Settembre all’insegna della formazione grazie a “Col CIP a scuola c’è sport… EXPOrt”, progetto speciale nato dall’esperienza maturata presso l’Ufficio Scolastico Territoriale di Varese – in collaborazione con il CIP Lombardia – e finanziato da Regione Lombardia e Fondazione Paralimpica.
L’obiettivo primario consiste nel creare una serie di proposte di carattere educativo che diano risalto alla profonda trasformazione del mondo sportivo paralimpico e dei servizi legati allo sport, oltre che al concetto di “salute per tutti”. Un’offerta di matrice tecnico-sportiva, didattica e culturale ideata in funzione dell’EXPO 2015, affinché l’evento mondiale possa lasciare una traccia importante nella quotidianità, nel confronto e nelle abitudini. Le principali finalità del progetto sono l’incremento della partecipazione dei giovani disabili alle iniziative sportive, la sensibilizzazione della popolazione scolastica alle tematiche dell’inclusione e delle pari opportunità e l’ampliamento dell’offerta di attività sportive integrate, grazie al contributo di docenti informati.

S’è concluso questa mattina (lunedì 7 settembre) all’Istituto Comprensivo “Cardano – Lega” di Gallarate il corso intitolato “Le attività ludico motorie adattate nella scuola primaria”, rivolto agli insegnanti interessati ad approfondire le proprie conoscenze in materia di educazione fisica per alunni disabili. Nel corso della prima giornata, andata in scena giovedì 3 settembre, sono intervenuti la Professoressa Linda Casalini, dell’Ufficio Scolastico Territoriale provinciale, il Dottor Raffaele Pacchetti, referente della rete “Scuole che Promuovono Salute” all’interno di ASL, e il Dottor Roberto Soru, direttore del Centro Studi Psicomotricità Relazionale di Varese. Oggi, in cattedra si sono alternati il Professor Claudio Schena, dell’Ufficio Scolastico Territoriale, e il Dottor Soru. I relatori hanno fornito ai presenti nozioni teoriche e strumenti pratici utilissimi per coinvolgere nelle lezioni di educazione fisica gli studenti con disabilità. Un’attività motoria svolta in maniera corretta può migliorare notevolmente la qualità di tutti gli alunni, senza distinzioni.

Domani, martedì 8 settembre, i fari si sposteranno sull’Hotel Palace di Varese, che ospiterà un doppio appuntamento. In mattinata, spazio al corso di formazione “Le attività ludico motorie e sportive per tutti: un’offerta in evoluzione”. I lavori saranno aperti alle ore 9 da Claudio Merletti, Dirigente dell’Ufficio Scolastico Territoriale provinciale. Numerosi i temi all’ordine del giorno, di grande attualità come la legge 107/2015 sulla Buona Scuola. L’incontro è pensato per i professori di educazione fisica, ma sono stati  invitati anche gli insegnanti di sostegno e i docenti delle scuole primarie referenti per le attività motorie. È annunciata la partecipazione di Antonio Rossi, assessore Sport e Giovani di Regione Lombardia, di Oreste Perri, presidente del CONI Lombardia, e di Pierangelo Santelli, numero uno del CIP regionale.
Nel pomeriggio, dalle 14, si riuniranno gli insegnanti di educazione fisica dei Licei lombardi ad indirizzo sportivo, istituti comparsi due anni fa sulla scena scolastica nazionale. “Padrone di casa” sarà l’Isis “Edith Stein” di Gavirate. In considerazione dell’introduzione della nuova materia “Sport Disabili” per le classi terze, si parlerà dell’attività del Comitato Paralimpico, verranno presentate proposte mirate e si discuterà di opportunità future.

Altri tre appuntamenti rientranti nel progetto “Col CIP a scuola c’è Sport… EXPOrt” sono previsti nelle prossime settimane: giovedì 17 settembre è in programma a Milano, all’interno di EXPO, un convegno intitolato “Acqua, sport e stili di vita”; venerdì 25, tutti gli studenti dei Licei ad indirizzo sportivo sono stati invitati nella sede meneghina di Regione Lombardia per una mattinata di dimostrazioni paralimpiche; lunedì 28 e martedì 29, infine, è prevista a Pavia una due giorni dedicata agli alunni delle scuole di primo e secondo grado, organizzata in collaborazione con il CONI pavese e con l’Ufficio Scolastico Territoriale provinciale.

[email protected]