La Cimberio Handicap Sport torna in campo a una settimana dalla inopinata sconfitta subìta sabato scorso per mano della Amicacci Giulianova e lo fa di nuovo sul campo di casa, domani, sabato 7 novembre alle ore 17 (con ingresso gratuito), nella palestra del Campus dell’Insubria, in via Monte Generoso a Varese, contro la Banca Marche Santo Stefano di Potenza Picena (Macerata).

Inutile negarlo, la battuta d’arresto contro la pur forte Amicacci Giulianova ha provocato uno choc nella squadra di Daniele Riva, anche alla luce del fatto (annunciato proprio martedì scorso) che proprio la Handicap Sport Varese organizzerà nel prossimo mese di gennaio la final four di Coppa Italia che vedrà in lizza le prime quattro classificate del campionato al termine del girone di andata. Un traguardo non impossibile ma neppure facilissimo alla luce di un calendario non proprio rassicurante per i varesini, che dovranno ricevere sul campo di casa Roma e Cantù e andare in trasferta a Porto Torres, a Padova e a Sassari. E non poter essere in campo a gennaio al PalaWhirlpool nell’atto conclusivo della Coppa Italia avrebbe davvero il sapore della beffa per Fiorentini e compagni.
“Contro Giulianova abbiamo dimostrato comunque di poter vincere – osserva coach Daniele Riva – e, senza cercare alibi o giustificazioni, credo che, alla lunga, i 25 tiri liberi concessi dagli arbitri ai nostri avversari contro gli 8 che noi abbiamo potuto battere si siano rivelati decisivi per l’esito di una partita conclusa con tre punti di scarto”.
Ma Riva vuole guardare avanti e lo fa… guardando all’indietro, a un anno fa: “Perdemmo in casa contro Gradisca – ricorda – e da quel momento scattò qualcosa in ognuno di noi che ci portò poi a ottenere i risultati che hanno poi reso memorabile la nostra stagione. Voglio pensare allora che, alla lunga, la sconfitta di sabato scorso ci darà più di quanto ci ha tolto, anche se perdere non fa mai piacere e quei due punti in più ci farebbero molto comodo”.

La Banca Marche Santo Stefano, avversario di sabato dei varesini, è ancora a quota zero punti in classifica ma ha anche avuto un avvio di campionato al limite del proibitivo: ha perso la prima partita a Giulianova (52-69), poi ha dovuto fare i conti con la Santa Lucia Roma, rimediando sabato scorso la seconda, inevitabile battuta d’arresto (41-61). Sulla carta, la Cimberio non dovrebbe incontrare troppe difficoltà ma la “lezione” di sabato scorso indurrà a non sottovalutare nella maniera più assoluta l’impegno. “Dobbiamo vincere ad ogni costo – conclude Daniele Riva – questa partita ma anche nelle trasferte di Porto Torres, di Padova e di Sassari. Io sono fiducioso”.

 

IL PROGRAMMA (3a giornata, 7 novembre)
Cimberio H.S. Varese – Banca Marche S. Stefano (ore 17)
Banco di Sardegna Sassari – Santa Lucia Roma (ore 18)
GiocoParma – Montello Bergamo (ore 18)
UnipolSai Briantea 84 Cantù – Millennium Padova (ore 18)
Amicacci Giulianova – GSD Porto Torres (ore 18).

LA CLASSIFICA
Santa Lucia Roma, Banco di Sardegna Sassari, Amicacci Giulianova e UnipolSai Briantea 84 Cantù punti 4; Cimberio Handicap Sport Varese e GSD Porto Torres 2; Banca Marche S.Stefano, Montello Bergamo, GiocoParma e Millennium Padova 0.

IL PROSSIMO TURNO (sabato 14 novembre)
GSD Porto Torres–Cimberio HS Varese (ore 15)
Santa Lucia Roma–UnipolSai Briantea 84 Cantù (ore 17)
Montello Bergamo – Amicacci Giulianova (ore 18)
Millennium Padova – GiocoParma (ore 18)
Banca Marche S.Stefano-Banco Sardegna Sassari (ore 18)

[email protected]
(foto di Mario Bianchi)