La Cimberio Handicap Sport Varese si gioca il tutto per tutto in queste ultime due giornate del girone di andata. Obiettivo della formazione di Daniele Riva è chiudere la fase ascendente del campionato di serie A a quota 12 punti, obiettivo che le consentirebbe di sperare di poter entrare tra le quattro “elette” che disputeranno poi il 16 e 17 gennaio a Varese la final four di Coppa Italia.
Un obiettivo estremamente difficoltoso da centrare, se consideriamo che le ultime due partite vedranno la Cimberio impegnata sabato 19 dicembre a Sassari e poi, il 9 gennaio, alla ripresa del campionato dopo le festività natalizie, in casa contro Cantù, come è noto seconda forza del torneo. Ma ai varesini non basterebbero questi quattro punti nelle ultime due gare del girone di andata se Cantù non perdesse sabato in casa contro Giulianova, squadra rivelazione del torneo, sinora sconfitta soltanto dalla imprendibile Santa Lucia Roma. E buone notizie potrebbero arrivare anche dal derby sardo tra Porto Torres e Sassari, in programma sempre all’ultima giornata. Insomma, un intreccio di possibilità quello legato ai primi quattro posti della classifica che tuttavia è inutile cercare di analizzare in anticipo. E, in ogni caso, ogni ragionamento non può che passare attraverso due vittorie della Cimberio nelle ultime due gare del girone ascendente di campionato.

I nodi stanno dunque per venire al pettine ed è chiaro che le sconfitte subite da Geninazzi e compagni in casa contro la Amicacci Giulianova e poi nella trasferta di Porto Torres oggi pesano come macigni. Un peso che sarebbe più che sopportabile in vista del girone di ritorno ma che diventa quanto mai gravoso in chiave Coppa Italia, se pensiamo che la Handicap Sport Varese ha chiesto l’organizzazione della final four al PalaWhirlpool con la quasi certezza di essere tra le quattro protagoniste, mentre ora rischia fortemente di essere esclusa.
Ecco perchè sabato a Sassari non conterà null’altro se non i due punti in palio, con la speranza, come s’è detto, che Giulianova faccia il colpo sul campo della Briantea 84. “La partita di Sassari, come tutte le altre di questo tiratissimo e avvincente campionato, è apertissima – sostiene il coach Daniele Riva – ma noi naturalmente dobbiamo puntare a vincere sapendo di avere le possibilità che la carta ma anche il campo ci assegnano”.

La Cimberio, purtroppo, dovrà fare i conti con l’assenza di Joakim Blomquist: il giocatore svedese è rientrato in patria per stare accanto alla moglie per la nascita del secondogenito, avvenuta qualche giorno fa. Come in occasione della precedente trasferta in Sardegna, a Porto Torres, la squadra varesina affronterà il viaggio in nave.

 

IL PROGRAMMA (8a giornata, sabato 19 dicembre)
Banco Sardegna Sassari – Cimberio H.S. Varese (ore 15)
Santa Lucia Roma – GSD Porto Torres (ore 17)
Millennium Padova – Montello Bergamo (ore 18)
GiocoParma – Banca Marche Santo Stefano (ore 17)
UnipolSai Briantea 84 Cantù – Amicacci Giulianova (ore 20.30)

LA CLASSIFICA
Santa Lucia Roma punti 14; UnipolSai Briantea 84 Cantù e Amicacci Giulianova 12; GSD Porto Torres 10; Banco di Sardegna Sassari e Cimberio Varese 8; Montello Bergamo 4; Millennium Padova 2; Banca Marche S.Stefano e GiocoParma 0.

IL PROSSIMO TURNO (sabato 9 gennaio 2016)
Cimberio Varese – UnipolSai Briantea 84 Cantù (ore 17)
Amicacci Giulianova – GiocoParma (ore 18)
GSD Porto Torres – Banco Sardegna Sassari (ore 18)
Montello Bergamo – Santa Lucia Roma
Banca Marche S.Stefano – Millennium Padova (ore 18)

 [email protected]
(foto Mario Bianchi)