Paolo Moretti: l’aspetto che temevo di più di questo esordio, l’approccio emotivo alla partita, è stato il nostro primo avversario. Una volta sbloccati fino al terzo quarto siamo rimasti in partita pur con tutti i nostri problemi di gioventù. Nell’ultimo quarto abbiamo perso fisicità andando in affanno lasciando campo aperto a Caserta. Dobbiamo conoscerci meglio e lavorare sodo in palestra per costruire il futuro. Molti dei miei giocatori sono nuovi di questa nostra realtà e alle prime difficoltà sono andati nel panico. Pur con sotto gli occhi numeri tanto negativi prendo per buono l’impegno dei ragazzi. Alla fine la partita è stata risolta dall’istinto di Bobby Jones che non a caso è in Italia da 8 anni.

Sandro Dell’Agnello: abbiamo fatto una partita gagliarda. In settimana avevamo deciso di controllare il ritmo soprattutto perché non siamo ancora a pieno organico. Ci siamo riusciti sfruttando anche la giornata cattiva di Varese al tiro. Abbiamo vinta meritatamente perché siamo stati quasi sempre in vantaggio coppa  l’atteggiamento giusto e la voglia di giocare insieme. é stata una partita con molti errori da ambo le parti ma per noi va bene così.

DANIELE CAVALIERO: Sono davvero spiaciuto per un esordio del genere, tanto più nelle vesti di capitano della squadra. Speravo oggettivamente qualcosa di più e di meglio da me stesso e dal gruppo, ma probabilmente abbiamo pagato oltre il lecito la pressione del debutto producendo una partita davvero scadente nella quale, in particolare in attacco, abbiamo sbagliato quasi tutto. L’unica cosa da fare è tener buono quello che abbiamo fatto in difesa; partire da qui e lavorare insieme per preparare il derby di Milano, squadra che a mio parere è ancora la grande favorita per lo scudetto.

 

LA PARTITA

 [email protected]