Il conto alla rovescia è partito. Tra sette giorni, domenica prossima 30 agosto, il Rugby Varese tornerà a sudare in vista della stagione in Serie B da neopromossa. Tra una settimana si terrà il raduno e poi corsetta sulla ciclabile del lago. Ritrovo ore 10.00 presso il campo “A. Levi” di Giubiano, ore 10.30 circa al Lido alla schiranna. Gli allenamenti “ufficiali” riprenderanno a partire dal successivo martedì, primo settembre.

In attesa dell’inizio della nuova stagione, l’entusiasmo è già alto come testimoniano Christian Affri (foto a lato), 21 anni il prossimo 6 Ottobre, 176 punti fatti nella stagione 2014/2015 nelle sue 17 presenze; e Stefano Piazza (foto in alto), classe ’85 con 19 presenze e 4 mete. Conosciamoli meglio:
AFFRIChristianDa Quanti anni giochi a Rugby?
Christian: “Ho iniziato n seconda media, questo è il decimo anno, ho iniziato con Mario Galante e
Beppe Cattaneo”.
Stefano: “10 anni, ho iniziato con Plano”.
Cosa ti ha spinto a fare rugby?
Christian: “Luca Villari mi ha spronato a iniziare”.
Stefano: “Giordano Taverna e Lorenzo Maffioli”.
Cosa ti Piace del Rugby?
Christian: “le uscite con i compagni di squadra, il team building continuo”.
Stefano: “L’adrenalina e la soddisfazione che mi dà”.
Il tuo Giocatore Preferito?
Christian: “Jonny Wilkinson, perché malgrado gli infortuni non ha mai perso il suo spirito di
combattimento”.
Stefano: “Roger Federer, perché è la classe nello sport.”
Quale obiettivo per la prossima stagione?
Christian: “Arrivare nei playoff sarebbe una sorpresa”.
Stefano: “Toglierci tantissime soddisfazioni e guadagnarci il rispetto di tutti i nostri avversari”.
Cosa ti aspetti dalla prossima stagione?
Christian: “Maggior impegno sotto tutti i punti di vista, partite più divertenti con un tasso tecnico più
alto”.
Stefano: “Una professionalità più elevata e che i giovani acquistino sempre più fiducia”.
Che consiglio daresti a chi vuole iniziare a giocare a rugby?
Christian: “Vieni perché ti diverti e trovi un sacco di amici. Cadi sempre in piedi”.
Stefano: “Il rugby ti cambia la vita”.
Un aneddoto da raccontare?
Christian: “La partita contro Bergamo al mio primo anno in prima squadra, c’era la tribuna
stracolma e grazie ad una meta di Taverna abbiamo vinto la partita entrando nei playoff. Girandomi
ho visto mio padre piangere dall’emozione.”
Stefano: “A Neuchatel quando ancora non giocavo a rugby abbiamo fatto una grigliata a bordo
campo con i London Harlequins e mi hanno detto che erano il Manchester United del rugby,
abbiamo passato la serata con loro ed erano dei ragazzi come noi”.

[email protected]