Il lago di Comabbio è pronto ad accogliere i 63° Campionati Italiani Jole Lariane ed Elba sotto l’egida della Federazione Italiana Canottaggio Sedile Fisso. Per la diciannovesima volta negli ultimi 23 anni e per la settima stagione consecutiva è la Canottieri Corgeno a organizzare la manifestazione, patrocinata anche da Regione Lombardia, Provincia di Varese, Comune di Vergiate, Coni Lombardia e Parco del Ticino. Il programma prevede che domani e domenica si svolgano le competizioni riservate alle categorie Allievi, Cadetti, Ragazzi, Juniores e Seniores.
Trenta i titoli in palio, con una novità importante per i giovani canottieri: l’introduzione della specialità del 4 di coppia Cadetti. Attenzione, inoltre, anche alla massiccia partecipazione di Esordienti, tutti premiati con la medaglia d’oro a fine gara, e al doppio Veterani.

Sono 496 i partecipanti ai Campionati Italiani Jole Lariane ed Elba di Corgeno e sono in forza a 33 società. Dieci dalla provincia di Varese (De Bastiani Angera, Arolo, Caldè, Germignaga, Cerro Sportiva, Porto Ceresio, Corgeno, Ispra, Sport Club Renese, Portovaltravaglia), nove dalla provincia di Genova (Dario Schenone Foce, Club Sportivo Urania, Scalo Quinto, Sportiva Murcarolo, Gianni Figari Santa Margherita Ligure, Rowing Club San Michele, LNI Sestri Levante, LNI Chiavari e Lavagna, Compagnia Remiera Lavagnese), una da La Spezia (Il Gabbiano Monterosso), otto dalla provincia di Como (Plinio Torno, Osteno, Falco Rupe Nesso, Stella Laglio, Aurora Blevio, Aldo Meda Cima, US Carate Urio, Tremezzina), una dalla provincia di Lecco (Pescate) e quattro dal VCO (Cannero Sportiva, Canottieri Pallanza, Verbanese, Cannobio). In tutto, 360 equipaggi. Germignaga (28) e Urania (23) vantano le maggiori presenze, poi a quota 22 troviamo Falco Rupe Nesso, Corgeno e Sport Club Renese.

Oggi, nel corso della presentazione presso la Canottieri Corgeno, sono intervenuti il presidente federale Narcisio Gobbi, il vicepresidente federale Marco Mugnani, il presidente della Canottieri Corgeno e del Comitato Regionale FICSF Lombardia Giovanni Marchettini, il sindaco di Vergiate Maurizio Leorato e il delegato Coni Varese Marco Caccianiga.
Sono al mio quinto anno di mandato e sono felice di poter constatare, ancora una volta, i pregevoli risultati conseguiti dalla Canottieri Corgeno in campo organizzativo – spiega Leorato -. L’attività svolta da questi dirigenti rimarrà anche a favore delle future generazioni”.
Questo il pensiero del neodelegato Coni, Caccianiga. “E’ il mio assoluto battesimo, sono qui per imparare: porto anche il saluto del presidente regionale Oreste Perri, determinato a fornire un sostegno importante alla provincia di Varese per il suo completo rilancio dal punto di vista sportivo”.

“Passiamo da 28 a 33 Società rispetto al 2014, crescono in numero anche equipaggio e atleti – aggiunge Gobbi -. La scelta di aggiungere al programma gare il 4 di coppia Cadetti è senz’altro ripagata dalla buona partecipazione. Come novità rispetto all’anno scorso, c’è anche la decisione di porre nelle corsie centrali i vincitori delle batterie”. Soddisfatto, naturalmente, Marchettini. “Quest’anno possiamo anche vantare il record di Esordienti e per quanto riguarda Corgeno ormai sede abituale dei Tricolori Jole Lariane ed Elba posso solo ringraziare la Federazione per la scelta, a inizio anni Novanta, di puntare sul lago di Comabbio“.
Mugnani, invece, si sofferma sugli eventi internazionali. “L’obiettivo è creare un circuito di gare europee con gli amici inglesi, irlandesi, gallesi e spagnoli protagonisti quest’anno a Savona e Reno di Leggiuno. Occasione non solo per confronti agonistici ma anche per interscambi culturali”.

Nel 2014, è stata la Canottieri Arolo a brillare grazie alla conquista di ben nove i titoli. Bene anche De Bastiani Angera, protagonista con 4 titoli, e la Canottieri Tremezzina, capace di far suonare 3 volte l’inno italiano. A quota 2, Osteno, Sport Club Renese, Germignaga e Corgeno. Un’affermazione per Urania, Carate, Laglio, Caldè e Gabbiano Monterosso. All’Arolo vanno il prestigioso Trofeo Sinigaglia (categoria Senior) ed il Trofeo Generale, alla Canottieri Germignaga il Trofeo Tosti.

L’edizione 2015 dei Campionati Italiani è dedicata allo storico dirigente corgenese Guido Cantù, cui è intitolata la classifica generale. Poi, per la specialità del 4 di coppia Cadetti, è in palio il trofeo Raffaele Simonetta. Come sempre, ci sarà grande battaglia per la conquista del trofeo perpetuo Luigi Tosti (classifica giovanile) e del trofeo perpetuo Sinigaglia (classifica Seniores maschile). Per le Società in gara nelle Jole Lariane ed Elba, ancora una lunga e appassionante stagione di regate con particolare attenzione anche alle regate nazionali, momenti di confronto in vista dei Tricolori: a Eupilio, in provincia di Genova, domenica 21 giugno, a Genova Pra’, domenica 12 luglio, e infine a Corgeno, domenica 23 agosto.

Da sottolineare l’attenzione riservata a Corgeno di Vergiate anche dalle nazioni straniere. Canada, Azerbaigian, Corea del Sud, Serbia e Svizzera nel Canottaggio, Australia nella Canoa si allenano nelle acque del lago di Comabbio per preparare i più importanti appuntamenti della stagione internazionale.
L’attenzione della Canottieri Corgeno, società diretta da Giovanni Marchettini e attenta sempre al rinnovamento, è sempre mirata a garantire a tutti i partecipanti non solo le migliori condizioni per gareggiare, con adeguati spazi in acqua (5 catamarani), a terra ed anche in aria (riprese aeree), ma anche per trascorrere giornate gradevoli sotto il profilo culinario. Questa sera, nei locali di via Vigna, si potrà gustare una serata rustica con polenta, brasato, stufato e trippa oltre al rinomato fritto misto. Sabato il pranzo comprenderà le specialità a menù mentre la cena sarà spagnola con paella e sangria. Domenica 6 settembre pranzo con specialità a menù.
Domani le batterie iniziano alle ore 9:30. Domenica cerimonia d’apertura alle 9, mezz’ora dopo il via alle finali.

[email protected]