “Puntiamo a bissare il risultato – commenta la responsabile Alessandra Cova -. Ma ciò che conta di più è che tutti riescano a esprimersi al meglio delle proprie possibilità”.

 [email protected]