La Cimberio Handicap Sport torna in campo sabato pomeriggio contro il Montello Bergamo (si gioca alle ore 17 alla palestra del Campus dell’Insubria, in via Monte Generoso a Varese, come sempre con ingresso gratuito) all’indomani del pesante k.o. subìto dai varesini nella trasferta di Porto Torres.
Come è noto, in questo girone di andata del campionato di serie A si gioca soprattutto pensando alla Coppa Italia e alla final four della manifestazione che vedrà in scena a Varese, nel prossimo mese di gennaio, le prime quattro della classifica del campionato al termine della sua fase ascendente. Inutile dire che le due sconfitte incassate sin qui dalla Cimberio hanno quasi messo all’angolo la formazione di Daniele Riva, costretta ora a un autentico miracolo per guadagnare il quarto posto al termine del girone di andata e qualificarsi così all’atto conclusivo della Coppa Italia che proprio il club varesino organizzerà al PalaWhirlpool.

Una prova per qualche verso sconcertante quella offerta sabato scorso in Sardegna da Damiano e compagni e lunedì, alla ripresa della preparazione, società e squadra si sono confrontati. Coach Riva ha parlato ai giocatori, lo ha fatto a muso duro anche il g.m. Nestore Crespi, tutti si sono guardati negli occhi e alla fine il confronto si è risolto con il fermo proposito di ricompattarsi.
Per la partita di Porto Torres, tuttavia, proprio coach Riva vuole assumersi ogni responsabilità: “Al di là di ogni aspetto tecnico – osserva – è evidente che io non sono riuscito a incanalare nel modo giusto la tensione con la quale i giocatori hanno dovuto fare i conti. La sconfitta casalinga contro Giulianova, alla seconda giornata, ci ha messo in una situazione complicata e la squadra sa di dover vincere per forza; tutto questo provoca un inevitabile nervosismo che purtroppo a Porto Torres non siamo riusciti a trasformare in energia positiva”.
Inutile dire che la partita di sabato contro il Montello Bergamo dovrà per forza portare due punti in casa Cimberio, così come le successive trasferte di Padova e di Sassari. Ma la chiave di tutto, in chiave quarto posto, saranno le due sfide casalinghe contro la Santa Lucia Roma campione d’Italia, apparentemente inattaccabile (il prossimo 12 dicembre), e poi, all’ultima giornata di andata, contro la UnipolSai Briantea 84 Cantù (il 9 gennaio).
Battere Bergamo è sicuramente nelle nostre possibilità – dice ancora Daniele Riva – e non voglio neppure pensare alla possibilità di un esito diverso“. Ma sabato la Cimberio non potrà limitarsi a vincere, cosa peraltro non scontata a dispetto di una chiara differenza di valori; dovrà invece dimostrare, soprattutto a se stessa, di avere superato il trauma del k.o. rimediato in Sardegna, in realtà maturato nel corso del secondo quarto di gioco, quando i varesini hanno dovuto subire un divario di 14 punti che ha poi segnato profondamente il resto del match.

 

 

IL PROGRAMMA (5a giornata, sabato 21 novembre)
Cimberio HS Varese – Montello Bergamo (ore 17)
GiocoParma – Santa Lucia Roma (ore 18)
Amicacci Giulianova – Millennium Padova (ore 18)
GSD Porto Torres – Banca Marche Santo Stefano (ore 18)
UnipolSai Briantea 84 Cantù – Banco Sardegna Sassari (ore 20.30)

LA CLASSIFICA
Santa Lucia Roma e Amicacci Giulianova punti 8; UnipolSai Briantea 84 Cantù e Banco di Sardegna Sassari 6; GSD Porto Torres e Cimberio Handicap Sport Varese 4; Montello Bergamo e Millennium Padova 2; Banca Marche S.Stefano e GiocoParma 0.

IL PROSSIMO TURNO (6a giornata, sabato 28 novembre)
Banco di Sardegna Sassari – GiocoParma (ore 18)
Santa Lucia Roma – Amicacci Giulianova (ore 17)
Montello Bergamo – GSD Porto Torres (ore 18)
Millennium Padova – Cimberio H.S. Varese (ore 18)
Banca Marche S.Stefano – UnipolSai Briantea 84 Cantù (ore 18)

[email protected]