La Cimberio conferma un agevole pronostico e conquista a Parma i primi due punti in campionato.
La partita, però, non è stata facile dall’inizio alla fine per gli uomini di Daniele Riva che per metà gara non sono riusciti a staccare i padroni di casa, sorretti dall’entusiasmo al debutto di fronte al loro pubblico. Poi, però, i reali valori sono affiorati e nella seconda metà del match, sotto la spinta di un superlativo Arambula (alla fine 7/11 dal campo e 2/3 nei personali, oltre a 3 rimbalzi in meno di 26′), Varese ha preso il largo, andando al massimo vantaggio sul punteggio di 39-64 e chiudendo alla fine vittoriosa 44-66.

Riva inserisce a sorpresa nel quintetto d’inizio capitan Fiorentini e Silva, accanto a Blomquist, Lindblom e Geninazzi. L’avvio non è dei più sciolti per Varese e al 6′ Parma guida 8-6 prima dei canestri di Blomquist e di Geninazzi che al 9′ siglano il sorpasso della Cimberio (8-10). Solo nel finale del tempo i primi cambi: giù Fiorentini e Lindblom per Sala e Arambula, immediatamente a bersaglio per due volte. Così la prima frazione si chiude sul punteggio di 13-16. Nel secondo quarto tutto pare diventare più agevole per gli ospiti. Due canestri di Lindblom e uno di Groen determinano un primo break (15-22 al 14′) e si potrebbe pensare che la partita si chiuda qui, almeno per quanto riguarda l’assegnazione dei due punti in palio. Niente affatto, perchè con Fagioli e Skopic Parma ritorna a contatto e addirittura supera con Stravinskas (28-27 al 18′) prima che Arambula e Szkopic, dalla lunetta, fissino il parziale all’intervallo lungo (28-29).
Anche in avvio del terzo quarto la Cimberio fatica a togliersi di dosso i parmensi (32-36 al 25′) ma poi tre canestri in fila di Jarred Arambula proiettano i varesini al massimo vantaggio (32-41) e da qui la sfida fila via tutta in discesa per la formazione ospite che riparte con 15 punti di vantaggio dopo l’ultimo intervallo (37-52 con i canestri di Lindblom e Blomquist) e taglia alla fine il traguardo siglando mella seconda metà del matc un parziale di 38-16. Detto di Arambula, sono da sottolineare le buone prove un po’ di tutti i varesini, da Lindblom (7/10) a Blomquist (4/5), da Silva (2/4) a Damiano e Groen (3/5 per entrambi), solo per citare i tabellini più “ricchi”.
Ora l’attenzione va riservata alla Amicacci Giulianova, che sabato prossimo sarà a Varese per il debutto casalingo della Cimberio nella nuova palestra di via Monte Generoso. E l’impegno per Damiano e compagni sarà certamente più duro.

Laumas Elettronica GiocoParma – Cimberio Varese 44-66 (13-16, 28-29, 37-52)
Laumas GiocoParma
: Stravinskas 4, Malangoni 1, Reggio 12, Szkopic 19, Fagioli 8, Rovatti, Allegretti, Rovina; n.e. Biazzi, Franchina. All. Anna Piccione.
Cimberio: Fiorentini, Blomquist 8, Lindblom 14, Silva 4, Geninazzi 6, Damiano 6, Marinello, Groen 6, Szulc 2, Arambula 16, Roncari 4, Sala. All. Daniele Riva.
Arbitri: Rambelli e Costante.
Note – Tiri liberi: Laumas GiocoParma 8 su 11, Cimberio 2 su 5. Nessuno uscito per 5 falli.

 

I RISULTATI (1a giornata)
Banco di Sardegna Sassari – Montello Bergamo 62-41
Santa Lucia Roma – Millennium Padova 69-33
GiocoParma – Cimberio H.S. Varese 44-66
Amicacci Giulianova – Banca Marche S. Stefano 69-52
GSD Porto Torres – UnipolSai Briantea 84 Cantù 48-59.

LA CLASSIFICA
Santa Lucia Roma, Cimberio Varese, Banco di Sardegna Sassari, Amicacci Giulianova e UnipolSai Briantea 84 Cantù punti 2; GSD Porto Torres, Banca Marche S.Stefano, Montello Bergamo, GiocoParma e Millennium Padova 0.

IL PROSSIMO TURNO (31 ottobre)
Cimberio H.S. Varese – Amicacci Giulianova (ore 17)
GSD Porto Torres – GiocoParma (ore 18)
Montello Bergamo – UnipolSai Briantea 84 Cantù (ore 18)
Millennium Padova – Banco di Sardegna Sassari (ore 18)
Banca Marche Santo Stefano – Santa Lucia Roma (ore 18)

[email protected]