La Cimberio Handicap Sport Varese riprende il lavoro dopo la pausa estiva per prepararsi al meglio al prossimo campionato di serie A che scatterà sabato 24 ottobre.
Si tratta di una ripartenza decisamente soft e a ranghi ridotti: alla chiamata del presidente Carlo Marinello, del vice Antonio Bazzi, di Giorgio Pedraccini e del riconfermato coach Daniele Riva hanno risposto infatti solo sei giocatori: il capitano Momo Fiorentini, gli altri reduci dalla scorsa stagione Riccardo Marinello, Francesco Roncari e Gabriele Silva, il nuovo acquisto Mattia Sala e il giovanissimo Massimiliano Segreto. Solo nei prossimi giorni si uniranno al gruppo i nazionali Nicola Damiano e Jacopo Geninazzi e i giocatori stranieri.

Damiano e Geninazzi, infatti, così come i riconfermati svedesi Joakim Blomquist e Joakim Lindblom e le novità Walter Groen, olandese, e Karol Szulc, polacco, sono reduci dai campionati europei di Worcester, in Gran Bretagna, e stanno godendo di qualche giorno in più di riposo dopo l’avventura continentale che per l’Italia ha riservato una cocente delusione (tra l’altro costata il posto al commissario tecnico Dionigi Cappelletti, sollevato dall’incarico a torneo ancora in corso, e anche la qualificazione alle Paralimpiadi di Rio de Janeiro 2016). Oltre a Damiano, Geninazzi, Blomquist, Lindblom, Groen e Szulc (quest’ultimo in arrivo a Varese forse oggi stesso), in arrivo il prossimo 22 settembre c’è anche lo statunitense Jaraed Arambula, che ha appena terminato i Giochi Panamericani.

La Cimberio dovrebbe comunque ritrovarsi al gran completo per l’ultima settimana di settembre e avrà tutto il tempo di preparare l’esordio in campionato previsto appunto per il 24 ottobre.
Prima dell’inizio del campionato, la squadra di Daniele Riva prenderà parte a due tornei che le consentiranno di rodarsi nel corso di quattro partite. Il primo appuntamento è in programma a Bergamo il 10 e 11 ottobre, mentre nel successivo weekend (17 e 18 ottobre) Damiano e compagni saranno a Salsomaggiore per un test di enorme difficoltà, visto che con la Cimberio saranno di scena anche i campioni d’Italia della Santa Lucia Roma e i vicecampioni della UnipolSai Briantea ’84 Cantù, oltre a Parma.

Dopo la straordinaria scorsa stagione, nella quale la Cimberio ha ottenuto il terzo posto in campionato e in Coppa Italia (sempre alle spalle di Roma e Cantù) e ha disputato la finalissima della Challenge Cup alla sua prima esperienza internazionale, non sarà facile ambire a traguardi più prestigiosi e forse neppure riconfermarsi. L’organico, almeno sulla carta, appare più forte e completo rispetto alla scorsa stagione, a dispetto della forzata rinuncia a Kim (che potrebbe però tornare nella prossima stagione, dopo le Paralimpiadi), ma Roma e Cantù continuano ad apparire inattaccabili grazie a budget decisamente fuori portata per tutte le altre contendenti, mentre sarà necessario guardarsi da altri avversari che si sono certamente rafforzati.

[email protected]